12/01/2018

L’emozione Cavallo: ecco il ventiquattresimo post della rubrica settimanale curata da Marco Biffani appositamente per noi


Lo scrittore a tempo pieno ci regala diversi brani tratti dal suo ultimo libro “Equus Caballus, Ippo per gli amici (principianti)”

I cavalli selvaggi non hanno bisogno di “ferri”, perché si scelgono i terreni su cui pascolare e correre, che più li aggradano e l’unghia dello zoccolo, man mano che si consuma viene rimpiazzata da materiale nuovo. In poco meno di un anno si ha il rinnovo totale dell’unghia. Spesso i cavalli, se le unghie crescono in modo diseguale, perdono gli appiombi e questo crea danni anche irreversibili agli arti. Tutte e quattro le gambe del cavallo, comunque utilizzato dall’uomo, hanno invece bisogno dei “ferri”, che debbono sposare lo spesso zoccolo dell’animale. Possono essere posizionati a caldo o a freddo. Esistono anche i sostenitori del cavallo scalzo che ritengono la ferratura non indispensabile. Se quando cavalchi senti un tintinnio sotto il cavallo, probabilmente è un ferro lento. Rimani al passo e, al ritorno, avverti il proprietario del maneggio. Dicono poi, che, se ne trovi uno, porti fortuna attaccarlo alla porta di casa (ma, mi raccomanda Livia, va appeso in modo trasversale – mai diritto!). Occhio quindi in passeggiata! Fra le tante leggende relative alla fortuna che porta il trovare un ferro di cavallo, una sola mi ha convinto. Nell’esercito romano le truppe marciavano a piedi per intere giornate e solo gli ufficiali andavano a cavallo. La perdita di un ferro da parte di un cavallo determinava, prima o poi – durante la marcia – una fermata, necessaria per sostituirlo e questo significava una benefica, inaspettata, quanto fortunata sosta per i soldati che, marciando, ne trovavano uno. E chi ha fatto il militare sa cosa significhi una sosta dopo ore ed ore di marcia ininterrotta!!

Marco Biffani è autore di “Equus Caballus, Ippo per gli amici (principianti)” della Bastogi Libri.

La bella caricatura del cavallo utilizzata per la rubrica “L’Emozione Cavallo” è un disegno di Fabrizio Zubani.

Per essere reindirizzato alla pagina personale di Marco Biffani sul Portale del Cavallo e leggere tutti i suoi post e articoli clicca QUI.