12/07/2021

GRAN FINALE PER LA MILANO JUMPING CUP, MALAGÒ: “BELLO INTITOLARE IL GRAND PRIX ALLA MEDAGLIA OLIMPICA GRAZIANO MANCINELLI”

“È  bello che gli organizzatori della Milano Jumping Cup abbiano pensato di dedicare il Gran Premio a Graziano Mancinelli, straordinario interprete dell’equitazione mondiale e campione olimpico a Monaco ’72, perché è vero che lo sport è il presente e futuro, ma è altrettanto vero che le grandi imprese del passato rappresentano l’ispirazione per ogni atleta e sportivo, agonista o semplice amatore”. Così il presidente del CONI Giovanni Malagò, nel saluto inviato a conclusione della tre giorni di equitazione tenuta all’Ippodromo Snai San Siro. 

Soddisfatto l’ad di Snaitech Fabio Schiavolin, organizzatore del’evento: “Il Grand Prix Snaitech intitolato a Graziano Mancinelli, dal punto di vista dell’emozione e della sfida sportiva tra gli ostacoli, ha rappresentato la chiusura perfetta per la Milano Jumping Cup. Proprio questa emozione ci dà la spinta per lavorare, già da domani, sulla prossima edizione della MJC, intraprendendo quel percorso di crescita che abbiamo in mente fin dal giorno in cui abbiamo messo mano a questo progetto”.

Nel pomeriggio all’Ippodromo San Siro si è affacciato anche il presidente della Lombardia Attilio Fontana, la cui visita, visti i trascorsi personali nell’equitazione, ha assunto i toni della rimpatriata. Fra saluti e vecchi amici, anche l’incontro con il ct della Nazionale Duccio Bartalucci, servito anche a rievocare un lontanissimo campionato italiano, anno 1969, nell’arena romana di Tor di Quinto. Nell’occasione, Fontana fu secondo, davanti all’attuale tecnico azzurro.

Nella foto Attilio Fontana Presidente Regione Lombardia e Fabio Schiavolin ad Snaitech


“Immaginavo che il lavoro del Comitato Organizzatore sarebbe stato eccellente ma quel che ho visto arrivando all’Ippodromo Snai San Siro ha addirittura superato le aspettative”. Così Vittorio Orlandi, cavaliere di punta della nazionale italiana negli anni d’oro dell’equitazione azzurra e appassionato Presidente del Comitato Regionale Lombardia. “Il debutto della Milano San Siro Jumping Cup, con un programma internazionale che ha già un ben preciso percorso di crescita che in un triennio porterà il concorsa alla massima qualifica di gare prevista dalla Federazione Equestre, è una  notizia bellissima per l’equitazione lombarda”... Leggi tutto

CARLA CIMOLAI FIRMA IL GRAND PRIX GRAND PRIX SNAITECH DELLA MILANO JUMPING CUP

È di Carla Cimolai il primo nome dell’albo d’oro del Grand Prix Snaitech della Milano Jumping Cup. La 30enne amazzone friulana ha infatti oggi vinto la gara più prestigiosa del concorso ippico internazionale disputato all’Ippodromo Snai San Siro intitolata a Graziano Mancinelli“Sono felicissima – ha dichiarato – non mi aspettavo una vittoria così importante, anche se qui a Milano Berlino Z, cavallo che è con me da quando aveva sette anni, si è presentato in ottima forma.”

Carla Cimolai e Berlino Z – foto Bonaga Communication 

Impreditrice nella vita, Carla Cimolai condivide la sua passione con tutta la famiglia e la sorella in particolare. È recentemente rientrata in Italia dopo aver passato un anno nelle scuderie del campione irlandese Denis Lynch.

A premiare la vincitrice del Grand Prix Snaitech Coppa Graziano Mancinelli, è stato un emozionato Marco Mancinelli, figlio del grande campione: “Il prossimo anno ricorrerà il trentennale della morte di mio padre, ed è davvero un’emozione fortissima per me vederlo ricordato in occasione di un evento così prestigioso. Sono orgoglioso del modo in cui la città di Milano, la sua città, ha deciso di ricordarne la figura e la carriera”.

