16/03/2012

Quando si dice che: “Il lupo perde il pelo ma non il vizio” !!

Racconto di aneddoti veramente accaduti, portati a compimento da alcuni “lupi” del mondo equestre che si credono furbi come “volpi”.



Carissimi amici affezionati,

fatti recenti e continui “copia e incolla” che hanno colpito il sottoscritto ed il suo operato :

– sia come Responsabile della Formazione e stretto collaboratore a livello nazionale per il Settore Equitazione di ENDAS

– sia come fautore di Redazionali scritti a titolo completamente gratuito per siti importanti di settore,

mi hanno portato a dire basta a chi si fa bello con le idee degli altri e a farvi partecipi di alcune verità.

Con il solo scopo di far riflettere i miei lettori, mi appresto, quindi,  a scrivere questo mio nuovo redazionale non per raccontare una favola  o accusare qualcuno (le azioni sono di chi le fa e non di chi le subisce!!!)  ma volendovi  erudire su  alcuni “aneddoti”  – tanto cari a qualcuno –  che hanno visto ENDAS Equitazione  protagonista  in questi anni.

Lì dove tutti si vantano di avere sempre più settori  e discipline quasi a voler monopolizzare il magnifico mondo dell’equitazione, ENDAS Equitazione ha dal 2000 ad oggi continuato nella sua opera di settore operante all’interno di un Ente di Promozione Sportiva proponendo e/o incentivando nuove idee, ma senza invadere il campo di nessuno e nel pieno rispetto di quelle regole dettate dal CONI , avendo sempre ben visibile  l’obbiettivo di portare avanti: lo Sport inteso come ludico e addestrativo  per la migliaia di praticanti amatoriali e non.

DCF 1.0

a questo punto, senza volervi tediare e senza voler andare lontano negli anni , ecco due semplici aneddoti legati al mondo dell’Equitazione di ENDAS:

 – nel 2006 chiaccherando al telefono con un’amica prendeva forma l’idea, che veniva dallo stesso sviluppata e realizzata nel 2008, nasceva così il Trofeo “Giovani Promesse Crescono”  all’insegna di uno spirito goliardico e di valori educativi che volevano essere le basi forti di una crescita fatta di sana competizione e di ideali sportivi dimenticati ma che avevano sempre fatto parte della cultura di ognuno.

Il Trofeo era figlio di un’idea innovativa. Infatti non si sviluppava come competizione agonistica, compito che spetta da sempre alle Federazioni, ma essendo stata creata  per ENDAS – ENTE di Promozione Sportiva – puntava ad occuparsi di quello che avviene prima che le Federazioni accolgano gli atleti di domani.



Obbiettivo del progetto era quello di avvicinare allo sport ludico/addestrativo coloro che avevo chiamato, non a caso, “giovani promesse” , tralasciando la competizione agonistica e cercando invece di curare quei valori ed ideali prettamente educativi che desideravano portare ad una graduale crescita sportiva. Da qui lo slogan coniato allora dal sottoscritto  “giovani promesse di oggi per poter contare su validi campioni di domani”  (a prova di quanto detto vi sono articoli pubblicati ed interviste fatte e riportate su siti di settore).

E’ inutile dire che il Circuito ebbe due anni di successi sotto l’effige di ENDAS, prima di venire indebitamente utilizzato (slogan compreso) da una ASD emergente e legata ad un altro ENTE che oggi ne ha fatto un Circuito, a detta loro, vincente, ma che probabilmente ha perso la matrice e l’insegnamento che il genitore ENDAS aveva voluto dare al suo primogenito, essendo diventato oggi, un circuito sempre più simile ed in opposizione alle gare Federali. 

– nel 2011 dalla mente dell’allora Referente per il Settore Equitazione Americana di ENDAS e su sviluppo dello scrivente quale Responsabile della Formazione del Settore Equitazione nacque la 2×20, disciplina tecnica e veloce a cui ENDAS fu felice di dare risalto e pregio credendoci fin da subito. Il circuito fu un successo che lo stesso Referente meritava e a cui lo stesso ENTE diede carta bianca in quell’ottica di fiducia, sviluppo e trasparenza che ha sempre contraddistinto ENDAS Equitazione.

E’ anche qui superfluo dirvi come è andata a finire. Si miei cari amici lettori poiché il “lupo perde il pelo ma non il vizio” ecco nel 2012 la 2×20 diventare la “novità” della Stessa ASD emergente e legata ad un altro ENTE che precedentemente aveva pescato in ENDAS il Circuito “Giovani Promesse Crescono”.


Così mi accingo a concludere questo mio redazionale sapendo di poter provare quanto fin qui esposto con documentazioni esistenti e con il lavoro di coordinamento che mi ha visto attore principale in questi anni …

Nell’attesa che ci vengano a clonare le prossime idee, anche quest’anno ENDAS Equitazione  sarà protagonista con lo sviluppo di nuovi Circuiti e nuove discipline, cercando di non essere, nel mondo equestre,  cibo per quel “lupo” (il riferimento è al titolo) colpito da una crisi d’identità che lo porta a credere di essere una “volpe !?!”.

Ricordate che non tutto quello che brilla è oro … meditate amici , meditate !!!