19 Ottobre 2021

Le andature del cavallo Sull’ambio: per capire

L’ambio è un difetto di andatura del passo?


Innanzitutto ricordiamo la definizione di “ANDATURA”: modalità ciclica ed abituale della locomozione terrestre di un animale.

Ricordiamoci inoltre che il cavallo è, fra i quadrupedi, l’animale più versatile nella selezione e differenziazione  delle andature, sebbene  le linee di confine tra i diversi movimenti sono spesso definiti arbitrariamente da fattori e parametri allevatoriali e di stile piuttosto che da differenze reali del modo di muovere gli arti. (Hildebrand 1965).

Ogni andatura, ogni movimento, è programmato da uno schema neuro-motorio che ne stabilisce sequenza, tempi, velocità ecc.; è un vero e proprio “programma” che permette il movimento coordinato e ciclico.

La terminologia anglo-sassone è più completa distinguendo tra “PACE” e “AMBLE”. Il pace è un’andatura simmetrica, in due tempi e saltata.



I bipedi laterali si muovono più o meno in sincronia e le fasi di supporto laterale sono separate da una fase di sospensione. Alle velocità estreme si verifica uno sdoppiamento nel movimento dei bipedi e l’andatura si trasforma, di fatto, in un’andatura in quattro tempi (Wilson et al. 1988b).

L’allevamento ha isolato alcune linee di sangue tra i trottatori con maggior attitudine all’ambio; si possono raggiungere velocità superiori ai 48 km/h, un po’ superiori a quelle raggiunte dai trottatori.

L’amble ( l’andatura che ci interessa ) si svolge in quattro tempi, la sequenza è uguale a quella del passo ma ritmo ed esecuzione sono più vicine al pace.


Non è presente tempo di sospensione, il cavallo è più stabile, comodo e più semplice da montare; è un’andatura molto antica, preferita un tempo per i cavalli che dovevano percorrere lunghe distanze perché più dolce, confortevole e facile, sia per il cavallo che per il cavaliere (Harris et coll.1993). Il consumo energetico è inferiore che al passo.

CONCLUSIONE

Non possiamo più, per una questione culturale e di proprietà di linguaggio, definire l’ambio (amble) come una “malattia” del passo. Malattia del passo è la perdita del ritmo della sequenza, termine che secondo me va indicato nelle note e sanzionato di conseguenza.

Questa alterazione della sequenza sarà sempre accompagnata da rigidità e tensioni che si riverberanno sempre anche sulle altre andature. Quando questa situazione è provocata da cattivo addestramento o da una monta non capace potremo giustamente sperare che, rimuovendo le cause, risolveremo il problema. L’ambio è quindi da considerarsi a tutti gli effetti un’andatura.

Quando un cavallo presenta lo schema neuro-motorio (un programma)  dell’ambio invece del passo, non presenterà le succitate rigidità e tensioni e potrà mostrare un ottimo trotto e un ottimo galoppo; di contro non potranno praticamente esservi margini di miglioramento, innanzitutto perché nel soggetto non è presente il programma del passo ed inoltre perché il cavallo troverà più vantaggioso ambiare in quanto trattasi di andatura per lui più comoda, più veloce, meno dispendiosa in termini energetici e quindi funzionalmente più efficiente (Clayton 2004).

Viste le gravi sanzioni in termini di punteggi, i cavalli che presentano queste caratteristiche non trovano un ideale impiego in rettangolo.

Fondatore, insieme a sua moglie Michelle Garavini, della BHS (British Horse Society), una Charity (strutturata in modo simile a una nostra Onlus) che si occupa di formazione: è la più grossa organizzazione al mondo in fatto di formazione equestre. BHS è delegata dalla Federazione britannica, la BEF, di occuparsi di formazione e qualifiche professionali.

Articoli correlati

Le pavimentazioni in gomma di grandi dimensioni

Come vi abbiamo raccontato durante la nostra puntata web le pavimentazioni in gomma riciclata sono la scelta ottimale per ogni zona della scuderia. Ecoplus è...

Fuori gli Ogm dai nostri campi e dalle nostre tavole!

Il 24 settembre scorso, la Commissione europea ha pubblicato una Valutazione d’impatto iniziale nel tentativo di allentare la legislazione sulle piante prodotte con tecniche genomiche. Fino...

Difese immunitarie. Incontriamo l’amico Lele Tunesi della Happy Horse

Intervista a Emanuele Tunesi presso la nostra redazione in occasione della presentazione di un nuovo supplemento IM-HAPPY2021 Carissimo Lele, alla tua azienda non servono presentazioni....

La normativa italiana e le caratteristiche che deve avere un maneggio coperto per garantire...

L’esigenza di avere una copertura dove potersi sempre esercitarare è fondamentale per tutti i centri equestri: il maneggio coperto è l’unico “strumento” che garantisce...

ANACAITPR a Fieracavalli Verona dal 4 al 7 Novembre 2021

83° mostra nazionale di razza e vetrina nazionale della biodiversità “L’EDIZIONE DELLA RIPRESA” ANACAITPR tutto pronto per il più importante appuntamento dell’anno. Il Consiglio direttivo ha...

Slow Food si unisce alla voce dei produttori di cibo che nel mondo protestano...

A seguito della contro-mobilitazione per il Pre Vertice delle Nazioni Unite sui sistemi alimentari, che a luglio ha riunito oltre 9 mila partecipanti da...
Equigomma

Da non perdere

EcoPlus - EcoHorse
BIOequipe
LAS

Altri argomenti