10/03/2020

Dizionario Equestre Illustrato. Da Acquaro alla Zebra… “N”

È una raccolta della maggior parte dei termini tecnici tipici del “mondo del cavallo” con tutte le sue poliedriche sfaccettature.
Ha come finalità primaria quella di evitare che il linguaggio tecnico cada nel dimenticatoio e venga sostituito da termini generici meno appropriati.


Inoltre, permetterà agli appassionati grazie alle foto ed immagini a colori di poter comprendere a fondo il significato delle parole del gergo equestre. In tal modo si permetterà ai lettori di conoscere cosa si intende per “ardiglione”, di conoscere il significato di un cavallo “coronato” e di un cavallo “zaìno”, di conoscere cosa si intende per “posta” nel mondo equestre, di capire cos’è la conduzione di un cavallo “sotto mano”, si potrà, anche, comprendere la differenza del termine “pattern” nell’ippica o nel reining e tanto altro ancora… ecc…


Dovremmo cercare di utilizzare sempre la parola “giusta” nel contesto giusto per permettere che sopravvivi la completezza della lingua italiana e dell’esatto significato.


Un’altra opportunità è data dalla presenza di una traduzione dei termini equestri in più lingue, come l’inglese, francese, tedesco, spagnolo e per alcuni vocaboli anche il cinese.

In questo articolo pubblichiamo i termini che iniziano con la lettera “N”, seguiranno settimanalmente le altre lettere.




Il libro è acquistabile su AMAZON sia nella versione a colori che in bianco e nero.

Titolo: Dizionario Equestre illustrato

Da Acquaro alla Zebra

Autore: Piero Acquaro

Copertina flessibile: 307 pagine

Lingua: Italiano

Editore: Independently published

Per acquistare il libro direttamente su AMAZON clicca qui

(il libro è vivamente consigliato a tutti i lettori del Portale del Cavallo)




“N”  


NARICI:(anat.)

Costituiscono una sottoregione delnaso. Le narici sono dotate di peli tattili (vibrisse). Devono essere grandi, mobili, facilmente dilata­bili nel corso di lavori faticosi e ben pulite, in quanto rappre­sentano l’unico canale per il passaggio dell’aria. I cavalli, infat­ti, non respirano con la bocca.


NASO:(anat.)

Costituisce una delle regioni dellatesta. Il na­so inizia dallafronte ed arriva al labbro superiore; confina la­teralmente con le regioni sottoorbitali e con le guance. La re­gione del naso si divide in: dorso delnaso, punta del naso o moccolo enarici. E’ bene che il dorso del naso sia asciutto, corto, piano e largo.


NATICA:(anat.)

Costituisce una sottoregione dellacoscia.


NAVICOLITE:(vet.)

La sindrome navicolare, detta anche “navicolite” è l’insieme di manifestazioni dolorose associate all’infiammazione o alla degenerazione dell’ Osso Navicolare dei tessuti circostanti. L’osso navicolare (chiamato così perché ha la forma di una navicella) è collocato dietro all’osso triangolare e sotto la seconda falange. Il tendine flessore digitale profondo scende lungo la parte posteriore della seconda falange e sotto il navicolare prima di inserirsi alla parte posteriore del triangolare. Il tendine flessore digitale profondo flette l’articolazione del triangolare, e il navicolare agisce come fulcro su cui scorre il tendine.

La compressione ripetuta in quest’area può causare la degenerazione della cartilagine, che si assottiglia e diventa gradualmente meno elastica e meno capace di assorbire gli shock. La cartilagine può anche cominciare ad erodersi. L’eccessiva tensione applicata ai legamenti che sostengono il navicolare può causare stress e infiammazione. L’infiammazione causata dallo stress sul legamento può diminuire la circolazione sanguigna diretta e di conseguenza l’osso non può più “nutrirsi” di minerali andando incontro a una decalcificazione.

E’ una malattia che colpisce l’osso navicolare, così chiamato per la sua conformazione che ricorda quella di una navetta e che si trova all’interno dellozoccolo. La navicolite può essere provocata da un trauma diretto se, ad esempio, il cavallo ha calpestato un sasso o un chiodo. Si tratta di una delle cause più frequenti dizoppiadelpiede anteriore del cavallo. Rara­mente interessa i piedi posteriori. Si pensa che sia una malattia ereditaria.


NETTAPIEDI:(gov.)

E’ un attrezzo a forma di uncino che serve per pulire ifettoni al cavallo.Il fettone, infatti, è una parte del piede molto delicata e, se non viene pulita quotidianamente, può andare soggetta amarci­mento. Il nettapiedi o cura piedi si differenzia dal curasnetta, in quanto quest’ultimo è provvisco anche del bruschino normalmente utilizzato anche per togliere residui di fango dalla muraglia.


NETTO:(equit.)

Si dice che un cavaliere ha effettuato unpercorso netto quando non è incorso in nessunerrore e, quindi, non ha tota­lizzato nessunapenalità (penalità 0).


NEVATO:(anat.)

Così si definisce unmantello in cui i peli bianchi sono sparsi come i fiocchi di neve. E’ sinonimo dinevicato.


NUCA: 
(anat.)

Costituisce una delle regioni dellatesta. E’ la parte che si trova dietro alsincipite e su cui si appoggia ilsopracapo. La sua base anatomica è rappresentata dalla prima ver­tebra cervicale e dall’articolazione con l’osso occipitale. E’ be­ne che sia ampia. La nuca può essere affetta dalmal della nu­ca. In un cavallo con una riunione corretta, la nuca sarà il punto più alto dell’incollatura.