1° WEBINARTutte le tue domande al Veterinario + 2 ore di formazione e utili consigli per la gestione quotidiana del cavallo.
30 Marzo, ore 18 ISCRIVITI SUBITO
1° WEBINAR:Tutte le tue domande al Veterinario + 2 ore di formazione e utili consigli per la gestione quotidiana del cavallo. 30 Marzo, ore 18
20 Luglio 2024

Perchè il mio cavallo morsica?

L’atto di mordere, il ticchio d’appoggio noto anche con il termine inglese “cribbing o crib biting”, è uno dei comportamenti stereotipati più comuni osservati nei cavalli che appoggiano gli incisivi superiori su una superficie orizzontale solida, premendo verso il basso e inarcando contraendo i muscoli.

Durante questo gesto, il cavallo emette anche un grugnito, dovuto al rumore dell’aria che dall’esofago risale per essere espulsa dalla bocca. Ogni “cribber” ha il suo modo particolareggiato di eseguire l’azione stereotipata. Alcuni cavalli leccano e masticano l’oggetto prima di appoggiarvi i denti. Un cavallo che morsica presenta alcuni segnali fisici evidenti come l’usura significativa degli incisivi e un rigonfiamento, o un particolare sviluppo, dei muscoli laterali del collo.

Ma non solo, anche problemi gastrointestinali (come le coliche intermittenti), perdita di peso e appetito ridotto. Alcune ricerche hanno fornito prove che la causa dei comportamenti stereotipati dei cavalli, tra cui il cribbing, risiede molto spesso nelle pratiche di gestione dei proprietari. Molto probabilmente i comportamenti stereotipati derivano da una combinazione di fattori genetici e ambientali. Il cribbing si svilupperebbe come un meccanismo di coping per il cavallo per gestire lo stress o la frustrazione. Ad esempio, una ricerca ha esaminato dei cavalli (sia cribbers che non cribbers) a cui è stato insegnato a premere una leva per ricevere una ricompensa alimentare. I cribbers hanno continuato a premere la leva anche quando non c’era una ricompensa alimentare.

Altre ricerche eseguite negli Stati Uniti legano i problemi gastrointestinali per il parto e il sistema di ricompensa del cervello alla tendenza a diventare cavalli cribbens. Ci sono diversi fattori che aumentano il rischio di un cavallo di diventare un “cribber”. Questi includono: – molto tempo passato nel box in uno stato di “reclusione prolungata” con ridotto spazio per il pascolo e scarsa libertà di movimento – ridotte opportunità di socializzare – dieta ad alto concentrato e a basso contenuto di fibre, soprattutto fin dalla giovane età.

Alcune persone non vogliono che il loro cavallo sia mandato al pascolo o scuderizzato vicino a un “cribber” per paura che il loro cavallo apprenda il comportamento. Ci sono poche prove scientifiche a sostegno di questa convinzione. Gli studi dimostrano che i cavalli non eccellono nell’apprendimento osservativo, al contrario devono essere esposti a fattori di rischio di gestione per diventare cribbers. Una strategia impiegata per limitare il comportamento è l’uso del collare anti-tic che impediscono al cavallo di espandere i muscoli della gola. Questo dispositivo è esclusivamente un deterrente fisico, il cavallo tornerà a “mordere” quando il collare verrà rimosso se non vengono effettuati questi accorgimenti:

In natura, il cavallo morde per diversi motivi. Nel branco, i cavalli mordono per gioco, per difendersi, per proteggere il cibo, tutelare o disciplinare i puledri. Il cavallo ha un tipo di comunicazione in cui il mordere o sbattere le labbra assumano significato.

Un cavallo può mordere per diversi motivi, ma in tutti i casi alla base di questo atteggiamento c’è una mancanza di educazione e di gestione dell’animale.

Per correggere il comportamento c’è la necessità di capire da dove ha origine: se da paure, da maleducazione o dall’abitudine “umanizzata” di portare il cibo alla bocca del cavallo con le mani. Una visita veterinaria può contribuire ad analizzare la natura dell’atteggiamento aggressivo. In molti casi c’è la necessità di una rieducazione del cavallo.

Quando i cavalli devono passare molto tempo nel box, è importante promuovere un foraggiamento lento e un comportamento orale più naturale, ad esempio utilizzando mangiatoie lente, bocconcini tipo lick-it o una palla.

Palla gioco da box per cavalli scuderizzati

L’uscita all’aperto nel paddock, la socializzazione con altri cavalli, il pascolo e la presenza di foraggio riducono la quantità di tempo che il cavallo trascorre impegnandosi nel cribbing, anche se potrebbe non eliminarlo completamente.

