cheloide

0
0

salve dottore.possiedo un psi di 4 anni intero.l`ho comprato gia con questo problema.circa 10 mesi mentre correva all`ippodrmo e scivolato e la ferita posta al garretto posteriore non e stata saturata e si e formato un cheloide.ho chiamato diversi vet. ma nulla da fare hanno tipologie diverse tra loro e poco rassicuranti.possibilmente se mi da la mail gli posso mandare le foto. come dovrei fare?

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

ho avuto risultati molto buoni con l` uso di una bustina di acido salicilico officinale emulsionati in 25 gr di vaselina bianca applicati ogni giorno sulla pelle precedentemente pulita. il risultato dipende molto dall` età del cheloide

  • Ospite
  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

non la leggo io o il dott. Pignattelli non ha risposto … sarebbe interessante sapere la sua opinione sui cheloidi degli arti.
Ho sempre riscontrato pareri discordanti in merito.
grazie per le risposte sull’argomento.

  • Ospite
  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

Dare un parere sui cheloidi senza avere visitato l’animale, senza avere valutato l’entità di tale patologia è pura presunzione. Non è il mio caso! In questa sede, visto che mi da l’opportunità di riparlarne consiglierei a chi chiede un parere, un consiglio o quant’altro di allegare alla domanda una o più foto della lesione. Con le moderne apparacchiature fotografiche è cosa alla portata di tutti. Altra cosa importante occorre precisare la causa che l’ha provocatoda, quanto è comparso il cheloide, quanto è cresciuto il lunghezza ed altezza, descriverne la consistenza e le eventuali cure, comprese eventuali infiltrazioni e con quale farmaco. La materia come vede è complessa.
Tutavia, perchè tirato per i capelli le anticiperò che il problema, se di recente comparsa (meno di tre mesi) può essere affrontatoanche con l’agopuntura (ma solamente da veterinari esperti)ed i risultati ottenuti da alcuni colleghi sono molto interessanti come pure quelli ottenuti con l’Omeopatia. Colleghi riportano casi di notevole miglioramento usando:
THUIA 30 CH in granuli o gocce (10 granuli o gocce sciolte in poca acqua pura per 15 giorni al mattino a digiuno, stop per 1 settimana poi ripetere) aggioungere spennellature sul cheloide con TM di CELIDONIA. Oppure GRAPUITES 5CH: 10 granuli o gocce sciolti in poca acqua al mattino a digiuno per 4 settimane. Spennellature come sopra.
Mi faccia sapere, A presto e con i migliori saluti
Pignattelli Paolo

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
La tua risposta

Prego per rispondere.