diarrea

0
0

Buongiorno, mi chiamo michela ed ho una cavallina avelignese di 21 anni…la mia mago! Ha una salute di ferro….i denti perfetti e sempre una fame da leone l’unico inconveniente è che da quando l’abbiamo traferita da Bordonecchia a Torino ha la diarrea quasi ogni giorno, abbiamo provato ad eliminarla con Lievito e Phsillium…sembrava che funzionasse…ma ha ripreso.
in realtà la sua non è proprio diarrea…cerco di spiegarmi…le feci sono abbastanza solite…ma quanto fa’ aria…emette liquidi. pensavo ora di chiamare il veterinario ma mi piacerebbe avere un consiglio prima da un esperto e perchè no senza dover ricorrere ai medicinali.
Grazie mille.
Spero di esser stata chiara.
miky&Mago

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

Cara signorina Michela,
innanzitutto mi scuso del ritardo di questa mia risposta, ma avevo preso qualche giorno di vacanza ed al ritorno è stata dura sbrogliare il lavoro accumulato.
Veniamo alla sua segnalazione. Se l’animale è vivace, mangia regolarmente il problema da lei segnalato potrebbe essere risolto con la semplice somministrazione di un integratore a base di erbe o estratti vegetali con attività decongestionante e colagoga a base di carciofo, cardo mariano,curcuma,tiglio,finocchio ed anice verde. In ogni caso, mi raccomando, se l’animale è di appetito non esageri, dia la sua giusta razione giornalierta in base alla razza, sesso, età, lavoro.
Quando sieti arrivati a Torino avete cambiato il tipo di fieno? o ne avete diminuito la razione quotidiana. Faccia un pensiero sull’alimentazione, poi ne riparliamo.
ASuguri e cordiali saluti
Paolo PIgnattelli

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

Gentilissima signora, come lei sa il rapporto uomo animale è di fondamentale importanza per ottenere le risposte desiderate. Se è importante negli animali da reddito lo è molto di più in quelli d’affezione dove la componente emotiva ha la prevalenza sulle altre. Il cavallo in questo campo occupa il primo posto. Quindi giusta la sua preoccupazione nel riscontrare un calo di "fiducia" anche in relazione a sue problematiche che i recettori dei feromoni della cavalla percepiscono immediatamente.
Giusta anche la sua propensione ai prodotti naturali, personalmente, in questi casi non consiglio mai gli ansiolitici di sintesi, ammesso che funzionino. nel cavallo. In casi simili ho registrato buoni risultati con prodotti a base di estratti vegetali, come per esempio quelli contenuti nell’integratore EQUISTASI della società Union B.I.O. ma in commercio ce ne sono altri molto simili e c’è solo l’imbarazzo della scelta. Per quanto riguarda l’impiego nel cavallo della Valeriana non è poi tanto facile per le difficoltà di un giusto dosaggio e senza un controllo diretto di un veteri nario non gliela consiglio.
La prego di tenermi informato.
Sentitamente
Paolo Pignattelli

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

Ciao Michela, Buongiorno esimio dott. Pignattelli.
Anch’io ho un cavallo nel mio allevamento,in Sicilia, di 14 anni circa che ha quasi gli tessi sintomi.
E stato sempre, regolarmente, sverminato con ivermectina o con strongid/più tenia.
Non ha una diarrea vera e propria, le feci sono composte, ma molto spesso sono accompagnate da una fuoriuscita, a spruzzi, di liquido, che cola sugli arti posteriori imbrattandoli inevitabilmente con conseguente incrostazione, se non viene lavato subito. Non ho capito ultimamente se interferisce il tipo di alimentazione, inquanto a seconda del tipo di fieno che mangia, non ha questo problema per settimane poi ricomincia nuovamente.
Cioè quando cambio alimentazione sta bene, quando si abitua succede il fatto. Recentemente è stato messo in un recinto erboso, stessa cosa all’inizio è stato bene poi ha ricominciato ad avere lo stesso problema. Ho notato che quando il problema non cè prende peso, quando ha questi episodi non assimila bene e il pelo si opacizza un pò.
Due settimane fa si è ferito in un arto, ha fatto la copertura antibiotica e non ha avuto il problema per piu di una settimana ora ha ricominciato nuovamente. Il vet. che lo segue per la ferita mi ha detto che potrebbe essere l’età, presumibilmente ha un ristagno di liquido nella parte finale del retto, poichè adesso controllandolo per piu’ tempo e solo all’inizio della defecazione, l’uscita del liquido, poi sembra tutto normale. Che ne pensa , Dottore?

