25/07/2019

MARCO BIFFANI: SONO STATO UNO DEI PREMIATI NELLA II° EDIZIONE DEL CONCORSO DI POESIE “GRAFFITI METROPOLITANI”

Il 7 luglio 2019 presso la sede del quotidiano METRO di Roma, ed ho scoperto che è il giornale gratuito più letto al mondo. Diffuso in 100 città di 17 Paesi.

Nato nel 1955 da un signore Svedese che ha pensato di riempire, utilmente, il tempo di attesa e di percorrenza di coloro che vanno al lavoro la mattina, o ne tornano la sera. 

Per coprire, con le notizie del giorno, quei quindici/venti minuti di percorrenza con la Metropolitana.

E’ gratuito in quanto si sostiene con la pubblicità e sono oltre ventiquattro anni che lo troviamo in Italia all’ingresso delle METROpolitane di Roma, Milano e Torino.

Concorso nato da Nicoletta Fabrizio, Presidentessa della Associazione Culturale YOWRAS YoungWriters&Storitellers, di Pinerolo, che ha premiato i vincitori.

Sponsor della manifestazione la Lavazza Caffè, che ci ha omaggiati con confezioni dei suoi prodotti ed il suo nuovo calendario, e dalla Casa Editrice ADNAV Memoriosa che ha donato una graziosa agenda.


Per chi lo volesse sapere la mia poesia “Er Materazzo” è risultata tra le vincitrici della Sezione (con un contenuto obbligato di battute), che riporto per esteso.

P.S. Ho invitato, tramite l’Ufficio Stampa, la Signora Belen Rodriguez che – purtroppo – non ci ha omaggiato con la sua presenza.



ER MATERAZZO

Doppo trentanni d’onorato servizio
protagonista d’epiche battaje
s’è infossato, abbozzato ha esalato
mo c’è na molla che me da fastidio.

Oltre ai tormenti che tu ci’hai de giorno
puro de notte provi li dolori
c’è bisogno de toglieli de torno
pe godette li sogni coi colori.

Poiché dormimo n’terzo della vita
(trent’anni se ne campi solo cento)
la scerta è importante. Pe Coelho!
Me so deciso. Cambio materazzo.

Colle molle e puro senza molle
co più strati e lattice e memoria,
basso, soffice, anallergico, de lana
arta è l’offerta, n’poi capì na mazza.

Me so deciso e l’ho pagato n’botto
è ortopedico, stabbile, non balla
e sono certo che co quello sotto
me sognerò Belen e la farfalla!

Marco Biffani