09/11/2020

MONTA AMERICANA IN S.E.F.

La monta americana rappresenta un settore in continua espansione e vi sono ormai tantissimi centri ippici che si dedicano a essa.

Questa diffusione sta avvenendo sia tramite il classico lavoro di maneggio sia grazie a passeggiate, trekking e viaggi.   La bardatura tipica dell’equitazione americana è caratterizzata da una sella con staffatura lunga che permette sin dall’inizio un’ottima aderenza con il cavallo e rende più facile ai neofiti l’approccio con la monta a cavallo e l’uscita in passeggiata.       

Tutto ciò rappresenta un aiuto molto efficace per sviluppare il turismo equestre.   Per promuovere l’Equitazione Americana S.E.F. Italia forma Tecnici Sportivi che abbiano anche la giusta competenza per l’addestramento del cavallo e per creare il binomio con l’allievo.  

I corsi SEF Italia nell’ambito della Monta Americana mirano a:    

– formare tecnici in grado di dirigere e gestire un centro di equitazione americana.
– svolgere attività di istruzione di preparazione alle attività competitive.
– rilasciare l’abilitazione a montare con patente B.- saper gestire i cavalli propri e della scuola.
– saper addestrare i cavalli per l’equitazione competitiva di base.
– valutare le problematiche fisiche del cavallo.
– strutturare le lezioni per le attività competitive di base.  


I corsi S.E.F. Italia hanno come scopo quello di dare, a cavalieri esperti, una guida sicura in tema di tecnica equestre sportiva, di conoscenza del mondo del cavallo, pratica professionale nel settore specifico dell’equitazione americana e del turismo a cavallo, includendo la gestione di cavalli per avviare le attività nei centri di equitazione americana.    


UN PO’ DI STORIA    

La  monta americana nasce originariamente come frutto della necessità di lavorare nei ranch a seguito della colonizzazione di spagnoli, francesi, inglesi, portoghesi e italiani con usi, costumi e tradizioni diverse.  La duplice necessità di coltivare la terra e di accudire il bestiame porta ad affinare tecniche e conoscenze basate sull’utilizzo del cavallo nel lavoro quotidiano e non come mezzo di locomozione per spostamenti.       

Da questo trascorso deriva la naturalezza del binomio cavallo-cavaliere che, per esigenza lavorativa, doveva basarsi sul rispetto reciproco e sulla fiducia. Il cavallo americano tipo si può ritrovare nelle razze Quarter, Paint, Mustang e Appalusa.

Articolo pubblicato sulla rivista INFORMA
distribuita gratuitamente a tutti i nostri clienti che hanno effettuato acquisti su NonsoloCavallo.it

Numero 3 Maggio / Giugno 2018