La gara
Sono stati 37 i binomi al via in questa impegnativa prova a due manche con ostacoli a 1 metro e 50 centimetri. Di questi dieci sono scesi di nuovo in campo, ammessi al secondo decisivo percorso. Tra questi l’argentino Matias Larocca su BM Gran Fantasia con l’unico percorso netto, seguito con una penalità per un fuori tempo da Carla Cimolai, Andrea Venturini su Abou Sim Bel e Omar Bonomelli su Chippendel de La Tour. Soltanto Carla Cimolai è stata capace di chiudere la seconda manche senza errori aggiudicandosi così la vittoria (1/0; 54.68).
Percorso netto nel secondo ‘giro’ anche per Filippo Moyersoen con Sundance (4/0; 47.52), Marco Pellegrino con Venture (4/0; 48.13) e Paolo Paini ITA con Konstop (4/0; 50.20) che si sono quindi classificati dal secondo al quarto posto. Quinta piazza, infine, per Andrea Venturini con Abou Sim Bel (1/4; 52.84).

CSI3* – Premio n.15 Grand Prix Snaitech Coppa Graziano Mancinelli (cat. a due manche – h. 150)
1 – Carla Cimolai ITA / Berlino Z (1/0; 54.68)
2 – Filippo Moyersoen ITA / Sundance (4/0; 47.52)
3 – Marco Pellegrino ITA / Venture (4/0; 48.13)
4 – Paolo Paini ITA / Konstop (4/0; 50.20)
5 – Andrea Venturini ITA / Abou Sim Bel (1/4; 52.84)

I vincitori delle altre categorie
Prima del Grand Prix Snaitech Coppa Graziano Mancinelli, l’ultima giornata di gare all’Ippodromo Snai San Siro ha visto sugli scudi le amazzoni straniere. Nel premio n.12 Fastweb- Dynamo Camp (categoria a tempola seconda giornata di gare all’Ippodromo Snai San Siro, la Milano Jumping Cup 2021 è entrata nel vivo con due prove di spessore disputate nel pomeriggio… Leggi tutto


MILANO JUMPING CUP, BUONA LA PRIMA Soddisfazione è la parola ‘main topic’ della prima edizione della Milano Jumping Cup. Soddisfazione non solo da parte del Comitato Organizzatore, ma soprattutto dalle amazzoni e dai cavalieri protagonisti nelle tre giornate di gara di questo concorso ippico internazionale che ha tenuto a battesimo la disciplina del salto ostacoli all’Ippodromo Snai San Siro.

“Vedere negli occhi di tutti una grande emozione nella scoperta di questo nuovo concorso è stato bellissimo”. Queste le parole di Sara Riffeser Show Director del concorso. “C’è sempre stata un’atmosfera piacevolissima e definirei il concorso come estremamente rilassato. Il back office è quello di un grande evento con tutte le sue mille sfaccettature da seguire. È stato per tutti anche un concorso divertente e i cavalieri hanno risposto con entusiasmo al gemellaggio con i colleghi delle corse nella giornata del sabato quando in chiusura di gare è iniziata una riunione di galoppo che ha coinvolto in grande numero i protagonisti della Milano Jumping Cup”.

“La Milano San Siro Jumping Cup si inserisce nel calendario internazionale come un evento di valenza particolare – sottolinea il segretario generale della FISE Simone Perillo – anche per il grande spettacolo di integrazione tra gli sport equestri e l’ippica.  La realizzazione di questo Concorso potrebbe rappresentare una sorta di gemellaggio con quello di Roma che da quasi cent’anni si disputa nella meravigliosa Piazza di Siena. La grande tradizione equestre lombarda potrà trovare nella Milano Jumping Cup una splendida bandiera da sventolare con orgoglio”.

Prima di archiviare con soddisfazione la prima edizione della Milano Jumping Cup, l’organizzazione ha tenuto a ringraziare per il sostegno i partner dell’evento, FastwebVargroupEYInfrontKep Italia Safe Riding.
Un pensiero speciale è andato ai media partner Sky SportRadio ItaliaQuotidiano NazionaleCavallo Magazine, per l’attenzione e la cura che hanno dedicato all’iniziativa.

L’appuntamento è già fissato per il 2022!… Leggi tutto

www.milanojumpingcup.com