Cavalli che scappano

Ho 3 cavalli che tendono a scappare continuamente dal paddok… si fanno recuperare subito e basta un fischio perchè si riavvicinino e si facciano prendere. Anche se c’è erba loro rompono il filo elettrico e "si fanno un giro" . In particolare vanno in cerca di altri cavalli e una volta arrivati lì gironzolano per i fatti loro. Ho cominciato a "punire" il loro comportamento con 20 min. di lunghina ma…non so se basterà. sono buonissimi e tranquilli ma hanno questo "vizio" (soprattutto una) che non riesco a togliere anche se provo a fargli capire che il recinto ha la scossa…

  • Ospite ha scritto 2 anni fa

Salve Edith
le punizioni hanno effetto solo se impartite CONTESTUALMENTE al comportamento che si vuole limitare o terminare. Quindi nel suo caso 1) il cavallo scappa… 2) il cavallo è felice nel nuovo ambiente… 3)lei si avvicina al cavallo felice magari sgridandolo…
4) il cavallo viene longiato per 20 minuti….
Secondo lei cosa può associare un cavallo?
attendo la sua risposta
PL

Ero già dubbiosa sulla punizione…(mi è stata suggerita da altri allevatori) ho visto che dopo aver avuto il "calore" della cavalla più giovane le fughe si sono molto ridotte. probabilmente abbiamo "sbagliato" noi a metterli assieme ad altri cavalli ma purtroppo avendo perso la stalla a causa della tempesta Vaia era l’unica soluzione. E purtroppo penso si ripresenterà il prossimo anno!!! hanno sempre avuto l’indole di farsi un giro quando ne avevano l’opportunità: un palo del recinto un po’ storto…posso buttarlo giù ed andare un po’ in giro!!! ma non li ho mai puniti perchè…penso farei lo stesso io. l’unica cosa che mi viene in mente per ovviare è fargli prendere una bella scossa dal filo di recinzione ma senza che abbinino l’azione a me…ha suggerimenti?? La mia paura è che il prossimo calore è previsto in un periodo in cui loro saranno in un recinto lontano dagli altri cavalli e se volessero raggiungerli dovrebbero attraversare la strada Nazionale (non è molto trafficata ma non si sa mai)

  • Ospite ha risposto 2 anni fa

salve Edith
sono contenta di confrontarmi con una persona di buonsenso. Torniamo alla punizione: siccome deve essere contestuale al comportamento che lei vuole evitare, la scossa è senza dubbio appropriata, purchè colga il cavallo in tutti i punti del recinto. I cavalli capiscono subito se c’è qualche falla nel sistema e scapperanno da lì. Però nella prima mail mi diceva che sono capaci di rompere il filo? la stagione degli amori è un turbinio di odori, feromoni e richiami che raggiungono tutti i sensi e che è difficile contrastare. Tenga pure presente l’altezza della recinzione elettrica; se si tratta di cavalli da salto troppo bassa non va bene, ma neanche alta va bene (passerebbero sotto), ci vorrebbero almeno due fili paralleli.
auguri
PL

tutti i recinti sono già con doppio filo. Sono quarter horse non da salto. Il problema è che sono "furbi". si accorgono subito se la batteria non dà la scossa adeguata. Rompono il filo perchè se si accorgono che la scossa non è forte semplicemente provano a passare sapendo che prima o poi cede (i recinti non sono fissi ma necessariamente con pali di plastica dato che li spostiamo ogni 20 giorni circa). dove ho la possibilità mi collego alla corrente elettrica di una casa usando il trasformatore ma mi sono accorta che le batterie "portatili" per loro non sono abbastanza. La ringrazio di avermi risposto perchè non mi andava proprio di proseguire punendoli…non si confà al rapporto che abbiamo instaurato in tutti questi anni. Cercherò delle batterie più forti. Spero che per il prossimo calore siano abbastanza distanti dagli altri cavalli e magari non sentiranno la necessità di cercarli. Grazie ancora

  • Ospite ha risposto 2 anni fa

salve Edith
mi sembra quasi di conoscerli, i suoi cavalli, somigliano molto ai miei due stalloncini Amiatini che riescono a saltare e rompere qualsiasi recinzione (tranne il classico steccato che però ogni tanto provano a calciare)appena sentono profuni di calori.
Purtroppo quando si usa la corrente basta che i fili vengano raggiunti da arbusti o erba alta per scaricare a terra: questo significa batterie meno durature e mancanza di scossa quando il cavallo si avvicina. Bisogna conviverci controllando il perimetro ogni settimana per verificare se in qualche punto vi siano perdite a terra.
mi faccia sapere
PL

Buongiorno…ho sempre tenuto controllato il recinto e non ci sono stati problemi…fino a questa mattina!!
ieri mi sembrava di sentire il tipico odore del periodo in cui vanno in calore ed ho voluto assicurarmi che il recinto fosse in buone condizioni (Lo era!!). stiamo molto attenti al fatto che il filo non perda potenza toccando piante ecc
purtroppo questa mattina mi hanno chiamato per recuperarli!!! la cavalla più giovane (10 anni) ha rotto il recinto (filo e pali) e si è fiondata in cerca del "castrone" che è custodito a circa 500 mt da noi (naturalmente seguita da papà e mamma che sono gli altri due). A questo punto pensavo di chiamare il veterinario e farmi consigliare e spiegare l’utilizzo del progesterone. Con l’avvio della stagione turistica il paese si riempie di persone e non posso assolutamente permettermi di avere cavalli in giro magari che causino incidenti. L’unica altra alternativa sarebbe di metterli ogni mese nei box per una settimana… Purtroppo tutti e tre perchè ho paura che lasciandola sola si innervosisca ancora di più magari rischiando di farsi male. Ho i due cavalli più grandi da 13 anni e la "piccola" è nata in casa ma… non ho mai avuto problemi come quest’anno nella sua gestione. Penso sia dovuta proprio alla vicinanza per tutto l’inverno ad altri cavalli ed in particolare al maschio anche se castrato…

  • Ospite ha risposto 2 anni fa

salve
mi spiace sapere che non si riesca a risolvere il problema. Prima di pensare al progesterone cosa ne dice di una bella palizzata in legno? Abbiamo capito che i suoi cavalli non temono la scossa, ma magari una palizzata ben visibile li terrà più tranquilli. Questo a condizione che il terreno sia suo, altrimenti meglio un box con recintino. PL

una palizzata è impensabile d’estate…noi li spostiamo di pascolo ogni 20 giorni circa per avere sempre erba fresca e spazi in cui sfogarsi e non posso pensare assolutamente di tenerli confinati in spazi ridotti per tutta la "bella stagione". sono abituati a correre, giocare e litigare tra loro avendo tanto spazio. Praticamente vivono quasi allo stato brado (tranne le coccole che almeno 2 volte al giorno andiamo a fare loro anche se non li montiamo). Il risultato è sempre stato di avere 3 cavalli super affidabili in passeggiata anche se "fermi" da un paio di mesi. Non voglio confinarli; non sarebbe giusto per loro. Penso che il male minore sia proprio ricorrere al progesterone. Un’alternativa sarebbe far accoppiare la cavalla ma…non ci sono stalloni nel giro di km e poi…se mi nascesse un’altro puledro mi vedrei costretta a tenerlo essendo incapace di non affezionarmi e venderlo

  • Ospite ha risposto 2 anni fa
La tua risposta

Prego per rispondere.