07/04/2010

Giovanni Origgi “a tu per tu” con Giorgio Bassoli



Imprenditore e responsabile marketing della Fratelli Bassoli, azienda italiana leader nella produzione di raspe per mascalcia.




Caro Giorgio, hai 39 anni, sei sposato con Veronica e sei padre di due bimbi, Rebecca di 4 anni e Zaccaria di 4 mesi. Da quanti anni lavori nell’azienda di famiglia e qual è il tuo ruolo?


Lavoro in azienda da circa 25 anni, mi occupo della produzione, seguo il commerciale e tutto ciò che riguarda il marketing.



La vostra è un’azienda familiare, com’è strutturata? 

La nostra è una piccola azienda dalle antiche origini artigianali. Mio cugino Mauro, si occupa di produzione, ricerca e sviluppo – ed è a lui che vanno i meriti qualitativi della nostra raspa per mascalcia –, le mie due sorelle Barbara e Clara si occupano di amministrazione e gestione del magazzino. Oltre al nostro comparto familiare ci sono anche cinque abili e fedeli collaboratori ai quali è affidata la quasi totalità della produzione.

Azienda artigianale dalle antiche origini, quindi da più generazioni vi occupate di lime, raspe e prodotti per la mascalcia. Ci vuoi raccontare un po’ di storia, darci un po’ di date, rivelarci chi sono stati i fondatori dell’attuale Fratelli Bassoli?

In effetti la nostra storia è lunga quasi un secolo. È il 1929 quando i fratelli Napoleone e Aldo Bassoli iniziano a occuparsi di lime, raccogliendo presso le varie officine della zona le lime usate che, con procedimento chimico venivano pulite dalle scorie e rese nuovamente atte all’uso. Successivamente, in una piccola officina di San Pietro all’Olmo, nei pressi di Magenta, le lime usate venivano rifatte mediante un processo meccanico, ottenendo un miglior risultato rispetto al trattamento chimico. Il lavoro continua così fino al 1950, anno in cui si presenta l’occasione di subentrare al vecchio proprietario dell’officina che ritagliava per noi le lime. Qui entrò a far parte della squadra anche l’altro fratello, Dante( mio nonno). Insieme, coadiuvati anche dai familiari, continuano in proprio l’attività nella vecchia sede, fino al 1954, anno in cui l’officina fu spostata ad Olgiate Molgora (LC), luogo di residenza di tutti i Fratelli Bassoli.
La lavorazione delle lime usate venne continuamente perfezionata, tanto che al lavoro di rifacimento presto si affianca la produzione di nuove lime con ottimi risultati, di pari qualità a quelle già da tempo affermate sul mercato.

Nel 1960, improvvisamente, viene a mancare Napoleone mentre Aldo si ritira dall’attività e rimasero Dante – il terzo dei fratelli – insieme ai figli Sergio, Antonio e Roberto.
Presto i clienti aumentano e di conseguenza, anche il lavoro. Gli spazi non bastano più per contenere il materiale e i nuovi macchinari e, nel 1973, si rende necessario il trasferimento in una nuova sede, più ampia e funzionale, sempre a Olgiate Molgora.? In quello stesso anno Dante cede la direzione dell’azienda ai figliSergio e Antonio.
Nel 1981 venne ultimata una nuova ala del complesso aziendale con la realizzazione di uffici, di un’area dedicata alla manutenzione delle macchine e soprattutto, di un reparto dedicato alla produzione di raspe. Due anni dopo, nel 1983, l’azienda dei Fratelli Bassoli rilevò la “Società Cooperativa Lavoranti in Lime”, con sede a Grugliasco nei pressi di Torino, ampliando in tal modo la propria area produttiva. In questi ultimi anni, l’azienda – sempre alla ricerca di nuove tecnologie –, ha provveduto a installare nuovi impianti totalmente automatizzati che hanno portato la produzione ad altissimi livelli qualitativi, imponendosi all’attenzione del mercato sia nazionale che estero.








