11/09/2017

Questa sul cavallo la sapevate?


Io no. In visita al Museo delle Navi Romane di Nemi, in una vetrina ho trovato parte del corredo funerario della cosiddetta Tomba “principesca” del Vivaro, sui Colli Albani, datata intorno al VIII° secolo ac. Fra decine di reperti di pregio, che indicavano in una Principessa la persona inumata, ho trovato un “distanziatore per cavalli”.

Sembra che allora fosse uno status symbol. Come adesso viaggiare su un grosso suv tipo Porsche Cayenne sottolinea il censo de guidatore, questo “particolare” equestre indicava che la Principessa guidava o si poteva permettere una carrozza con almeno due cavalli. Come dalla foto allegata sono 7 elementi in bronzo, snodati, uniti fra loro con un perno, raffiguranti 2 figurette maschili e 3 volatili ciascuno, dritti e rovesci. Sembra che in Etruria non fosse raro.