01/10/2007

Intervista A Piero D’inzeo



Di Giovanna Binetti



Quando ha partecipato per la prima volta alla Coppa delle Nazioni?
Nel 1947 a Ginevra.

Quante volte è stato in squadra nelle Coppe delle Nazioni?
A 150, 200 o forse più, non ricordo…

Chi è stato il Suo Maestro? A quale istruttore deve di più?
A mio papà Costante.

Quali sono i migliori cavalli che Lei abbia montato?
Tutti quelli che, tollerandomi, hanno diviso con me i momenti agonistici.

Di quali paesi?
Di tutti i paesi: (irlandesi, francesi, tedeschi, italiani)

Quando ed in che circostanze ha cominciato a montare a cavallo/partecipare a concorsi di salto ostacoli? Ha vinto dei concorsi importanti da giovane?
Ho iniziato lo sport a 11 anni; ho debuttato in competizione, a 12 anni, nel 1935.

Quali vincite Le hanno dato più soddisfazioni e perchè?
Tutte, indistintamente, perchè sempre contro cavalieri provetti.

Qual è stato, per Lei l’anno più ricco di successi?
Il 1962. Ho conseguito 64 primi premi nei C.S.I.O. dell’anno. 30 con The Rock, 30 con Sun Bean e 4 con Pioner.
(Nota di chi scrive: Il C.S.I.O. è l’acronimo in francese, di Concorso Ippico Internazionale Ufficiale. Ciascuna Nazione ha il diritto di organizzare un solo C.S.I.O. all’anno, che, di solito, si svolge nella capitale; per l’Italia: Roma – Piazza di Siena. In queste prestigiosi eventi agonistici, le gare più importanti sono: la Coppa delle Nazioni, gara a squadre di quattro cavalieri per nazione, ed il Gran Premio, gara individuale.
Nel 1449, quando avevo 26 anni, ho vinto il Campionato Europeo a Parigi, contro Winkler, Tidman e Doriolà, montando Uruguay.
Non ricordo se nel 1962 o nel 63, ho vinto tutte le 6 Coppe delle Nazioni a cui ho partecipato.
Ho vinto 7 volte il Gran Premio Roma a Piazza di Siena, 3 volte la King George Cup a Londra, 5 volte il Gran Premio di Aquisgrana. Con Easter Light ho vinto il trofeo messo in palio dall’Irish horse board, per due anni consecutivi, nel 74 e nel 75, per il miglior cavallo irlandese dell’anno nel mondo.

Se ben ricordo è stato a fare dei concorsi in America?
Sì a Washington, New York, Toronto. A Washington avevo i cavalli non in forma per i postumi del viaggio; non erano loro, non erano reattivi, non avevano i riflessi pronti. Per il loro bene, se i cavalli devono viaggiare in aereo, soprattutto con gli aerei del tempo, è bene somministrare loro dei tranquillanti per il volo. A New York, su quattro gare ho fatto tre primi ed un secondo.

A quante olimpiadi ha partecipato?
Ad 8 olimpiadi dal 48 al 76.

E quale è stata la prima?
Londra, come si diceva, nel 48; avevo 25 anni, ero in squadra con Bettoni e Conforti, montavo il cavallo Briacone. Nel 1952 a Helsinky, con un sesto posto nel Completo, su Pagoro. Poi nel 1956 a Stoccolma con Uruguay, medaglia di bronzo individuale e di bronzo a squadre. Nel 1960 è stata la volta di Roma con The Rock, argento individuale e bronzo a squadre. Nel 1964 a Tokyo, medaglia di bronzo a squadre, nel 1968 a Mexico su Fidux.
Le ultime sono state il 1972 a Monaco su Easter Light con un bronzo a squadre e il 1976 a Montreal, con The Avenger nell’individuale ed Easter Light nella gara a squadre.

A parte la sottoscritta, ha un’idea approssimativa del numero degli allievi che ha avuto tra militari e civili?
Non sono stati tanti, perchè la mia condizione di atleta in linea fino a tarda età (in gara fin dopo i 65 anni), non mi ha consentito di dedicarmi più di tanto all’insegnamento, che invece è diventato obbligatorio per me alla data – 1976 – in cui ho assunto il comando della Scuola Militare di Passo Corese/Montelibretti.

Vittorie nelle Coppe delle Nazioni di Raimondo D’Inzeo e i Suoi Cavalli

1952: Roma su Litargirio
1952: Aachen su Litargirio
1953: Roma su Merano
1955: Romasu Merano
1955: Parigi su Merano
1955: Londra su Merano
1955: Dublino su Merano
1955: Pinerolo su Merano
1955: Ginevrasu The Quiet Man
1956: Roma su Merano
1956: Ostenda su Merano
1957: Roma su Merano
1957: Aachen su Merano
1959: Aachen su Gowrand Girl
1959: Ginevra su Gowrand Girl
1960: Torino su Posillipo
1961: Roma su Gowrand Girl
1961: Londra su Merano
1962: Roma su Gowrand Girl
1962: Dublino su Posillipo
1964: Roma su Posillipo
1964: Aachen su Bells of Clonwell
1966: Aachen su Posillipo
1968: Aachen su Bellevue
1972: Roma su Fiorello
1976: Roma su Talky
1976: Aachen su Hermes
1977: Roma su Stranger
1977: Barcellona su Stranger


Profilo dell’autrice:

GIOVANNA BINETTI
nata a Torino, ha avuto come primo istruttore il Maresciallo Ottavio Dovadola.
Su Quasso De Ghilarza ha vinto il Campionato delle Scuole a Pinerolo nel 1962 e i Campionati Europei Juniores a Budapest nel 1964, è arrivata 2° a Salice Terme nel 1965. E’ stata allieva di Piero e Raimondo D’Inzeo. Con Flamenco ha vinto nel 1977 il premio Enci di Piazza di Siena e l’anno successivo (nella foto), ha fatto parte della squadra dello C.S.I.O. di Roma. E’ istruttore federale e consigliere tecnico del circolo ippico di Valle Selva di Passo Corese.
 

Giovanna Binetti