02/01/2012

Associazioni Sportive Dilettantistiche o Attività Commerciali vere e proprie ???

Oggi essere presidenti di una A.S.D. comporta dover conoscere anche il Diritto Sportivo per tutelarsi e tutelare i propri associati da invitanti proposte vantaggiose o … ammalianti personaggi in giacca e cravatta.



Il nostro caro mondo equestre è in continuo fermento … e così si assiste sempre più spesso ad Associazioni che nascono come istituzionali (nate senza scopo di lucro) usufruendo della legge 383/200 (norme di favore previste per le Associazioni di promozione sociale) e dell’Art. 90 legge 289/2002 (norme di favore previste  per le ASD) …  ma che poi, in realtà, si comportano come delle vere e proprie entità commerciali (non meglio identificate) .

Cosa comporta questo?

Beh!!!  è presto detto … senza entrare nello specifico legato ai vantaggi fiscali  … per gli appassionati è interessante sapere che tra le figure istituzionali queste “particolari” A.S.D. si comportano come dei battitori liberi … liberi di non rispettare le regole … liberi di confondere e “ammaliare” i malcapitati … liberi di mimetizzarsi con abilità camaleontiche tra chi istituzionale lo è veramente non solo in teoria ma anche e soprattutto nei fatti.


E’ l’istituzione Sportiva in tutto questo cosa fa?

Nulla signori miei !!!

Nulla permettendo così quella concorrenza scorretta dettata da rigide regole imposte a Federazione (FISE) … Discipline Sportive  Associate (FITE TREC ANTE)  … Enti di Promozione  ( 15 + 1 ) e Associazioni Benemerite (19) … ma restando immobile e impotente davanti a queste Associazioni che continuano a duplicarsi … crescere e radicarsi in quanto concorrenziali perché libere di accontentare chiunque. Per fare un paragone è come se ad un tavolo di gioco si presentassero 4 giocatori convinti di giocare con lo stesso mazzo di carte … peccato che uno dei 4 abbia nella manica un altro mazzo che raddoppia in modo scorretto ma efficace le sue possibilità !?! …

E’ ora di dire basta a queste Associazioni (perché di Associazioni si tratta) … è ora che le Istituzioni Sportive si rendano conto che chi opera fuori dalle regole deve venire fermato e punito altrimenti il futuro sarà figlio dell’anarchia e dei più furbi … lontano da quei sani principi di sport  che vengono promossi da chi le regole le ha sempre rispettate !!!

Meditate amici lettori … meditate !?!