10/02/2021

Sport a tutto campo: a Pavone Canavese lo scorso 26 luglio la 1a Tappa del Trofeo Amatoriale GIA 2020, nel pieno rispetto delle regole

di Emanula Brumana. Photo credits Francesco Manzone, Giovanni Vitale.

Dino Caserio alla guida di un singolo KWPN saluta prima di entrare in campo


E, finalmente, in una splendida giornata di sole ben 35 Attacchi di sono ripresi il piacere e l’emozione di essere sui campi di gara con grande entusiasmo, ma anche con rispetto di tutte le norme sanitarie di sicurezza previste per l’emergenza COVID 19, con Protocollo Sanitario GIA e responsabile in campo Edgardo Goldoni.

A Pavone Canavese, in provincia di Torino, nella perfetta location di Uberto Alma, il 26 luglio finalmente si è disputata la 1^ Tappa del Trofeo Amatoria GIA 2020, valida per la Coppa Italia Amatoriale e per il Trofeo Francesco Mattavelli 2020. Dopo i giorni del lockdown e con rigorosi Protocolli Sanitari da rispettare sotto il controllo e la responsabilitaà di Edgardo Goldoni, l’organizzazione della giornata di gara è stata impegnativa ed attentissima: molti gli addetti sia in campo, sia agli ingressi, sia nelle aree di parcheggio, tutti identificabili con tenuta GIA e mascherina personalizzata, tutti volontari ai quali va un riconoscimento incondizionato per l’impegno, la disponibilità e l’allegria con cui per l’intera giornata hanno svolto i loro compiti.

Misurazione della temperatura in ingresso, dispensatori di disinfettante nelle varie aree, distanza di sicurezza fra i mezzi collocati nei parcheggi e fra le persone, elenco degli ammessi all’area della manifestazione (concorrenti, groom, autisti e addetti ) esposto e visibile, dato che la gara si svolgeva a porte chiuse senza pubblico.
La regia dell’evento nelle abili mani di Massimo Nicolotti, Uberto Alma e Adriana Furno è stata impeccabile, apprezzata dai concorrenti, approvata dai Carabinieri e dal rappresentante del Comune di Pavone Canavese, intervenuti per i dovuti controlli, durante lo svolgimento della manifestazione. Gara a tempo, secondo il Regolamento

FISE di Sviluppo Attacchi con percorso della lunghezza di circa 500mt. su campo in erba con 20 porte e un corridoio, presidiato da 4 addetti sotto l’occhio vigile del Direttore di Campo Erich Charbonnier e ingresso regolato da Enzo Calvi. Un percorso che è piaciuto molto ai concorrenti perché divertente, pur essendo impegnativo e tecnico. Partenti 35 equipaggi suddivisi in 6 Categorie: Tiro Pesante Singoli, Cavalli Singoli, Pony Pariglie, Cavalli Pariglie, Cavalli Tiro a 4 e Pony Tiro a 4. In gara gli esordienti, fra cui Tiziana Giglio Tos o Emiliano Chiarlone, gli esperti come Giuliano Barni o Michele Bonsanto e anche i campioni abituali di campi di gara internazionali come Carlo Mascheronoi, Giampaolo Ciani o Ugo Cei.


Giampaolo Ciani ed il suo team in campo con un bellissimo tiro a 4 di KWPN


Presente come sempre il nutrito gruppo del Circolo Ippico Antares e, per la prima volta, i concorrenti del Gruppo SEAL affiliati ENGEA, nonché’ i rappresentanti dell’Associazione Pegasus. Dopo una prima manche di “studio” , dove già si evidenziavano alcuni percorsi di ottimo livello, è nella seconda manche che i tempi si velocizzavano, con più competizione fra i concorrenti e, a volte, con sorprendenti performance o qualche pallina di troppo a terra…tenendo conto che ogni abbattimento pesa per regolamento ben 7 secondi.

Gran lavoro della Segreteria, in grado di dare tempi e risultati immediati. Coordinamento di Massimo Nicolotti e gestione precisa e puntuale di Federico Moroni e Paolo Torreano, con Chiara Moirano, Germana Rosani e ….Rostagno. Cronaca della gara e musiche di accompagnamento orchestrate da Emanuela Brumana e Paolo Torreano….e poi….alla fine le Classifiche.
Sono risultati vincitori fra i Singoli Stefano Formica, seguito da Gianni Mangano e Davide Polidoro. Fra le Pariglie ha dominato Daniele Maiocchi seguito da Ugo Cei e Matteo Zucchi.
E’ Marco Cappellari ad imporsi su Ramona Bigatto entrambi alla guida di un Tiro Pesante. Manuele Bruno Franco si lascia alle spalle Francesco Monteleone e Silvia Mellica nella Categoria Pariglie Pony. Fra i Tiri a 4 un exploit finale di Daniele Maiocchi, che, così, mette a segno una doppietta e toglie il primato a Ugo Cei, seguito da Giampaolo Ciani. Sempre a 4 ma con Pony ed è successo per Francesco Monteleone primo su Carlo Mascherone.

Soddisfatti sia i pony, dagli welsh agli haflinger, sia i cavalli dagli eleganti Kwpn, ai composti P.R.E., ai frisoni, ai paint horse, ai Trotter fino agli imponento tiri pesanti. L’organizzazione della Premiazione, dei premi di partecipazione e degli omaggi ai vincitori era come sempre di competenza di Adriana Furno, Ai concorrenti una confezione di vini offerta dall’Az, Agricola Uberto Alma, spille, magliette, bicchieri termici e riviste omaggio dal GIA, gadget offerti dalla Ditta Integratori Agrolabo SPA. Anche qui tutto si è svolto nel rispetto del Protocollo COVID, che prevedeva il ritiro individuale dei premi, la foto con distanziamento sociale e, ovviamente, un adeguato commento dello speaker e gli applausi dai presenti con in sottofondo le note di °We are the Champions° in una giornata in cui tutti sono stati campioni!!