Quali sono nello specifico i vostri mercati?

Prevalentemente Italia per il 70%, segue l’Europa al 25%, ma stiamo entrando negli Stati Uniti e in Sud Africa con una quota del 5% del nostro fatturato. Questo per quanto riguarda il settore mascalcia, mentre per il resto della nostra produzione, il mercato è quasi esclusivamente italiano.

A proposito di altri prodotti, oltre alla mascalcia, cos’altro producete o commercializzate?

Produciamo lime per meccanica e raspe per il legno in tutte le forme e dimensioni, inoltre commercializziamo utensili da taglio sia per la meccanica che per l’edilizia.

Quali sono le ultime novità tra i prodotti dedicati alla mascalcia?

Dato che il settore della mascalcia è a noi particolarmente caro e non è considerato come una nicchia ma come una realtà importante per la nostra azienda, Mauro, in questi ultimi tempi, ha particolarmente approfondito le ricerche sullo sviluppo della raspa per mascalcia ottenendo ottimi risultati per qualità e durata, collocando il nostro prodotto al livello di Heller e Save Edge.
Ecco il motivo per il quale da qualche tempo stiamo puntando sulla comunicazione e sulla presenza alle fiere. Ad esempio sponsorizziamo la IRFA, International Reining Farries Association, un’associazione di maniscalchi che si occupa di Reining; con loro si fa un buon lavoro e, grazie a questo, abbiamo raggiunto quel risultato di cui oggi andiamo fieri: la nostra nuova raspa non ha nulla da invidiare ai prodotti più conosciuti e affermati sul mercato da decenni, che grazie alla sua qualità, avrà certamente un ruolo importante nello scenario della mascalcia moderna.

Come avviene la commercializzazione dei tuoi prodotti per la mascalcia? Se un lettore del Portale volesse una tua raspa, a chi dovrebbe rivolgersi?

In Italia tutti i rivenditori dei prodotti per maniscalchi hanno le nostre raspe, alcuni di loro hanno anche dei siti internet dove poter fare comodamente acquisti; anche sul Portale del Cavallo, nell’area e-commerce dedicata agli sponsor, ci sono i nostri prodotti.

Bene, la raspa è un vostro punto di forza ed è l’unica prodotta in Italia, ma quali altri prodotti offrite al mercato della mascalcia?

Certamente non proponiamo solo i nostri prodotti, ne abbiamo molti altri, ma sempre nello stile Bassoli. Solo di qualità! Presentiamo ottimi prodotti come pinze e tenaglie della ditta Cottam, o i coltellini della Double “S” e tanti altri accessori. Oltre al settore Mascalcia abbiamo in catalogo più di 5000 articoli tra raspe, lime e utensili da taglio, reperibili presso i ferramenta e nelle utensilerie.

Non-solo-lavoro… sei marito e padre di due bimbi, sei solo casa-e-lavoro o anche tu hai i tuoi spazi personali?

Guai se non li avessi, anche se purtroppo sono pochi. Amo lo sport, sono istruttore di spinning da 10 anni e mi alleno in una palestra vicino a casa, ma in realtà la mia vera passione è la bici da corsa. Con lo spinning ho coniugato le due cose che – oltre alla famiglia – amo di più: la musica e la bicicletta. Il momento più atteso è la domenica quando, con i miei amici delle due ruote, è battaglia sulle strade della mia Brianza.

Sarai a RomaCavalli?

Sì, sarò in fiera a presentare i nostri prodotti, inoltre sono sostenitore del convegno e della gara di mascalcia che, sono certo, sarà un appuntamento molto interessante.

Bene, allora ci vedremo in fiera a Roma e chissà che prima o poi non ci si incontri anche in bici. Grazie e buon lavoro!



Giovanni Origgi
Fonte: redazione Il Portale del Cavallo