paternità

0
0

Buongiorno, ho acquistato un puledro che sul bollettone di monta riporta il nome di uno stallone ma in sede di controllo ai fini del documento risulta "incompatibile" col dna dello stallone dichiarato. Ora, telefonando all’Unire per chiedere se poteva esserci un errore da parte loro mi hanno detto che se voglio rifare gli esami devo ripagare 250,00 € (e già questo non mi sembra giusto visto che io mi sono basata su un documento firmato dal veterinario e dall’allevatrice) ma la mia domanda è questa: se dovesse effettivamente risultare che il puledro non è figlio dello stallone dichiarato sul bollettone di monta mi posso rivalere sul veterinario o sull’allevatore, visto che io la monta l’ho pagata ?
Grazie e cordiali saluti

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

Gent.ma Sig.ra Marina, se il puledro in sede di controllo ha presentato un dna incompatibile con quello del dichiarato padre, Lei ha azione nei confronti del veterinario che ha firmato detto bollettone di monta.
Provi a contattarlo, gli spieghi la situazione, gli mostri copia delle dichiarazione ove si attesta che il puledro ha dna incompatibile con lo stallone dichiarato nel bollettone che riporta la sua firma e si mostri decisa a procedere penalmente: il veterinario, se ha dichiarato il falso, rischia la sospensione dall’albo o addirittura la radiazione, insomma ci rimette il lavoro: io credo che non voglia rischiare tanto e che un accordo lo troverete!

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
Mostro 1 risultati
La tua risposta

Prego per rispondere.