  • Ospite
  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

Egregio sig. Giuseppe,
innanzitutto il suo cavallo non è ancora vecchio. Ma veniamo al caso descritto che si presenta di non facile soluzione, per cui prima di dire delle cose inesatte la prego di precisarmi;
a)- mi descriva le caratteristiche del liquido che emette (colore, odore, più o meno la quantità, e la frequenza di tali emissioni)
b)- mi descriva le feci che vengono espulse dopo il gettito di liquido: (colore, consistenza, odore, più o meno la quantità e la frequenza)
c)che tipo di alimentazione somministra e in che proporsioni (granaglie, fieno, ecc.)
d)- da integratori alimentari, se si, mi sappia dire di che tipo. Da anche dei sali, se si me li descriva
e)- l’abbeverata è in tazzetta automatica o altro: quante volte il soggetto beve e possibilmente quanto?
Se ha altre notizie che mi possano aiutare a trovare una soluzione al suo problema me le faccia avere.
In attesa sentitamente la saluto.
Paolo Pignattelli

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

Gentilissimo dottor Pignattelli,
la ringrazio per la celere risposta,
capisco benissimo che non avere il soggetto a disposizione per visonarlo e basandosi su sole mie descrizioni e notizie, non è cosi facile diagnosticare il problema.
Comunque vale la pena tentare.
Scusi se la faccio lunga e parto dall´inizio:
Ho comprato "Aldebaraan" da un commerciante di mia conoscenza circa 5/6 anni fa, anche se notai dei problemi agli arti anteriori, marcava sottosforzo dopo girate strette, ma era tenuto benissimo, in carne, ben educato anche da montato, mansueto, bello nelle forme, pulito, mi piacque anche nel prezzo, a me serviva per utilizzarlo nelle monte con le fattrici figlie degli altri stalloni.
Il cavallo ha sempre goduto di ottima salute non ha mai avuto una colica o qualsiasi altro problema da quando è in mio possesso, prima non ho nessuna notizia.
Circa tre anni fa ha contratto, da alcuni cavalli che sono stati ospiti per una settimana nel mio capannone, dove ho 18 box con aria comune, in occasione di un raduno equestre nel paese, l´Arterite Virale Equina, i sintomi della malattia sono scomparsi in poco tempo senza l´utilizzo di alcuna terapia, Chiaramente lo stesso non è stato più adibito alla monta. Comunque non ha avuto mai questi problemi,di diarrea, sino ad agosto scorso.
Allevo cavalli, per passione, da circa quarant´anni e non ne ho mai avuti con questi fastidi o almeno non per cosi lungo tempo
Sa dottore dalle mie parti, in provincia di Palermo, i veterinari si occupano per lo piu´ di piccoli animali, quelli della usl di bestiame vario, e quando si parla di cavalli si va per tentativi, mai una risposta (diagnosi) corretta. Quindi nelle cose semplici mi sono sempre arrangiato con la mia esperienza ma quando la cosa non va per il verso giusto non si trova nessuno che sappia cosa fare sul serio.
Ancora su questo caso tanti hanno detto la loro ma non ho risolto un granché.
Mi sono accorto del problema circa un anno fa. Aldebaraan era in un recinto poco distante dalle scuderie, e sentivo che aveva una flatulenza abbastanza rumorosa.
