escursioni con asini

0
0

buongiorno
con la presente vorrei porre un quesito relativamente alla conduzione degli asini in passegiata. Nello specifico, vorrei capire – dato che per la conduzione di cavalli servono patentini e brevetti vari- se c’è una legislazione in merito anche per gli asini. In tutti i posti (associazioni e cooperative) in cui sono stata ho sempre lavorato senza problemi grazie alla mia esperienza, senza che fossero richiesti attestati o partecipazioni a corsi (anche perchè nessun ente/formatore è riconosciuto legalmente per gli asini e chiunque può tenere corsi di formazione).
Però mi sorge il dubbio che cmq anche l’asino è un equide e come tale, mi chiedo, dovrebbe far parte dello stesso minestrone? A me non risulta questo, così come non risulta a tutti quelli che conosco che professionalmente fanno da anni questo lavoro. Però vorrei sapere se ci stiamo tutti sbagliando.
In sostanza, seguendo il ragionamento del mondo dell’ equitazione, io dovrei avere un patentino ( o quantomeno un attestato) e così anche tutti gli operatori che mi accompagnano in passeggiata affiancando gli animali. E chi lo rilascerebbe?
Non dovrebbe essere sufficiente una assicurazione regolare per gli animali che copra un ampio ventaglio di attività svolte con loro? Io pensavo di sì. Ma mi hanno contestato che se dovesse succedere qualcosa (calcio in faccia di un asino ad un bambino), a livello penale non sarei coperta perchè non ho nessuna abilitazione/certificazione che dimostri che sono regolarmente abilitata come operatore di asino…
Quindi? come fare? come stanno le cose veramente? Posso o no lavorare con gli asini ?
ed eventualmente che abilitazione bisogna avere? rilasciata da chi?
Grazie per un cortese riscontro.
Cordialmente
Claudia

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

NUOVO CODICE DELLA STRADA
(Decreto Legislativo 30 aprile 1992 n. 285)

TITOLO IV
Guida dei veicoli e conduzione degli animali

Art. 115.
Requisiti per la guida dei veicoli e la conduzione di animali.

1. Chi guida veicoli o conduce animali deve essere idoneo per requisiti fisici e psichici e aver compiuto:
a) anni quattordici per guidare veicoli a trazione animale o condurre animali da tiro, da soma o da sella, ovvero armenti, greggi o altri raggruppamenti di animali;…
3. Chiunque guida veicoli o conduce animali e non si trovi nelle condizioni richieste dal presente articolo è soggetto, salvo quanto disposto nei successivi commi, alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 80 a euro 318. Qualora trattasi di motoveicoli e autoveicoli di cui al comma 1, lettera e), è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 159 a euro 639.
5. Chiunque, avendo la materiale disponibilità di veicoli o di animali, ne affida o ne consente la condotta a persone che non si trovino nelle condizioni richieste dal presente articolo e’ soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 39 a euro 159 se si tratta di veicolo o alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 24 a euro 94 se si tratta di animali.
(http://www.altalex.com/index.php?idnot=34125).

Poi le consiglio di chiedere all’APA competente per territorio circa i requisiti e le patenti per asini (nemmeno io le ho mai sentite!).
L’assicurazione RC invece la raccomando.

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
Mostro 1 risultati
La tua risposta

Prego per rispondere.