05/04/2019

L’emozione Cavallo: ecco il settantasettesimo post della rubrica settimanale curata da Marco Biffani appositamente per noi




Lo scrittore a tempo pieno ci regala diversi brani tratti dal suo ultimo libro “Equus Caballus, Ippo per gli amici (principianti)”

PER I PRINCIPIANTI

 

I SENTIERI, GLI STRADELLI, I PERCORSI DA PREFERIRE

 

Montando, mi sono arrampicato con il cavallo numerose volte sul Monte Circeo, ho percorso boschi, pianure, colline, contornato laghi e galoppato in molte spiagge, col sole e dopo la pioggia, d’estate e d’inverno, per molti anni.



Mi sono convinto che, quando sono a cavallo, <le sue gambe sono le mie gambe> quindi quello che sono in grado di fare io, i tratti in salita e in discesa, gli stradelli, i tratturi le capezzagne (le strade lungo i margini dei campi coltivati o meno) e gli ostacoli che affronterei, li ho sempre percorsi pensando questo.



Dall’alto del cavallo distingui bene i fossi, gli ostacoli, le difficoltà, le insidie del percorso, e puoi schivarle.



Posso dirti che è bene che il cavallo, eviti – se possibile – le strade asfaltate; trotti e galoppi dove il terreno è soffice e con pochi sassi.



Di stare attento alle pozzanghere ed alle onde (il movimento e la luce riflessa dell’acqua lo spaventano).


Marco Biffani è autore di “Equus Caballus, Ippo per gli amici (principianti)” della Bastogi Libri.

La bella caricatura del cavallo utilizzata per la rubrica “L’Emozione Cavallo” è un disegno di Fabrizio Zubani.


Per essere reindirizzato alla pagina personale di Marco Biffani sul Portale del Cavallo e leggere tutti i suoi post e articoli clicca QUI.