11/06/2020

Campionati Europei giovanili e Pony riprogrammati in Ungheria

Per il 2020 la FEI ha eliminato le qualifiche per la partecipazione 

Buone notizie per il dressage giovanile. La Federazione Equestre Internazionale ha, infatti, comunicato oggi, giovedì 11 giugno, alle Federazioni nazionali del nostro continente, che i Campionati Europei giovanili e pony della disciplina sono stati riprogrammati a Pilisjàszfalu, nei pressi di Budapest, (Ungheria) tra il 9 e il 30 agosto

Plauso, dunque, alla decisione della FEI che ha evitato di privare i più giovani dell’appuntamento agonistico più importante del calendario sportivo del 2020. L’annullamento, infatti, avrebbe penalizzato in particolare quei ragazzi che, in virtù del passaggio livello per via dell’età, avrebbero perso un’importante opportunità per la propria crescita sportiva.

Originariamente i Campionati Europei Junior e Young rider erano programmati ad Hartpury in Gran Bretagna, mentre quelli pony a Strzegom in Polonia. Dopo essere rimasti vittime della cancellazione per via dell’emergenza Covid-19, la Federazione ungherese e il comitato organizzatore di Pilisjàszfalu, sede degli Europei Children e Under 25, hanno proposto alla FEI la possibilità di riunire i Campionati e organizzarli tutti proprio in Ungheria, ma in un arco di tempo più ampio proprio. A tale decisione si è arrivati anche grazie al supporto della EEF, la Federazione Equestre Europea, della Task Force per il Calendario internazionale di dressage e della Commissione tecnica di dressage della FEI.

Nell’ambito di una video conferenza tra tutti gli interlocutori, poi, si è proceduto alla definizione e riorganizzazione della time-table dell’evento che vedrà così: i Campionati Europei Children e Junior dal 9 al 14 agosto; i Campionati Europei Young Riders e Under 25 dal 17 al 22 agosto e i Campionati Europei Pony dal 25 al 30 agosto

Tutti gli eventi si svolgeranno naturalmente sulla base delle linee guida stilate dalla Federazione Equestre Internazionale per il contenimento del contagio da Covid-19.  

E proprio a causa della pandemia, e soprattutto in considerazione della cancellazione di moltissimi eventi durante la stagione, la FEI ha deciso che non saranno necessarie le qualifiche (requisiti minimi) per la partecipazione a tutti i Campionati Europei giovanili della disciplina. La FEI ha ringraziato i comitati organizzatori di Hartpury e Strzegom per la collaborazione e quello di Pilisjàszfalu per il grande sforzo organizzativo.