cavallo reattivo

Buongiorno Dottoressa, da un anno circa sono proprietaria di un cavallo da sella italiano sauro di 15 anni. nel nuovo maneggio sta sicuramente bene come alimentazione e spazio. dove si trovava prima era spesso tenuto in box e sottoalimentato. ora è fermo per un problema ai tendini. è un cavallo molto buono quando lo accudisco, ma fuori dal box (in campo, al tondino o al paddock) è molto reattivo ai minimi rumori o alla vista di persone o altri cavalli e capita che faccia movimenti bruschi (fughe o scarti). sicuramente il cambio di ambiente è difficile, ma vorrei che fosse il più sereno possibile. ha qualche suggerimento? grazie

  • Ospite ha scritto 6 anni fa

Gentile zazolino (?)
mi scuso con lei per il ritardo nella risposta, mi era sfuggito il messaggio. Da quello che dice sembra che il 15enne sia alquanto incompetente dal punto di vista emozionale e sociale. Chissà (povero) qual è stata la sua esperienza precedente con gli umani e i campi equestri. L’unico consiglio che posso darle è di avere molta pazienza. Spero che il cavallo non viva solo e che possa pian piano far sedimentare le emozioni negative attraverso la vicinanza con almeno un altro cavallo amico, più competente di lui e avvezzo a tutto ciò che a lui fa paura. Comunque già solo poter praticare grooming reciprocamente permette di abbassare la tensione e il battito cardiaco. Per i rumori e la neofobia deve però pensarci lei, con un lavoro certosino sulla abituazione: lasciare che l’animale esprima le sue paure senza forzarlo a dover interagire con ciò che teme. Pian piano queste si allontaneranno da sole.
PL

Mostro 1 risultati
La tua risposta

Prego per rispondere.