1° WEBINARTutte le tue domande al Veterinario + 2 ore di formazione e utili consigli per la gestione quotidiana del cavallo.
30 Marzo, ore 18 ISCRIVITI SUBITO
1° WEBINAR:Tutte le tue domande al Veterinario + 2 ore di formazione e utili consigli per la gestione quotidiana del cavallo. 30 Marzo, ore 18
24 Aprile 2024

Alessandra Deerinck con Horse Sensing: La relazione tra uomo e puledro

Non esiste un momento, o un’età, giusto o sbagliato, per iniziare a costruire una buona base di relazione tra uomo e cavallo. Per il cavallo la relazione inizia nel momento in cui entriamo nel suo stesso spazio.

Proprio come facciamo noi, i cavalli formano ricordi, il processo di apprendimento non cessa mai di avvenire. I cavalli giovani sono ancora più ricettivi all’apprendimento rispetto a quando sono in un’età più avanzata. Indipendentemente dal ruolo che svolgiamo nel mondo equestre, quando si tratta di relazionarci con un cavallo dobbiamo sempre considerare che ciascuna delle nostre azioni influenzerà il modo in cui un cavallo si comporterà nelle nostre interazioni future. Poiché i cavalli non parlano, ma usano il movimento per esprimersi, è importante prendersi un momento per valutare cosa pensa un cavallo nei nostri confronti.

Mentre la genetica deve essere presa in considerazione prima della nascita del cavallo, attraverso una buona interazione possiamo strutturare e gestire l’ambiente e la vita di qualsiasi cavallo, per dargli una buona esperienza presente o futura e per far sì che sia interessato a condividere tempo e spazio con noi.

I giovani puledri sono dolci e possono diventare una gioia per sempre, se ci prendiamo cura di interagire con loro con un rapporto adeguato mentre diventano cavalli adulti.

Fin dalla nascita, i sensi del cavallo sono la sua finestra sull’ambiente, e non cessano mai di portare informazioni al cervello, dove nuovi dati si combinano anche con i ricordi, e con la personalità, determinando in ultima analisi il comportamento, che è l’espressione completa di ogni individuo.

I puledri hanno una capacità di attenzione molto breve e nessun addestramento, il che può rendere difficile l’interazione con loro, ma la conoscenza del comportamento istintivo equino e di come comunicare spontaneamente attraverso i sensi può permetterci di relazionarci e iniziare ad addestrarli presto . Il nostro comportamento è ciò che conta, una volta che il cavallo percepisce le nostre azioni, la nostra parte è fatta, e questo è proprio il motivo per cui Human Horse Sensing sottolinea così tanto che nell’interazione dobbiamo concentrarci su ciò che facciamo e su quale senso porterà le nostre informazioni. al cervello del cavallo.

Quando gli viene data una scelta, il puledro sceglie il suo leader proprio come fa qualsiasi altro cavallo. Un leader è un individuo che vale la pena seguire perché il suo comportamento ha senso. È sicuramente un ruolo che la madre di un puledro ricopre naturalmente dall’inizio, ed è molto importante che quando interagiamo con un puledro ci assicuriamo di avere la collaborazione della cavalla per diventare una parte positiva della vita del puledro.

I puledri, proprio come i cavalli di qualsiasi età, hanno una risposta istintiva al movimento. Si allontanano da qualcosa che si avvicina a loro, si spostano verso le cose che si allontanano e a cui sono interessati. La chiave è il fatto che gli oggetti devono essere in movimento per svolgere un ruolo nel movimento del cavallo. Una volta che l’oggetto smette di muoversi, il cavallo può semplicemente perdere interesse e non muoversi.

Come con i cavalli di qualsiasi età, i puledri imparano da ciò che sperimentano, quindi dobbiamo evitare di fargli provare paura, se vogliamo che siano aperti all’interazione con noi e scelgano di vedere gli esseri umani come leader. Questa affermazione mi porta a dissentire da molti dei modi oggi in uso per interagire con cavalla e puledro, dove la considerazione del feedback che il cavallo ci dà non è importante anche durante lo sviluppo della relazione. I puledri vengono gestiti senza considerare il loro stato d’animo, spesso perché al momento della nascita pensiamo che quello che “dobbiamo” fare sia più importante di come lo facciamo e di come il puledro lo sente.

Esempi di ciò che sto descrivendo sono la pratica dell’imprinting, che disturba lo sviluppo della relazione tra un puledro e sua madre, o il modo in cui viene comunemente svolto il processo di svezzamento, in cui la cavalla e il puledro vengono bruscamente separati, spesso sviluppando ciò che chiamiamo “ansia da separazione”. Entrambe queste pratiche influenzano il cavallo per il resto della sua vita.

La mia esperienza con i cavalli spazia dall’essere un veterinario, alle corse come fantino, alle gare di salto, dressage e endurance, ma indipendentemente dalla situazione mi concentro sull’interazione come strumento di prestazione.

