03/06/2020

FEDERNAT: programmazione corse e rilancio delle attività dopo la pausa da Coronavirus

Maurizio Biasuzzi, Presidente FEDERNAT

L’intervento del Presidente Maurizio Biasuzzi conferma le disponibilità

 In riferimento alle notizie stampa circolate sulla posizione di vari operatori del settore in merito all’oggetto, la Federnat precisa che

– mai la categoria è entrata nel merito delle scelte generali ma ha soltanto adempiuto al proprio ruolo rappresentativo inviando comunicazioni ufficiali ai competenti uffici con concrete proposte sulla programmazione delle corse Gentlemen

– né mai abbiamo avuto contatti né con i rappresentanti dei guidatori professionisti né di altre categorie in merito alla programmazione né dei Gran Premi né delle corse ordinarie.

Per quanto riguarda l’attività agonistica abbiamo soltanto a suo tempo formalmente richiesto che venissero

rispettati gli accordi intercorsi nelle periodiche positive riunioni in sede ministeriale, lavorando fin da ora su quello che sarà il regolamento a partire dal primo gennaio 2021

Sugli altri temi della circolare Programmazione 2020, come nostra filosofia, abbiamo lasciamo ad altri le valutazioni limitandoci a

sollecitare attenzione sulla questione delle proposizioni delle corse, sia condizionate che di categoria, che dovranno necessariamente, a nostro avviso, tenere conto del “buco” di due mesi e mezzo dell’attività agonistica che, ove non trattato specificamente, rischierebbe di far si che con lo scarico di somme vinte e/o la discesa di categoria, ci siano in più corse cavalli “declassati” che porterebbero a un minore interesse delle corse stesse.

Abbiamo quindi ribadito che, come nostro ruolo istituzionale, siamo pronti a metterci a disposizione del Paese per la diffusione dei migliori valori del mondo del cavallo e in tal senso abbiamo manifestato la nostra disponibilità culturale professionale e anche economica con un messaggio alla Ministra delle Politiche Agricole e una “chiamata a raccolta” rivolta a tutti i Soci e all’opinione pubblica…. ciò quali esponenti di una Federazione (provvista di riconoscimento della personalità giuridica) che ha come missione istituzionale la diffusione dei veri valori, culturali sociali ed economici, degli amici del cavallo… prova ne sia la promozione dei valori etici della cura dell’ambiente e degli animali.

La Federazione che mi onoro di presiedere conferma di essere pronta ad assumere le responsabilità del ruolo che le compete anche dal punto di vista dei futuri investimenti nel settore.