L’argomento è molto ampio e concede disamine e discussioni in ambito veterinario ed etologico. Magari dedicheremo qualche ulteriore approfondimento nei prossimi numeri di INFORMA, chiedendo qualche consiglio ai nostri esperti. A riguardo, mi sembra davvero molto utile e interessante pubblicare un post presente nella rubrica l’esperto risponde sul Portale del Cavallo, (pensate, datato 2002) scritto da una lettrice a Susanna Li Mandri – ideatrice e coordinatrice di “The World of The Horse” – nostra cara amica ed esperta di psicologia equina e addestramento non violento, sempre riguardo ai morsi.


30/06/2002 12:35:15 Discussione

Buongiorno, chiedo se possibile un suggerimento per far smettere al mio cavallo di mordicchiare. è un selle francais/sella italiano di 6 anni, che non conosce molto le buone maniere, non per colpa sua, ma perché è stato domato e dopodiché montato molto poco. Premetto che è rimasto con la madre fino all’età di 5 anni. Io ho iniziato a lavorare con lui da circa un anno. Ha il vizio di mordicchiare quando meno me lo aspetto, a volte riconosco che lo fa per amicizia e per conoscere ciò che gli sta intorno, ma altre volte arriva proprio a… farmi conoscere i suoi dentini… Cosa posso fare per fargli cambiare atteggiamento? Ringrazio anticipatamente. Eva

RISPOSTA ESPERTO

Cara Eva, la prego di perdonarmi per il ritardo con cui le rispondo ma il mio primo msg di risposta si è perso in rete e non è mai arrivato a destinazione. E adesso parliamo di “morsi”. Per i cavalli mordere, mordicchiare o sbattere le labbra hanno significati molto profondi. Il puledrino prende il latte dalla sua mamma e riceve da lei non solo latte ma anche il rapporto con lei e la sicurezza della sua protezione. Spesso quando crescono, durante e dopo lo svezzamento, i puledri ricercano quella protezione dalla mamma sbattendo le labbra come se dicessero “ci sei ancora? Vuoi proteggermi ancora?” Questo atteggiamento viene assunto anche nei confronti di altri cavalli per ricerca di protezione o per dimostrare la propria vulnerabilità. “Non voglio lottare o farti del male, lo vedi sono piccolo e indifeso. Anzi proteggimi tu…” potrebbe essere tradotto così il significato attribuito da quel gesto nella lingua dei cavalli. Fino a qui niente di male. Ma se il cavallo è uno stallone questo gesto si acuisce sempre più fino a diventare morso nella lotta e nella comunicazione gerarchica (potere) e morsetti nell’accoppiamento (possesso).

Tutto questo per dire che il mordere è un gesto naturale, dal punto di vista del cavallo (ricordiamoci, anche, che l’amicizia tra i cavalli comprende il grooming reciproco a morsi e grattate). Allora quando il morso non va più bene? Con noi uomini. Noi non concediamo ai nostri cavalli questo comportamento che per noi è pericoloso e temibile. Allora insegniamo ai cavalli a non farlo ma spesso, senza volere, le nostre intenzioni (non conoscendo il punto di vista dell’animale cavallo) danno luogo a una comunicazione opposta: ovvero insegnamo loro a mantere e rinforzare il mordere – questo avviene, per esempio, dando cibo dalle mani, cosa che tutti fanno senza sapere quanto può essere contro producente nell’educazione del cavallo (dal nostro punto di vista). Dopo questa storia del “morso”, veniamo a noi. Lei da cibo dalle mani al suo cavallo? (Se si me lo dica che le spiegherò perché non va fatto, a nostro parere). Oppure può dirmi quando il suo cavallo morde? Potrebbe essere nervosismo che si manifesta e scarica in questo modo oppure proprio una “cattiva educazione” che gli abbiamo impartito noi, senza volere (lui morde e noi gli diamo quello che chiede = se mordo ho quello che voglio quindi mi fa comodo mordere).

Mi faccia sapere, se può, con più precisione i momenti in cui lui reagisce così. Comunque, quando lui morde lei può reagire in due (o tre) modi:
1) Punirlo (+gratificarlo)
2) distrarlo
3) Punirlo (+ gratificarlo) e distrarlo
Vengo e mi spiego. La punizione non deve assolutamente essere violenta, lungi da me consigliarle la violenza. La punizione deve essere tale per il cavallo. Guardarlo negli occhi, fisso, e aprire le braccia e le mani, dal punto di vista del cavallo è un gesto predatorio e di punizione e lo è di più se riesce anche a fare un passo verso di lui (guardandolo negli occhi e con le braccia aperte). Questa è la sintesi di “essere allontanato dal branco” che per il cavallo è la peggiore delle punizioni. Non appena lui sospende per un millesimo di secondo la sua azione “mordace” lei abbassa lo sguardo, chiude le braccia e gli fa una belle carezza tra gli occhi.