Osservandolo da vicino mi accorgevo che aveva le cosce e gli arti posteriori imbrattate di liquido fecale anche se le feci erano composte.
Pensai che la causa fosse il fieno nuovo, quindi un po piu´caldo, così´ mi procurai del fieno della passata stagione, in effetti al cavallo passarono quei sintomi che però ricomparvero poco dopo.
Allora sospesi ogni tipo di mangime, somministrai solo fieno
( polifita 60%"sulla" e erbe spontanee ed avena selvatica) ed avena tenuta in acqua per due giorni. Il cambio di alimentazione sembrò fare effetto, ma dopo qualche settimana si riproposero i soliti problemi.
Sotto consiglio ho somministrato : fieno – crusca- mangime con erba medica cubettata e fiocchi di avena orzo mais- aggiungendo dose adeguata di equimmunopro (fm italia) e Q.B di integratori vitaminici del complesso B e sali minerali.
La cura parve azzeccata, la flatulenza era cessata e le feci erano regolari, le gambe posteriori asciutte, cosi finendo i prodotti li ricomprai per continuare, avevo pensato di avere risolto il problema, ma poco dopo aver cominciato il secondo ciclo comparvero nuovamente gli episodi della fuoriuscita del liquido prima della defecazione la flatulenza era definitivamente scomparsa.
Essendo cominciata l´erba nei recinti esterni, pensai di rinfrescarlo con dell´erba.
Cosi lo misi in un paddok e lo foraggiai con poco fieno ed erba senza null´altro.
Di nuovo il cavallo stette meglio ma solo per qualche settimana poi ricomincio tutto daccapo, siccome le feci erano di colore verde pensai che si era ecceduto con l´erba fresca. Due settimane fa il cavallo si è ferito in un arto ed è stato sottoposta a terapia antibiotica, subito dopo l´antibiotico il cavallo non ha piu´avuto fuoriuscita di liquido normalizzandosi, adesso ha ricominciato come prima.
Alle sue domande rispondo:
Il liquido ha un colore brunastro (tipo thè) non ha un odore forte, non è maleodorante
Sulle quantità, quando emette aria fuoriesce con delle bolle e spruzzetti riversandosi sulle cosce sino ad arrivare ai nodelli, asciugandosi sulle gambe forma una specie di crosta che si lava facilmente con acqua. Quando spruzza prima di defecare il getto e piu´ abbondante e il getto arriva sino ad un metro lontano da lui lasciando a terra una "strisciata" di liquido con pochi resti fecali.
Quando è in box lo spruzzo imbratta i muri ( Ha presente quando i puledri hanno lo spruzzo diarroico quando le madri sono in calore? Verosimilmente lo stesso effetto.)
Le feci sono di colore bruno, semisolide o solide, composte, quantità ed odore normale, solo accompagnate da liquido (in più)
Per quanto riguarda l´acqua, il cavallo beve a piacere poiché nei box vi sono le beverine con galleggiante e nei paddoks gli abbeveratoi di acqua sorgiva.
Dottore mi scusi se è venuto giu´ un poema omerico ma ho cercato di descriverLe quanto piu´ possibile.
Ancora grazie per i consigli che mi potrà dare ( per quello che sono riuscito a comunicarLe) sperando in un miglioramento.
Distintamente
Giuseppe Maria

