20/07/2018

L’emozione Cavallo: ecco il cinquantesimo post della rubrica settimanale curata da Marco Biffani appositamente per noi




Lo scrittore a tempo pieno ci regala diversi brani tratti dal suo ultimo libro “Equus Caballus, Ippo per gli amici (principianti)”

“Un po’ di storia non fa male. Nello Zodiaco cinese il cavallo rappresenta un simbolo ben presente, ciò significa che, in quella civiltà questo animale ha rappresentato fin dall’antichità un elemento importante. Sembra che i primi cavalieri comparissero in Asia e precisamente in Mongolia e fossero i seguaci di Gengis Kan che, grazie proprio al suo esercito formato prevalentemente da cavalieri, diede vita ad un impero vastissimo. Altri sostengono che il cavallo sia stato addomesticato oltre 6.000 anni or sono, in Ucraina ed i cavalieri “della steppa”, fra tutti, i Sarmati, ne siano stati i discendenti diretti. L’equitazione è, comunque, una delle attività più antiche dell’uomo, che ha sempre utilizzato quest’animale in pace e in guerra. Senofonte – fra i primi – nel 350 aCh ha scritto un manuale sull’equitazione nel quale descrive le caratteristiche che dovevano avere i cavalli da guerra; come doveva essere fatta la scelta, la doma, la cura, l’alimentazione, l’addestramento e la monta.”



Marco Biffani è autore di “Equus Caballus, Ippo per gli amici (principianti)” della Bastogi Libri.

La bella caricatura del cavallo utilizzata per la rubrica “L’Emozione Cavallo” è un disegno di Fabrizio Zubani.


Per essere reindirizzato alla pagina personale di Marco Biffani sul Portale del Cavallo e leggere tutti i suoi post e articoli clicca QUI.