05/10/2020

Trotto, martedì si torna all’Arcoveggio,

Bologna Trotto, Ippodromo Arcoveggio.
Corse di martedì 6 ottobre 2020, inizio alle ore 15.30
Clou Premio Remoto (3° corsa).

L’appuntamento del martedì è destinato a diventare usuale tra ottobre e dicembre all’Arcoveggio e in questo primo scorcio della nuova settimana, cui faranno seguito le consuete giornate del giovedì e della domenica, il convegno è connotato da sfide di qualità caratterizzate dalla presenza di alcuni dei migliori driver del panorama nazionale. La prima manche è riservata ai gentlemen ed è abbinata al Trofeo Gentlemen For Life, i sei partecipanti scenderanno nell’agone allo scoccare delle 15.30 con la coppia Uramaki Lux e Filippo Monti decisi a mantenere fede al pronostico che ne fà i favoriti della contesa, in alternativa, l’esperienza di Putnik D’Aghi e la classe di Matteo Zaccherini, mentre incuriosisce la presenza del giovanissimo figlio d’arte Massimiliano Michelotto alle redini del problematico Turbine Lp, portacolori di papà Roberto e soggetto in grado di mettere in campo parziale veloce ed esibire forma al top.
Si passa ai prof alla seconda, che si esibiranno al sediolo di sette femmine di 4 anni, nette le preferenze rivolte ad Aria Dei Venti, il cui curriculum parla di due vittorie ed un posto d’onore in altrettante corse palmares, che nessuna delle altre concorrenti all’allieva di Antonio Greppi, può vantare, mentre Asja Op e Manuel Pistone si candidano al secondo gradino del podio, con Avila Dei Greppi, Amada’s Cage e Achillea Jet a dibattere sulle restanti piazze.

Poi, gran qualità per soggetti di tre anni non ancora maturi per la prima classe come Baby Spritz, Birgit e Boston Trio o precoci ma non continui in ottica classica come Bonne Nuit Bi, tutti però assai competitivi a livello di clou, con l’ago della bilancia rappresentato da Bat Host, velocista di Gennaro Casillo oggi nell’inedita partnership con Roberto Vecchione.
Presenza costante dei pomeriggi autunnali, i puledri di due anni saranno i protagonisti della quarta corsa, un miglio che rivolge le sue attenzioni al debuttante Camillo Baba, con Andrea Farolfi in pista per conto di Andrea Sarzetto, coppia che alterna momenti di collaudato feeling a separazioni momentanee, mentre la regolarità di servizio di Casare Amg lo consiglia in chiave podio sul chiacchierato ma inespresso Cupido Gso.

Alla quinta riflettori su Brayan Tor, con Vecchione, ma grande equilibrio per il ruolo di alternativa, con Banpit Of West a caccia di una vittoria che ne certifichi i continui progressi, Bacio del Nord in cerca della consacrazione dopo la recente vittoria marchigiana e Blackfire Horse a sancire una migliorata dimensione agonistica, dopo aver alternato deludenti performance a prove di buon livello. Cinque e sei anni alla sesta corsa, due i giri da percorrere per gli otto concorrenti al via, con un’allieva di Walter Zanetti guidata dal fido Andrea Farolfi, Zanzibar Bi, nelle vesti di favorita sulla coetanea Vision Dei Veltri e su Zagor Daf, mentre in chiusura di convegno ci sono chance di peso per Vento Spritz, carta di Alessandro Raspante che ne affida le sorti tattiche a Roberto Vecchione, più numero che forma per il decaduto Un De Bay, e contesto alla portata dell’indomita Rugiada Sms.

E arrivederci a giovedì.