  • Ospite
  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

ciao a tutti,,,
in effettiguardando un po su internet sia su siti inglesi sia francesi ho trovato molti casi simili: feci formate e liquidi scuro che sporca i posteriori…cavalli di tutte le eta..la mia cavalla ne ha 4 per esempio ed ha cominciato un mese dopo il suo arrivo da me(maerzo 2010)venendo dalla normandia…
quando ha cominciato non mi sono subito allarmata perche ho pensato fosse un po scombussolata dal cambiamento.
poi non era messa molto bene…era magrissima e piena dipidocchi qundi pensavo fosse un po il suo stato generale da mettere in sesto…
poi visto che non passava il vet ha fatto una cura antibiotica piu carbone e probiotici e analisi del sangue (tutto normale)…niente si e risolto,,,il vet visto che comunque la cavalla stava bene non mi ha piu preso in considerazione allora ho continuato con la cura di probiotici piu prebiotici,,,ho fatto una cura di aloe e anche di psyllium…avevo ottenuto un risultato dopo mesi di probiotici e prebiotici: rimaneva pulita per qualche giorno poi ricominciava con la perdita di liquido…poi visto l’intermittenza ho provato con i vermifugi…dopo la terza vermifugazione lei e sgonfia ma le perdite continuano…un altro vet mi ha detto che esistono cavalli che hanno questo disturbo e rimangono cosi a vita….ma lei quando l’ho presa non aveva questo problema….poi non e questione di qualche gocciolina che esce quando defeca,,,ma a volte di veri e propri getti di liquido scuro quando emette gas…
mistero!

  • Ospite
  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

la mia cavalla ha esattamente la stessa cosa….e nella mia zona qui in Francia la situzione veterinari e la medesima!soprattutto quando si tratta di un problema atipico del cavallo…
ho chiamato l’altro giorno ancora una volta per tenatre, il veterinario francese che mi ha detto che esistono cavalli cosi che hanno feci formate ma emettono questo liquido…ma io mi chiedo: la cosa accade cosi improvvisamente?cioe fino a 3 anni e nel caso di giuseppe maria fino a 14 anni il cavallo non ha niente poi cosi da un giorno all’altro si modifica il suo sistema digerente e comincia ad avere questo problema?
perche dopo che ho somministrato il vermifugo panacur equin gaurd su 5 gironi la cavalla per 15 giorni non ha avuto nessun disturbo?stessa situazione per giuseppe maria, per qualche tempo il problema sembrava scomparso in seguito a qualche terapia….QUAL E IL PROBLEMA?personalmente non voglio mollare ma mi sto esaurendo,,,e un anno che cerco provo e chiedo …. che fare?
grazie mille!!
ps:giuseppe marie, teniamoci in contatto che se per caso uno dei 2 trova la soluzione possiamo comunicarcela!!
ciao a tutti

  • Ospite
  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

carissima eli mi tovi su = clubogliastrillo@libero.it= mi fa piacere se mi contatti ciao
Giuseppe Maria

  • Ospite
  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

rispondo a tutti con molta sincerità.
I vari casi descritti che hanno in comune una forma "atipica" di diarrea; in realtà, come uno di voi ha precisato, non sono ugual, qualche volta sono appena simili. Alcuni sono sostanzialmente diversi, altri si avvicinano, ma non sono mai sovrapponibili.
In ogni caso hanno in comune la difficoltà del trattamento terapeutico, come dimostrato dai diversi interventi effettuati, con qualche lieve miglioramento iniziale e poi …. classica ricaduta!!
L’omeopatia in quesi casi può fare molto, anche se molti colleghi la considerano un intervento da ultima spiaggia. Vi consiglio quindi, di rivolgervi al vostro veterinario omeopata che saprà, caso per caso, trovare il giusto rimedio.
Perdonatemi se non do suggerimenti terapeutici a braccio, non è nel mio stile.
Un saluto cordiale
Pignattelli

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

egregio dottore la ringrazio per la risposta… anche se dopo circa un mese e mezzo!!!
Non capisco perchè mi ha fatto tante domande precise a cui io ho risposto … per poi sentirmi rispondere dopo un mese e piu’,," si rivolga al suo veterinario di fiducia"… A che sono servite le mie risposte alle sue domande? perche me le ha fatte? PERDITA DI TEMPO ! ! ! Se non da suggerimenti a che serve questo servizio? Anche se gratutito, un servizio, non fatelo!!! Se siete… "Esperti"
SALUTI
COCO GIUSEPPE MARIA

  • Ospite
  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
La tua risposta

Prego per rispondere.