05/05/2015

Le dichiarazioni degli azzurri dopo la vittoria nella Coppa delle Nazioni di Lummen.



Il team Italia ha preso parte alla tradizionale conferenza stampa dei vincitori.





“E’ stupendo cominciare la nuova stagione con una vittoria!”, ha detto Bucci, uno degli artefici insieme a De Luca e Da Rios (in squadra c’era anche Garcia), del rientro dell’Italia in Divisione 1 lo scorso anno ad Arezzo. “Siamo molto orgogliosi – ha aggiunto Bucci – perché siamo arrivati a Lummen molto motivati e puntando alla vittoria. In questo momento abbiamo grandi cavalli con grande potenzialità, ma vincere è sempre difficile. Tuttavia, alla fine, non siamo rimasti sorpresi dell’ottima prestazione, perché stiamo attraversando un momento di buona forma”.

Soddisfatto della prestazione del nuovo cavallo è anche Lorenzo De Luca. “Faccio coppia con Erco van T Roosakker (11 anni belga ndr.) da febbraio. Prima di me lo montava Daniel Deusser (Ger). Ho avuto modo di affrontare solo poche gare con lui durante il tour primaverile di aprile. Non riesco ancora a credere quanto abbia saltato bene oggi. Sono davvero super felice! “.

“Quella di Lummen è un campo molto grande – ha detto Luca Moneta – situazione favorevole quando i cavalli cominciano a saltare. Credo che lo chef de piste (il belga Lucien Somers ndr.) abbia fatto un ottimo lavoro. Abbiamo vinto, quindi non possiamo davvero lamentarci!”.

Altra conferma della squadra è stata quella del binomio composto da Daniele Augusto Da Rios e For Passion. “E’ stato bellissimo – ha detto il 39enne cavaliere milanese – sentire l’inno di Mameli all’estero, in Belgio che tra l’altro era una delle squadre favorite per la vittoria finale, in quanto squadra di casa. Nel primo giro, avevamo tutti i cavalli molto carichi; Piergiorgio ed io abbiamo macchiato i nostri percorsi con due penalità per il tempo. Poi nel secondo giro, dopo lo sfortunato percorso di Luca Moneta, la squadra si è unita, ha preso spunto da quella situazione: non potevamo più sbagliare e così abbiamo fatto. Il percorso era molto bello, impegnativo fino all’ultimo, con due o tre ostacoli che hanno fatto la differenza. Il mio cavallo (For Passion, ndr) – ha aggiunto Da Rios – ha 10 anni, ha molti mezzi e molta classe. E’ un po’ lento nell’esecuzione dei salti ed è questo il motivo per cui in genere il secondo giro mi viene meglio. Cominciare così la stagione è fantastico, vuol dire che ce la possiamo fare a stare al passo con gli altri. La squadra è davvero meravigliosa, perchè nel momento di difficoltà ci siamo uniti ed abbiamo raggiunto questo grande obiettivo”.

Sorride per la prestazione dei suoi ragazzi il tecnico della nazionale Hans Horn. “Era importante fare bene – ha dichiarato Horn – perché questa era una tappa qualificante per noi. Sono contentissimo per la conferma del binomio Bucci/Casallo Z. Molto contento anche per la conferma di Daniele Da Rios e For Passion, che già lo scorso anno avevano imboccato la strada giusta. Su De Luca ed Erco, cavallo dalle grandi potenzialità, sono certo che potremo contare anche per il futuro. Mi dispiace per Luca Moneta e Neptune. Dopo un buon primo giro il cavallo ha toccato la riviera nel secondo e ha perso un po’ la concentrazione. Comunque un ottimo inizio per i nostri colori”, ha concluso soddisfatto Hans Horn.



Fonte: www.fise.it
Federazione Italiana Sport Equestri