26/08/2020

Cesena Trotto, resoconto Granpremio HID BANCA

Ippodromo Cesena Trotto, resoconto delle corse di Martedì 25 Agosto 2020.
Premio HID Banca Dati Ippica

Finisce in gloria il pressing di Benz As

cesare-ferranti_arabesque-bi

Apertura di settimana contrassegnata da un divertente programma tecnico all’ippodromo del Savio, con i puledri ad aprire le danze in uno stringato quanto intrigante miglio, nel quale l’allieva di Tiberio Cecere  interpretata da Vp Dell’Annunziata, Chris Evert Treb, era la più seguita al betting in virtù dell’immacolato ruolino di marcia che ne sanciva l’affascinante aura di imbattuta, mentre il ruolo di alternativa era egualmente diviso tra Cherie Vit e Carosio Light. Alla prova dei fatti, partenza al fulmicotone di Cherie Vit e coast to coast vittorioso per la giovanissima allieva di Mattia Ricci allenata al sole di Cesenatico e oggi preminente in 1.18.7 nella mani di Cesare Ferranti sulla più attesa avversaria, terzo l’encomiabile regolarista Ciuffolotto Rl. Femmine di 4 anni nell’immediato prosieguo e contesto caratterizzato da un diffuso equilibrio, rotto dalla vittoria  in 1.15.6 di Arabesque Bi per il raddoppio di Cesare Ferranti e la delusione per i numerosi sostenitori di Aretha Francis, seconda di un amen Alice Spritz Zs e terza Amada’s Cage.

arrivo centrale

Nastri e tre giri di pista alla terza corsa, triplo d’autore per Cesare Ferranti e vittoria scacciacrisi per Zilath Jet, che ha sbaragliato la concorrenza affermandosi con ampio margine e al ragguaglio di 1.16.9  nei confronti di Tilde Mati, più fotogenica di Simpaty Trio autore di un esemplare inseguimento da quota meno venti e giunto apparigliato dalla giumenta di Emanuele Ossani. Serata propizia ai favoriti che alla quarta hanno avuto in Avocado Jet un esponente di rilievo, con il 4 anni di colori friulani vincitore in 1.14.6 nella mani di Vp Dell’Annunziata, seconda posizione per il regolarista Aragorn Nal e terza per Aliseo Grif, con la tris nazionale assestatasi a quota 25 euro, mentre alla quinta, gentlemen alle redini dei rispettivi portacolori con il successo alla maniera “forte” di Socrate Benal e Marcello Becci, che hanno dapprima debellato le resistenze di Flushing per poi staccare su Uppercut Si e Ontario Regal, che hanno usufruito della squalifica sofferta da Flushing incorso nei rigori della Giuria per aver oltrepassato il limite della pista in maniera reiterata.

premiazione-centrale-pr-HID

Pronostico rispettato nella prova a maggior dotazione “Premio HID BANCA DATI IPPICA” con Benz As e Roberto Andreghetti vincitori dopo prova di forza per sottomettere l’iniziale battistrada Boston Dipa, calato nei pressi del palo con Beautiful Trio al secondo posto su Bujumbura, la migliore tra i penalizzati; il tutto in 1.18.1 sulla media distanza per la vincitrice di scuola danese. Ancora tre anni in chiusura, molte le rotture e le conseguenti squalifiche e con Briseide Col e Davide Nuti  vittoriosi in un banale 1.18.4 sui favoriti Bigpipe Np e Vp Dell’Annunziata mentre il bel finale di Bella Senz’Anima ha fruttato il terzo gradino del podio alla debuttante allieva di Ettore Vairani.

luppi-morelli

Per “AUTORI IN PISTA”, ospite Giulio Luppi

Nel corso della serata, per la rassegna culturale condotta da Paolo Morelli “Autori in Pista”, il giornalista e scrittore Giulio Luppi ha presentato il suo ultimo libro: “Quelli della Via Emilia. Storie di trotto da Bologna, Modena e Cesena.” Ed. Artestampa. Una raccolta di ritratti di personaggi, di cavalli e di uomini appartenenti al mondo dell’ippica, che Luppi ha inserito nel particolare contesto della Via Emilia, patria di nascita e di elezione del trotto.



Nelle immagini:
– arrivo e premiazione della corsa centrale “HID BANCA DATI IPPICA” (sesta) vinta da Benz As guidato da Roberto Andreghetti. In premiazione con il driver (a sinistra), l’AD di HID Ulrico Ricci e il DG di HippoGroup Marco Fabio Rondoni
– l’arrivo della seconda corsa vinta da Arabesque Bi con Cesare Ferranti. Il driver ha vinto tre corse in serata
– Giulio Luppi intervistato da Paolo Morelli per “Autori in Pista”.

Ph. Rega