24/10/2013

Convegno: “Al passo con il territorio” FISE e Comitato Regionale Emilia Romagna

Fondi in arrivo col Piano per lo Sviluppo Rurale 2014

Ancora oggi  – ha affermato Pamela Meyer, presidente del Comitato Regionale Emilia Romagna della FISE – gli allevamenti di cavalli da sella non sono considerati un prodotto agricolo.

Così quando gli allevatori hanno intenzione di creare strutture adeguate per i propri animali, spesso si trovano di fronte a normative agricole e urbanistiche molto carenti. Cosa che in altri Paesi europei non avviene (come in Belgio, Olanda e Germania).

Lì i cavalli da sella sono ricercatissimi da russi, cinesi e americani, disposti a pagare cifre da capogiro, come i 365 mila euro pagati la scorsa settimana ad un’asta in Belgio per un cavallo di cinque anni e i 320 mila per uno di sei. Cosa difficile da fare in Italia, anche per via del redditometro, e che spinge molte figure professionali a cercare lavoro in quei Paesi.” (op.cit. Pamela Meyer dal Convegno “Al Passo col Territorio”).

Tiberio Rabboni, assessore regionale all’Agricoltura, illustra il Piano di sviluppo rurale 2014; nel suddetto Piano sono previsti quattro interventi finanziari:

1) finanziamento del 40% degli investimenti sulle nuove strutture;

2) sostegno all’allevamento delle razze autoctone;

3) agriturismi che realizzino strutture per ricovero cavalli;

4) realizzazione ippovie.

Sauro Angeletti, dirigente del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, ha poi posto l’accento sulla necessità di promuovere gli ippodromi quali luoghi di promozione di una nuova cultura del benessere e centri di alta professionalità del settore equestre.

Che dire, lasciamo l’ardua sentenza ai posteri…non ci rimane che stare all’erta e confidare che il Piano Sviluppo Rurale 2014 sia veramente foriero di novità e opportunità per gli operatori del settore.