16/05/2021

Irha-Nrha Open Futurity 4YO: i go-round leaders

È terminato anche il go di qualificazione dell’Irha Futurity Open 4YO, anch’esso disputato class in class con l’analoga divisione dell’Nrha European Futurity ma solo per i livelli 4 e 2. Coincidenti i top scores delle due gare, con un parimerito a quota 222 fra il trainer italiano Manuel Cortesi in sella a Ar Vintage Dream (da A Sparkling Vintage e Sweet Candy Dream) e la belga Ann Fonck con uno dei suoi collaudatissimi “Spook”: in questo caso Shines Like Spook, castrone dal Six Million Dollar Sire Smart Spook – naturalmente – per la prima million dollar Dam della storia,  Ebony Shines.

Con questo cavallo, allevato e di proprietà di Rosanne Sternberg, già Nrha Prime Time Futurity Champion e terzo Nrha Open Futurity level 3 con Martin Larcombe negli States, Ann era stata una protagonista assoluta in quella breve finestra del 2020 in cui le gare avevano riaperto i battenti e si erano potuti disputare alcuni dei Futurity europei: sia a Destelbergen che a Kreuth, era stata Belgium Futurity Open 3&4 yr-old level 4 Champion, e campionessa dell’analogo Nrha Germany Breeders Bit Futurity, rispettivamente con un 224,5 e un 223,5. «In generale “Lewis” è un cavallo che ha davvero talento», spiega. «Quello in Belgio nel 2020 era il nostro primo vero show insieme: era arrivato da me in gennaio, e a febbraio l’avevo portato a fare una gara scuola per prepararci al Futurity Europeo che poi, per il Coronavirus, è stato cancellato. Così gli ho dato una pausa e quando ho ricominciato a lavorarlo non c’era più il tempo per fare un altro schooling, dato che anche le gare minori erano ferme per il problema della pandemia. Una sola gara scuola non è molto per conoscere un cavallo, per sapere come riscaldarlo, come comportarsi in campo prova e tutto il resto. Ma Shines Like Spook è davvero “super nice”; ha tanto talento, in gara è onesto, ed è un generoso. Basta chiedergli poco per avere molto di più, anzi “devi” chiedergli poco, altrimenti esagera. Ho montato molti Smart Spook e sono tutti cavalli sensibili, ma se ti guadagni la loro fiducia farebbero di tutto per te, tutto quello che possono…», dice la campionessa.


Anche Ar Vintage Dream, che con il suo cavaliere è anche leader al level 3 (quindi solo per quanto riguarda l’EuroFuturity), è tutt’altro che uno sconosciuto alle grandi arene europee: insieme al suo trainer e cavaliere, il romagnolo Manuel Cortesi, fu go-round leader dopo il composite nelle qualificazioni dell’Irha/Nrha Futurity Open 3YO 2019,  con due gare super costanti entrambe chiuse a 221,5. Da allora non è più uscito in gara se non per uno schooling durante una regionale, quindi questa è a tutti gli effetti la prima occasione in cui si ritrova sotto pressione agonistica dopo tanti mesi. Ar Vintage Dream è uno stallone da A Sparkling Vintage e Sweety Candy Dream allevato da Luigi Parise – un appassionato che ha già prodotto tanti buoni cavalli – e proprietà di Azienda Agricola Cortesi Piero, quindi del papà di Manuel, che lo definisce “…davvero piacevole da montare”. Il duo aveva vinto il Prefuturity piemontese ed era stato Reserve Champion L4 Open nel 2019 Austrian Futurity 3YO.

Ed è un buon Futurity, questo, per i “cavalieri del versante Adriatico”, perché alla testa del go-round level 2, sia per l’Irha che per l’EuroFuturity si piazzano con un 219,5 il pesarese Christian Baldelli insieme al castrone Step In The Night, allevato all’Ambrosini QH (Saturdaynight Custom x Wimpys Surprise Chex) e che con Paolo Ambrosini aveva raggiunto le finali Non Pro del Futurity 3YO 2019. Acquistato nel 2020 dall’attuale proprietaria Claudia Rizzola è stato affidato a Christian in vista dell’EuroFuturity dello scorso anno, quello di cui si sta ora disputando l’edizione “in ritardo”: per loro una sola gara insieme, un jackpot open durante l’Irha Derby di settembre, che avevano vinto prima che tutto chiudesse nuovamente. Baldelli non sa come descrivere Step se non come “…speciale. Tanto talento e altrettanto cuore!”.  

Uno sguardo veloce ai Champion level 1 di questa gara, che correvano quindi solo per il Nrha European Futurity ci restituisce infine il nome di un binomio davvero ben combinato, che conquista un 214 per l’allevamento italiano Quarter Dream: si tratta della giovane trainer Lena-Marie Maas e di Spook Gotta Dance, detto Spooky, talentuoso castrone figlio della supermamma Dance Little Spook e di Spook Gotta Gun (by Grays Starlight). Si tratta dunque di un fratello pieno di Dance Gotta Gun, che con Stephanie Blessing si è piazzata ieri alla testa del go-round Non Pro Irha Futurity 4YO. Addestrato da Gennaro Lendi e Nico Sicuro, Spooky ora trae sicuro vantaggio dall’eleganza e intelligenza di Lena quando esibisce: con lei è già stato Belgium Futurity 3YO Open Champion Level 1.


Ufficio stampa Irha-Nrha Futurity
Cochi Allegri/Horsense