Richiesta di informazioni sulla quantificazione del danno da incidente stradale

0
0

Preg.mo Avvocato,
sono una neo laureata,oltre che appassionata di equitazione,che ha a sottoporle un quesito riguardandte un incidente stradale dove un`autovettura ha ferito e consequenzialmente provocato la morte di un cavallo. Il cavallo in questione è un riproduttore di alta genealogia che con la riproduzione annualmente portava al suo proprietario un introito di circa 10.000 euro. Prermesso ciò,per farLe capire per sommi capi la questione,il quesito è questo: nella richiesta di risarcimento del danno,oltre ovviamente al valore dell`animale in questione, può essere inserito anche il mancato guadagno del proprietario dovuto alla morte del cavallo? e se si,questo mancato guadagno per quanto tempo deve essere calcolato?
Nel rigraziarLa anticipatamente per l`attenzione prestata colgo l`occasione per porgere distinti saluti.

Alexandra Liberati

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

Gent.ma Dott.ssa Alexandra,complimenti per la sua laurea (è forse in Giurisprudenza)?
Cercherò di essere breve e al tempo stesso chiara: il suo quesito, come potrà immaginare, non è oggetto di specifica normativa, ma richiederebbe una disamina giurisprudenziale accurata onde verificare se vi sono stati precedenti oppure come il giudice si sia pronunciato in casi simili o analoghi. Sulla base della mia esperienza Le posso dire che può avanzare richiesta di risarcimento danni per il valore dell`animale rimasto vittima del sinistro (danno emergente), quanto al lucro cessante tentare non nuoce; mi spiego: può presentare domanda con la riserva che venga rigettata.
Piuttosto questo cavallo, se riproduttore di tale valore, non è coperto da assicurazione privata? Si rivalga su questa!
Se desidera una ricerca approfondita e una assistenza ad personam, sarò lieta di accettare l`incarico: avremo così la possibilità di controllare l`orientamento giurisprudenziale e quindi valutare come conviene muoversi onde ottenere il massimo risarcimento possibile.
Le ricordo la mail: virginia.polidori@libero.it.
Se poi volesse darci una mano nella causa per la tutela della salvezza dei cavalli, io sono legale di animal rescue team, settore equino, e offerte anche modiche sono sempre gradite e quanto mai utili!
http://www.animalrescueteam.it – pagina chi siamo.
Questi i riferimenti:
Avv. Virginia Polidori
Unicredit Banca
Agenzia Dante – Bologna
ABI: 02008
CAB: 02455
C/C: 000002537009
IBAN: IT 13 U 02008 02455 000002537009
Grazie!
Cordiali saluti e mi tenga informata!
Avv.V.Polidori

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

Mi scusi se utilizzo questo servizio, ma sono fuori studio e con
questo portatile non riesco ad inviare la posta dal mio
indirizzo personale!

Gent.ma Dott.ssa Liberati,
mi perdoni se sono diretta, ma, se ho capito bene, Lei è laureata in
Giurisprudenza, ma non è Avvocato, azzardo la Sua frequenza di uno studio
legale a titolo di praticantato per la durata di anni due tutt`ora in corso.
Sicuramente Le starò rammentando argomenti che Lei conosce benissimo: avrà
un dominus che sarà il titolare del mandato.
In una situazione del genere, il mio ruolo si può collocare come attività
stragiudiziale di natura pareristica in cui deve figurare il mio intervento
e tale attività deve essere accettata o dal collega o dal Vostro cliente, in
caso contrario si potrebbe creare un impasse prettamente deontologico.
Mi rendo conto che suddetti dedali burocratici possono parere defatiganti e
privi di utilità, tuttavia garantiscono la correttezza dei rapporti fra
colleghi e con i clienti: in definitiva è sufficiente che il Suo dominus
avvalori, sempre che non l`abbia già fatto, la sua attività. Se Lei è
autorizzata ad agire in autonomia, possiamo procedere direttamente!
Rimango in attesa di Suo gradito riscontro.
Buona serata,
Avv.V. Polidori

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
La tua risposta

Prego per rispondere.