31/05/2020

Ippodromo Arcoveggio: 73° GRAN PREMIO DELLA REPUBBLICA

Martedì 2 giugno 2020, inizio corse ore 15.00.
BOLOGNA TROTTO. Spettacolo e tecnica nel martedì
del Gran Premio Repubblica

Un convegno a cinque stelle contraddistingue il martedì del trotto bolognese, peccato solo  per la forzata assenza degli spettatori che avrebbero goduto di otto splendide manche agonistiche sulle quali campeggia il Gran Premio della Repubblica, storico spartiacque tra il tepore primaverile e l’incombente stagione estiva, che qualche lustro fa si  declinava con l’arrivo delle notturne. 

La disamina della giornata di Festa Nazionale inizia  giocoforza con la prova classica per eccellenza del trotto felsineo, dal 2020 tornata ai fasti monetari di qualche tempo fa e oggi impreziosita da un autentico parterre de roi, con l’inossidabile Arazi Bokoin pole position pronto a ribadire la sua spiccata attitudine per la velocità e, rimanendo sempre in casa Gocciadoro, attenzione alla rodata Visa As che nella sua sporadica attività scandinava si è fatta notare per grinta e forma al top con Federico Esposito partner dalle eccellenti doti tattiche, senza dimenticare che Vanesia Ek scende a Bologna proprio da Noceto e che è la scelta di Renè Legati il quale lascia le redini di Sonia al talento di Roberto Vecchione. Tra le  cinque pedine di Gocciadoro, Virginia Grif è forse quella dalle minori chance, ma la guida di Antonio Di Nardo lascia aperta la porta a scenari tattici straordinari, mentre tra il trio di  inviati di  casa Baroncini, Victor Ferm sembra il più adatto allo schema e vanta collaudato feeling con Andrea Farolfi; senza dimenticare che Andrea Guzzinati ha organizzato una lunga trasferta per Zilath e Showmar, tenendo il primo per sé e lasciando a Max Castaldo la responsabilità del generoso Showmar, per chiudere con il ritrovato, almeno sino a febbraio, Deimos Racing, brillante protagonista del milanese GP Locatelli, ben situato al numero 4.

Alle 15:00  il primo hurrah pomeridiano con le femmine di cinque e sei anni impegnate sulla breve distanza, sfida che la tedesca Samima Ferro ha scelto per tornare alla vittoria sempre accompagnata dall’immarcescibile Gocciadoro, con Zaira Dvs e Zarita Gso nei panni delle alternative, mentre alla seconda la leva 2017 testa il doppio chilometro con Birba Caf e Bellei prime scelte sul facoltoso Bolt, fratello della campionessa Unicka, guidato da Roberto Vecchione, e sul positivo Benny Trio, come sempre abbinato a Marco Stefani. Dai tre anni si passa ai cadetti con l’asticella sempre ai vertici nel possibile match tra Amornero Roc e Atena Caf, Gocciadoro vs Bellei ma con Alcazardesanjuan e Vecchione alla finestra pronti a dire la propria assieme ad Asnaur Dei Rum e Antonio di Nardo. 

La pista si colora  di rosa alla quarta corsa, quando sette giumente di quattro anni incroceranno le armi sui due giri di pista con Asia e Gocciadoro severamente impegnati da All Of Host e Antonio di Nardo, in leggero sottordine Anna Maria Italia e Vecchione, panni della sorpresa per la nuova connection Atene Trebì /Enrico Bellei, mentre alla quinta i gentlemen scenderanno in pista senza frusta nel Trofeo Gentlemen For Life, con i migliori ad inseguire e su tutti Rugiada Sms e Michele Canali, in alternativa Valencia Min e Carlo Hudorovich, da non trascurare Veronese e Michela Rossi.  Prospetti classici alla sesta, un miglio che propone nove validi esponenti della generazione 2017 con Bepi Bi e Mauro Biasuzzi a testare la condizione in prospettiva Elwood Medium, mentre Book Wise As e Buggea Pax si contendono il ruolo di alternative, ben guidati dai campioni delle redini lunghe Di Nardo e Vecchione; per chiudere con una sfida ad alta velocità che vedrà impegnati solidi performer come la vincitrice del GP Continentale Filly, Viscarda Jet, il generoso Vernissage Grif con il nuovo trainer Gocciadoro, e Vanguardia, anch’essa ai vertici generazionali e oggi in versione Marcello Di Nicola.

Appuntamenti di corse successivi domenica 7 giugno, giovedì 11 e domenica 14.