In Human Horse Sensing consideriamo l’equitazione come uno stato in continuo cambiamento dinamico e immediatamente gestibile, indipendente dall’addestramento. Basiamo la nostra interazione con i cavalli su cinque concetti sociali che sono naturali per i cavalli di qualsiasi età e lavoriamo per colmare il divario tra il comportamento umano ed equino utilizzando le interazioni sociali attraverso gli elementi naturali di spazio, movimento e tempo. Quando si tratta di relazioni, i cavalli non firmano un contratto e promettono di essere leali per sempre, dobbiamo dimostrare la posizione di leader in ogni momento. L’obiettivo non è costruire un “legame”, ma modulare la comunicazione attraverso i sensi, utilizzando significati sociali e sviluppando l’interesse del cavallo per il tempo trascorso con le persone. Essere socievoli è un tratto comune all’uomo e al cavallo ed è sempre presente nell’equitazione, con un significato indipendente dall’azione che si svolge in qualsiasi performance equestre. L’interazione attraverso il comportamento addestrato sfrutta la capacità del cavallo di eseguire un’azione appresa in risposta ad uno stimolo fisso che gli diamo, e non può coprire ogni istante che viviamo con i nostri cavalli. Le interazioni spontanee sono momenti in cui il cavallo si esprime, e non necessitano di alcun addestramento, quindi sono una grande risorsa con cavalli giovani e non addestrati o sconosciuti.

Con i cavalli giovani, dare loro la possibilità di sviluppare le proprie capacità sociali e di avere libertà di scelta nel relazionarsi con cavalli e umani, è il primo passo per sviluppare una mente equilibrata. Idealmente dovrebbero essere in grado di condividere spazio e tempo con altre coppie di fattrici e puledri. Quando si tratta di svezzamento, il processo dovrebbe essere svolto per fasi, lasciando gradualmente che la cavalla e il puledro vivano situazioni di separazione attraverso ciascuno dei loro sensi. Questo processo funziona sviluppando le competenze necessarie per stare separati nella cavalla e nel puledro, oltre a costruire la nostra relazione ed evita anche lo sviluppo di ansia da separazione. Dopo lo svezzamento, i cavalli giovani possono vivere in gruppo e persino avere come leader una cavalla più anziana. In Human Horse Sensing abbiamo lavorato con mandrie composte da cavalli giovani tra i sette e i dodici mesi per insegnare loro a rispettare lo spazio e a interagire con noi in presenza di cibo, entrambe questioni rilevanti con cavalli di qualsiasi età. I giovani cavalli imparano a farsi strigliare, a farsi pulire gli zoccoli senza essere contenuti, poi ad essere incavezzati e a condotti correttamente senza essere forzati.

Lo spazio e il cibo sono argomenti naturali per i cavalli e possono permetterci di lasciare che i cavalli imparino in modo cognitivo mentre li addestriamo, piuttosto che con i classici metodi di addestramento condizionato, dove spesso l’azione non ha significato per il cavallo, e l’enfasi è posta su i tempi e la ricompensa. C’è molto di più nel processo di apprendimento oltre a ciò che controlliamo con il condizionamento. Gli input al cervello provenienti da diversi recettori sensoriali possono effettivamente sviluppare diverse risposte comportamentali. Un esempio di ciò è l’incapacità di addestrare da terra dove la comunicazione avviene attraverso la vista e suscitare la stessa risposta attraverso il tatto, che è la comunicazione principale utilizzata quando siamo in sella. Ancora una volta, qualcosa su cui non scendo a compromessi è lasciare la forza e la paura fuori dall’equitazione. È stato scientificamente provato che la paura provoca cambiamenti nel sistema nervoso a livello cellulare, che si riflettono sul comportamento dell’animale che l’ha sperimentata. Il comportamento risultante può essere fuori dal controllo volontario dell’animale, indesiderabile nell’equitazione e molto difficile da modificare.

L’efficienza del lavoro svolto con i cavalli giovani e l’equitazione conferma ancora di più il ruolo determinante che l’interazione gioca in ogni momento tra uomo e cavallo. Essere in grado di comprendere in profondità, apprezzare e gestire in modo mirato la relazione uomo-cavallo, può farla passare da un’esperienza spaventosa a quella che vorremmo sempre avere, e questo vale sia per gli equini che per gli umani.

HH Sensing offre formazione dall’inizio alla competizione, riqualificazione di cavalli problematici e istruzioni di equitazione per qualsiasi livello o disciplina. È un metodo di equitazione che si concentra sulla gestione della relazione mentre si svolge, piuttosto che dare ai cavalieri cose da fare, allenarsi o occupare il loro tempo con i cavalli.
Ci dedichiamo a valorizzare il potenziale di cavallo e cavaliere, tenendo sempre presente il loro benessere. Forniamo un metodo per costruire una solida horsemanship, che va oltre l’addestramento, e può supportare l’uomo e il cavallo ad avere successo in qualsiasi disciplina equestre. Il nostro approccio si basa sul dressage classico, studi comportamentali, addestramento alla libertà e una gestione approfondita del benessere , consentendo di affrontare sfide che non immagineremmo possibili anche con un buon addestramento tradizionale.

