16/05/2021

Mascalcia e Podologia Equina: I difetti del piede


PIEDE PIATTO

Si dice che il piede è “piatto” quando i quartieri sono bassi e troppo distanti, il che rende la suola molto allargata e più o meno piatta.


PIEDE COLMO

Quando la suola forma una convessità che supera il livello del margine inferiore della parete. I cavalli con questo difetto non possono camminare su terreni duri, ineguali e su lastricato senza sentire dolore. Tali cavalli sono soggetti a zoppicare.


PIEDE GROSSO

Quando lo zoccolo eccede nel volume. Spesso questo difetto è causa di scarsa resistenza della sostanza cornea e rende i movimenti difficili e stentati.


PIEDE PICCOLO

Quando lo zoccolo è esiguo nel volume. Frequentemente gli zoccoli piccoli sono anche molto duri e la suola è incavata col fettone piccolissimo. Un piede piccolo è più esposto alle setole, al restringimento dei talloni e alle contusioni.


PIEDE INCASTELLATO

Quando i talloni sono molto alti e stretti in modo che si comprimano dolorosamente; il fettone è depresso e schiacciato, qualche volta ulcerato, la corona è rigonfia. L’animale zoppica vistosamente.


PIEDE TROPPO LUNGO IN PUNTA

Quando la punta del piede si accresce eccessivamente mentre le altre parti crescono pochissimo. Il piede ha talloni bassi e deboli ed è facile alle sobbattiture.


PIEDE TROPPO CORTO IN PUNTA

Spesso la causa è da imputare ad un’alimentazione scorretta o da cattiva disposizione dell’articolazione dell’osso del piede coronario. L’appoggio pesa maggiormente sulla punta con conseguente logorazione della parte.

PIEDE RAMPINO

Quando la parte anteriore della parete, invece di avere direzione obliqua, cade quasi perpendicolarmente dalla corona alla punta. Dipende solitamente dalla ritrazione dei tendini flessori. Questo difetto rende i movimenti rigidi e raccorciati e più spesso interessa gli arti posteriori.


PIEDE STRETTO E TROPPO ALLUNGATO IN PUNTA (COTOGNO)

Quando il piede è troppo sviluppato alla punta e ai talloni mentre è ristretto ai quarti. Questo difetto rende il cavallo incerto nell’andatura e soggetto alle setole.


PIEDE SCHEGGIATO

Quando la parete, troppo arida e secca, si rompe e si scheggia al suo margine inferiore.


PIEDE DI TRAVERSO

Cioè con un quartiere più alto dell’altro, difetto che rende l’andatura difficile, stentata. A volte tale difetto deriva dall’imperizia del maniscalco che, nel pareggiare il piede abbatte un quartiere più dell’altro.


PIEDE CERCHIATO

Quando la parete presenta delle prominenze circolari che si esiendono da un tallone all’altro, nascono dalla corona, progrediscono in basso e sono solitamente conseguenti alla laminite.