25/08/2010

Il Lungo Viaggio Milano-Parigi, mancano pochi giorni alla partenza della IV edizione della 1000 Km

La Cerimonia di Inaugurazione avrà luogo il giorno di SABATO 28 AGOSTO, alle ore 11,00 in Piazza Duomo, in Milano.

Con la presente, i sottoscritti Enzo Calvi e William Lanaro, rispettivamente Presidente del G.I.A. (Gruppo Italiano Attacchi) e della A.V.E.L.A. (Amatori Veneto Emiliani Lombardi Attacchi), hanno il piacere di informare i Lettori del Portale del Cavallo della Cerimonia di Inaugurazione dell’Evento denominato “Lungo Viaggio Milano-Parigi” in Carrozza.

La Cerimonia di Inaugurazione avrà luogo il giorno di SABATO 28 AGOSTO, alle ore 11,00 in Piazza Duomo, in Milano.
Sarà preceduta da una Sfilata di Carrozze, che partirà alle ore 9,00 dalla Caserma S. Barbara di p.zzale Perrucchetti.

Dopo la Cerimonia di Inaugurazione di Sabato 28 Agosto, le Carrozze che effettueranno il Lungo Viaggio partiranno da Milano nel successivo giorno di Domenica 29 Agosto e raggiungeranno Parigi il successivo 19 Settembre, dopo aver attraversato il confine italo-francese sul Passo del Moncenisio.

Ulteriori informazioni sul “Lungo Viaggio” di Equipaggi in Carrozza sono reperibili sul Sito www.gruppoitalianoattacchi.it

Il Lungo Viaggio Milano-Parigi si presenta come un evento “speciale” non solo per l’impegnativo percorso che dovranno compiere in carrozza i tre equipaggi e che collega, attraverso direttrici secondarie (strade provinciali, comunali o sterrate) due città simbolo dell’Europa, ma anche per la fitta rete di collaboratori, sia italiani che francesi, che hanno affiancato i responsabili di AVELA e GIA nell’organizzazione del viaggio e nella scelta degli itinerari.  

Va sottolineata l’attenzione che alcune importanti istituzioni hanno da tempo dato alla manifestazione cogliendone non solo il significato sportivo, ma anche quello culturale a partire dal Comune di Milano, dalla Fise Nazionale, dai Comitati Regionali FISE della Lombardia, del Veneto e del Piemonte per arrivare all’Ambasciata Italiana in Francia che ha visto coinvolto anche l’Ambasciatore Giovanni Caracciolo di Vietri e i suoi Corrispondenti Consolari e non ultimo il Comando Militare Esercito della Lombardia, che consentirà la scuderizzazione dei cavalli nelle 2 notti di permanenza a Milano.  

Diverse Associazioni, legate al mondo equestre, hanno supportato l’iniziativa fornendo specifici aiuti lungo il percorso, molte di queste sono francesi, dato che gran parte dell’itinerario si snoda in Francia, in particolare l’AIAT e all’AFAC, all’EQUID TRAC, EQUID’AIN (Comité Départemental d’Equitation de l’Ain) all’Associazione HIPPOTESE, per arrivare alla FÉDÉRATION DU CHEVAL DE TRAIT DE BOURGOGNE.   Moltissimi i singoli, soci o appassionati, che si sono prodigati per svolgere i compiti più svariati, dalle telefonate, alle traduzioni, allo studio grafico, all’organizzazione di serate di accoglienza, all’accompagnamento della carovana durante tratti di percorso, al coordinamento di attività culturali(visite a musei, a castelli, a fiere)., alle cerimonie previste per la partenza da Milano e l’arrivo a Parigi.  

Vanno citati per l’impegno profuso Alain Ducharme presidente di Equid-Trac, Abel Bizouard presidente della Fédération du Cheval de Trait de Bourgogne, M.me Antoinette de Langlade dell’AFA e dell’AIAT , Denis Fady presidente ass. Hippotese, Jacques Pignon des Attelages de Fontainebleau, Rehinhold Trapp, Ivo Baldisseri, icorrispondenti consolari Graziano del Treppo del Dipartimento della Savoie, Arcangelo Mascia del Dipartimento Saone-et-Loire, Enrico Palmieri del Dipartimento dell’Ain, le guide Cleto Canova, Pietro Bellini,Giorgio Sica, il Generale Vittorio Varrà, Renato Bruzzone, Ezio Manina, Don Domenico Giacosa ed inoltre Ferruccio Bellini e Fabrizio Malavasi alla guida dei mezzi al seguito.

E ancora, i partecipanti alle sfilate e ai tratti di accompagnamento e per le traduzioni Miriam Magnoni, Susanna Mayer e Laura Martino, Sara Capelli per la grafica e molti altri ancora. Le carrozze che partiranno per questa impresa saranno cariche anche dell’entusiasmo, degli sforzi e delle aspettative di tutti coloro che hanno collaborato all’impresa.