dubbi riguardo l`equitazione per disabili

0
0

Gentile Dott.ssa Onofri,
proprio ieri ho assistitito ad una lezione di equitazione per disabili; lezione inserita in progetto finanziato dalla Privincia di Lecce.
Nel gruppo erano presenti diversi casi, dalla sindrome di down alla sindrome di williams. Ora mi domando se sono state canonizzate le differenze tra ippoterapia, riabilitazione equestre, terapia per mezzo cavallo ed equitazione per disabili. Quando il cavaliere non ha una propria volontà per montare a cavallo, si può ancora parlare di equitazione per disabili? Inoltre è giusto condurre una lezione con questi cavalieri in modo rigido e militaresco, non permettendo nessuna interazione nè tra di loro nè con il cavallo? Per questo tipo di attività il personale del centro equestre che titoli dovrebbe avere? Oppure chiunque si può improvvisare un “apprendista stregone“?
In attesa di un suo cordiale riscontro le porgo i miei più distinti saluti.
Elena Sapio

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
La tua risposta

Prego per rispondere.