Il cavallo rimorde e lei ricomincia di nuovo. Dopo tre o quattro volte lui dovrebbe diminuire di farlo o farlo con minore intensità… sta imparando a capire che la storia è cambiata. Non lo picchi, per favore, sarebbe contro producente. L’importante è essere coerente, sempre: ogni volta che lui morde, lei fa la stessa cosa. Poi c’è la distrazione: quando morde diriga la sua attenzione su qualcos’altro e appena lui smette rinforzi il suo comportamento (mancanza di morso) con una carezza tra gli occhi (senza guardarlo negli occhi, durante la carezza). Come vede l’argomento è complesso. Spero di esserle stata utile. Ci sarebbe molto altro da dire e sarebbe d’aiuto chiaramente vederlo all’opera…ma internet non riesce ancora a darci tanto. Mi faccia sapere, se non le dispiace, come va e soprattutto se sono stata chiara nella spiegazione. Rimango a sua disposizione. Buon Lavoro. Susanna



INFORMA n.1 – gennaio/febbraio 2022

INFORMA - Ricevi GRATIS a ogni acquisto



Responsabile di redazione del Portale del Cavallo

Il Portale del Cavallo con NonsoloCavallo, PianetaCuccioli, il bimestrale Informa, la WebTV e i nuovi Corsi Online, sono il più grande network italiano rivolto a chi ama il cavallo e gli animali da compagnia. Vuoi promuovere la tua attività o vendere i tuoi prodotti sul nostro e-shop? Chiama il numero 0362 990913 o scrivi una email a: info@ilportaledelcavallo.it. Il network pubblicizza la tua azienda, il tuo sito e i tuoi prodotti a migliaia di persone ogni mese, questo consente di poter realizzare campagne di marketing verticalizzate e integrate tra il mondo digitale e il mercato reale.

Julius-K9 - Record

Condividi questo articolo:

Segui il Portale sui nostri social

Seguici anche su

Guidolin eQuibar
HKM
agromil-banner
Farnam

Sono iniziati i Super Saldi per tutti

Sconti da 25% a 70%. Scopri le Offerte. Da 25% a 70% Sconto su migliaia di...

T-shirt e Polo a Prezzi Speciali! Approfittane e Scopri i Tappeti Refrigeranti per cani

Sconti fino 35% - Magliette Equitazione HKM Che puoi ancora scontare con la...

Super Extra Sconti dal 12% al 20% anche sui Repellenti e i Top Seller

Scopri come usare l'Extra Sconto con Tessera Premium. Se non ce l'hai puoi...

2° Webinar live GRATUITO, Venerdì 12 Luglio alle ore 16:00 con il medico veterinario...

Partecipa anche tu, potrai fare al veterinario tutte le domande che...

PRE SALDI dal 12% al 20% Extra Sconto con Tessera Premium

Per i Clienti Premium i Saldi iniziano prima! La Tessera Premium parte dal 12%...

Nuovi Set per la Cura e la Bellezza del Cavallo e del Cuoio

Tam Tam Vet Leove -La nuova lozione con profumo sgradito agli...

Rivedi subito la 19° puntata della WebTV

Una maratona di circa due ore direttamente sul Portale del Cavallo. https://vimeo.com/936719942?share=copy Di...

Appassionato di Monta Western? Scopri le Novità!

Extra Sconti da 5% a 20% con Tessera Premium SELLERIA WESTERN ...

Allergie: importante è ridurre la polvere

I cavalli possono sviluppare sensibilità nei confronti di allergeni dispersi nell’aria. I...

Sfide estive: 5 consigli per una recinzione sicura ed efficace durante il periodo di...

Durante l'estate possono sorgere diverse sfide per quanto riguarda il pascolo...

In Outlet: Pezzi Unici a Prezzi Speciali…. AGGIUDICALI!

In Outlet, pezzi unici a prezzi speciali solo per i primi clienti...

I prodotti Ecoplus scelti per l’Ambiente e il Sociale

Con notevole soddisfazione, le nostre piastre ECOHORSE dopo attenta valutazione, sono...

Corsi online

Corsi dedicati alla salute e al benessere del cavallo, con docenti e professionisti accreditati


• Maggiori competenze
• Nuove conoscenze
• Nozioni pratiche e concrete

Vedi tutti i corsi »

Patologie più comuni infettive e parassitarie dei cavalli

Patologie dell'apparato muscolo-scheletrico

Patologie della testa, degli occhi, delle orecchie e del cavo orale

Traumatologia e incidenti: primo soccorso ai principali incidenti

Grooming 1: cura e igiene del cavallo: teoria e pratica

Grooming 2: tecniche di scuderia e benessere animale

L'habitat del cavallo sportivo: paddock, box e scuderie

Webinar periodici con i docenti dei corsi di formazione online