Con HH Sensing, l’uomo e il cavallo lavorano in squadra, attraverso il modo in cui percepiscono le situazioni. Funziona sia che si tratti di avviare o di riutilizzare un cavallo, in qualsiasi momento della sua vita. Insegniamo all’uomo e al cavallo come stabilire un dialogo attivo e dinamico che li assisterà in ogni situazione. Il tuo cavallo può eseguire senza essere sottomesso e tu puoi diventare un leader di leader.

La nostra sede è a San Marcos, in California, ma lavoriamo online e teniamo cliniche in tutto il mondo su richiesta.

Invia un’e-mail a hhsensing@icloud.com
Visita www.HHSensing.com
Chiamaci al +1 760 715 1554

Nata e cresciuta a Milano, ora vive con la sua famiglia in California. Laureata in veterinaria, attualmente addestratrice di cavalli e istruttrice con Human Horse Sensing, organizza corsi online e di persona presso strutture equestri anche in Italia. Migliorare la comunicazione tra uomo e cavallo è sempre stato il fulcro della sua attività iniziata 30 anni fa all'ippodromo di S. Siro a MIlano. Autrice del libro "Human Horse Sensing Horsemanship", pubblicato in inglese e italiano da Edizioni Equitare. Scrive e illustra articoli sul cavallo in Italia e negli Stati Uniti.
Per ulteriori informazioni consultare il sito web: www.hhsensing.com

IL PORTALE DEL CAVALLO con la rivista INFORMA, l'e-shop NON SOLO CAVALLO, PIANETA CUCCIOLI, e la WEB TV, sono un grande network italiano rivolto a chi ama i cavalli e gli animali da compagnia. IL PORTALE DEL CAVALLO è un magazine specialistico, un vero pioniere perché on line da oltre vent’anni, INFORMA è un bimestrale inviato in omaggio ai clienti del negozio on line in occasione di ogni loro acquisto. NON SOLO CAVALLO - PIANETA CUCCIOLI è un e-commerce on line dal 2004 con oltre 15.000 articoli a catalogo in costante crescita, la WEB TV del Portale tratta molteplici argomenti, dall’attualità al coaching, dalla veterinaria al benessere di cavalli e cavalieri, cani e gatti, 
con il contributo di illustri esperti del settore.

Abbigliamento da concorso -

Condividi questo articolo:

Segui il Portale sui nostri social

Seguici anche su

Guidolin eQuibar
HKM
agromil-banner
Farnam

Leovet > Nuovi Set completi per l’Igiene e il Benessere del Cavallo

Risparmio + Sicurezza + Efficacia set Leovet per l'igiene del cavallo ARNICA...

Pulizie di Primavera? Accessori grooming e scuderia! 🚰🐎🐩🐈

Prepara gli accessori per il grooming e la scuderia SCUDERIA: ABBEVERATOI...

Rivedi subito la 18° puntata della WebTV.

Con noi, il Principe Alduino di Ventimiglia di Monteforte, Simone Dall'Anese,...

Speciale Concorsi!

Tante nuove idee per cavalieri e amazzoni impegnati nei prossimi eventi Scopri...

Benvenuta Primavera: tempo di Maschere anti-insetti, Coperte in Cotone e rete

Benvenuta primavera.Ecco i Best Seller del mese! Tempo di MASCHERE ANTI-INSETTO, protezione...

ARUBA, la nuova collezione HKM che sa di estate! Scoprila Subito

Hai visto la nuova linea ARUBA? Già il nome evoca l'estate...

Pronti al cambio di stagione?

Tempo di Coperte Pile e Cotone, T-shirt per Cagnolini coperte pile ...

Ecoplus Partner tecnico di 2024 Reining Derby

Riparte la stagione fieristica EQUESTRE 2024 presso “CREMONA FIERE" ed ECOPLUS...

Festa del papà: Cap e Pantaloni, novità e ritorni! Auguri a tutti i Papà:...

Fino a martedi 19 marzo è possibile scegliere tra i libri...

Festa del papà: Scopri il nostro Regalo e le novità uomo

Fino a martedi 19 marzo è possibile scegliere tra i libri...

Grooming Box, Borse e altre idee. Conosci Birth Alarm?

Organizziamo il... grooming box GOOMING BOX - BORSE EQUITAZIONE Conosci Birth Alarm?L'allarme...

Con la bella stagione tutti in sella… ma se il tuo cavallo ha un...

I corsi del Portale forniscono le nozioni base di pronto intervento,...

Corsi online

Corsi dedicati alla salute e al benessere del cavallo, con docenti e professionisti accreditati


• Maggiori competenze
• Nuove conoscenze
• Nozioni pratiche e concrete

Vedi tutti i corsi »

Patologie più comuni infettive e parassitarie dei cavalli

Patologie dell'apparato muscolo-scheletrico

Patologie della testa, degli occhi, delle orecchie e del cavo orale

Traumatologia e incidenti: primo soccorso ai principali incidenti

Grooming 1: cura e igiene del cavallo: teoria e pratica

Grooming 2: tecniche di scuderia e benessere animale

L'habitat del cavallo sportivo: paddock, box e scuderie

Webinar periodici con i docenti dei corsi di formazione online