11/11/2020

Plasmobior: coadiuvante nella cura e prevenzione della piroplasmosi e sindrome da minor rendimento atletico

Aiuta il cavallo a ripristinare le normali condizioni metaboliche




Da utilizzare dopo la classica terapia della Piroplasmosi per aiutare il cavallo a ripristinare le normali condizioni metaboliche.

Si può somministrare anche durante la prima fase di preparazione alle competizioni importanti. 

Piroplasmosi (o Babesiosi) cos’è? è una malattia infettiva causata da un protozoo capace di parassitare gli eritrociti di uccelli e mammiferi, tra cui l’uomo.

Si tratta quindi di un organismo unicellulare, ossia né batterio né virus.

La malattia è trasmessa da un animale infetto per mezzo del morso di una zecca che funge da vettore.

Ha un’incubazione di circa 3 settimane dal contagio con un decorso rapido, simile a una malaria fulminante, con comparsa di febbre elevata, malessere, spossatezza, anemia, mialgia, calo ponderale di peso e inappetenza.

In cavalli suscettibili, è in grado di determinare la comparsa di anemia emolitica acuta cui segue uno stato di anemia cronica che può portare a una diminuzione delle prestazioni.

Inoltre, con l’avanzamento della patologia, le mucose assumono una colorazione gialla con evidenti segni di disidratazione. 

Si raccomanda un controllo del cavallo nelle zone di massima infestazione da zecche quali criniera, genitali e orecchie. Ricordiamoci che la zecca è pericolosa anche per l’uomo e gli animali da compagnia.



Acquista subito Plasmobior di Bioequipe sul nostro sito www.nonsolocavallo.it


Articolo pubblicato sulla rivista INFORMA
distribuita gratuitamente a tutti i nostri clienti che hanno effettuato acquisti su NonsoloCavallo.it

Numero 2 Marzo / Aprile 2018