dermatite nodulare

0
0

Buongiorno
sono una biologa ospedaliera, proprietaria di alcuni cavalli, vorrei approfittare della sua esperienza per
cercare di affontare un problema che i colleghi veterinari non hanno ancora ben centrato e che riguarda un mio puledro di 1 anno.
Il problema è iniziato a fine settembre con la comparsa di affezioni sottocutanee sulle cosce, pressapoco come foruncoli, piccoli e rilevati che poi si
ingrandiscono, confluiscono e diventano più mollicci, talora con un’area centrale liev. depressa; la cute sopra è intatta, il pelo non cade, non si formano croste
nè eritema, nè desquamazioni, non danno prurito, sono calde al tatto , non si propagano apparentemente in altre aree nè ad altri puledri con cui lui vive; a lui
non danno alcun fastidio, neanche schiacciando e cresce benissimo.
Il fieno è sempre lo stesso, senza polvere, molto bello e i paddock e il box anche; il mangime è un buon mangime (Porrini) per puledri.
Le lesioni trattate con gentalyn beta pomata si riducono abb rapidamente e alcune spariscono ma poi, smettendo, ricompaiono, magari non esattamente nella
stessa sede ma in zone abb vicine, come il petto; da circa 1 mese, su indicazione della nostra veterinaria abbiamo smesso la pomata e le lesioni pian paino
sono aumentate, ingrandite e hanno assunto un aspetto simile a piccoli crateri sempre ricoperti da pelo integro, assolutamente non pruriginosi e non dolenti.
Vi chiedo se ci sarebbero, in un caso come questo, indicazioni ad una terapia omeopatica e se si puo’ utilizzare un prodotto omeopatico
con effetti simili al cortisone..
La ringrazio tantissimo , molto cordialmente
silvana bada’

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
La tua risposta

Prego per rispondere.