cavalli a pensione

0
0

Gent.Avvocato,nella mia az.agr.ho a disposizione un terreno nel quale oltre al mio cavallo vorrei tenere a pensione altri cavalli di altri proprietari. Io ho l`assicuraz. del capo famiglia, oltre a pretendere che gli altri proprietari la facciano per essere assicurati contro terzi, cosa devo fare per tutelarmi in caso di furto dei cavalli? nel senso, se vengono rubati i cavalli altrui a pensione nel mio prato, chi li deve risarcire? cosa devo fare? grazie

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

Gent.ma Sig.ra Martina,
cercherò di darle una risposta il più completa possibile.
Il suo cavallo, da quello che mi scrive, è coperto da quella che fino a qualche anno fa veniva denominata “assicurazione del capofamiglia” e comprendeva a titolo di responsabilità civile (verso terzi) anche gli animali dal cane al cavallo. Ho utilizzato il passato proprio perché oggigiorno siffatte modalità assicurative sono rarissime, quasi nessuna Compagnia Assicuratrice si mostra più disposta a fornire prodotti di codesto tipo con uno spettro assicurativo sì ampio.
Le consiglio, viste le numerose differenze fra polizza e polizza, di riprendere in mano l’originale stipulato da suo padre e controllare esattamente il tipo e le modalità di copertura (a titolo esemplificativo le dico che alcune Compagnie richiedono che vi sia convivenza del nucleo familiare, altre impongono un utilizzo esclusivo del cavallo in capo ad un membro della famiglia, etc…insomma vi sono diverse varianti, quindi onde evitare sorprese poco piacevoli, meglio studiare bene la polizza prima!).
Fa bene a chiedere che le persone/cavalli che intende ospitare presso la sua azienda abbiano una assicurazione che copre i danni a terzi, anche perché con questa richiesta lei si preoccupa solo di tutelare i proprietari dei cavalli stessi da danni che gli animali possano cagionare ad altre persone (morso, calcio), equidi (calcio), strutture (calci, fuga, rottura di abbeveratoi, mangiatoie etc.).
Per quanto concerne invece l’ipotesi del furto, sia che sia furto di cavalli, sia furto di materiale (selle, coperte, qualunque tipo di attrezzatura custodita nell’azienda), in base alla disciplina codicistica della custodia la responsabile è lei o l’azienda (Art. 2051 Danno cagionato da cosa in custodia. Ciascuno e responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito (1218,1256)
1177. Obbligazione di custodire. — L’obbligazione di consegnare, una cosa determinata include quella di custodirla fino alla consegna.
-L’obbligazione di consegnare una cosa determinata include quella di custodirla fino alla consegna. Tale obbligo non si presenta come l’oggetto principale ed assorbente della prestazione, sibbene come attività accessoria e connessa con quella principale e consiste nell’impegno di mantenere la cosa determinata nello stesso stato in cui si trovava al momento in cui la si ebbe in detenzione, evitando non solo le azioni od omissioni personali ma anche, in esplicazione del c.d. dovere di protezione, gli accadimenti esterni, tra cui il furto, che possono determinarne la perdita, il perimento o il deterioramento. — Cass. 17-5-69, n. 1702, rv. 340695.
E’ opportuno valutare altresì la presenza di tutti i requisiti necessari richiesti dalla legge per l’apertura di una attività equestre.
Se desidera contattarmi per maggiori informazioni e per consulenza ed assistenza nella stipula di polizze ad hoc per il suo caso, e avere tutte le nozioni necessarie per l’apertura di un centro equestre sia dal punto di vista sanitario che amministrativo, onde evitare di cadere in inutili sanzioni, sono più che disponibile ad aiutarla: Avv Virginia Polidori, Viale Giosuè Carducci, n° 13, Bologna, 40125, mail: virginia.polidori@libero.it; tel: 051-346389.
Premetto subito che spesso gli utenti scappano impauriti dalla parola Avvocato e dalle spese che questa può comportare…è mia abitudine parlare prima col cliente e fare un preventivo e quindi lasciare la persona libera di decidere se accettare o meno. A volte la consulenza di un esperto si rivela fondamentale!

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

Sig.ra Martina,
se desidera contattarmi Le lascio l`indirizzo dello studio e il recapito telefonico:
Studio Legale Avv. Virginia Polidori, Viale Giosuè Carducci, n° 13, Bologna, 40125, tel.: 051-346389; mail: virginia.polidori@libero.it
Mi auguro di sentirLa presto!
Buona giornata.

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
La tua risposta

Prego per rispondere.