assicurazione

0
0

Salve Avv. Polidori, le scrivo perchè posseggo una cavalla regolarmente iscritta all` ass. Allevatori e con lei non faccio nessuna attività agonistica ne sfilate e cose del genere, soltanto passeggiate con attraversamenti dentro le vie cittadine. Volevo sapere che tipo di assicurazione faccia al caso mio e magari approssimatamente i costi di questa. La ringrazio anticipatamente, distinti saluti Giuseppe.

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
0
0

Gentilissima utente del forum,
grazie innanzitutto per aver deciso di rivolgersi alla mia persona.
Presupposto essenziale per la stipula di qualsivoglia polizza è che la Sua cavalla sia in regola con i documenti
sanitari e l`attestazione di proprietà, questo significa, in breve, che la cavalla deve essere quanto meno in possesso di un passaporto A.P.A. che testi la proprietà dell`animale, l`esito negativo del test di Coggin`s, la
regolarità delle vaccinazioni, oppure possegga un passaporto F.i.S.E. o documenti di razza – importante
l`attestazione di proprietà e di sanità -.
Dati questi presupposti, e considerando che l`utilizzo cui la cavalla è deputata viene catalogato come “non agonistico“, bensì amatoriale, Le consiglio quanto meno una ASSICURAZIONE PER RESPONSABILITA` CIVILE VERSO TERZI.
Esistono varie tipologie di assicurazione cosiddette “Del capo famiglia”.
Fino a qualche anno or sono, le polizze, nel momento in cui affrontavano il capitolo relativo alla responsabilità civile verso terzi, come elemento costituente la polizza medesima, ricomprendevano i danni cagionati da animali e menzionavano fra gli animali coperti i classici animali da compagnia quali i cani ed i cavalli.
Tuttavia, data la specificità del rapporto uomo-cavallo e la gravità di danni che un animale di tale mole poteva causare, le Compagnie Assicurative specificavano le ipotesi coperte, ovvero, i danni che l’equide cagionava a terzi, 1) purchè fosse di proprietà esclusiva del capo famiglia o di un familiare CONVIVENTE, 2) purchè fosse in regola con tutti i documenti sanitari e passaporti (oggi A.P.A., test di Coggin’s, vaccinazioni, come minimo richiesto) e 3) purchè fosse utilizzato esclusivamente dal proprietario.
Col passare del tempo le Compagnie Assicurative hanno visto moltiplicare esponenzialmente le richieste di
risarcimento danni a titolo di responsabilità civile per danni provocati da cavalli, tanto da decidere di mutare il contenuto delle polizze del capo famiglia e richiedere la stipula di apposite polizze che tutelassero simili situazioni.
In sintesi controlli preventivamente che il cavallo non sia già coperto dalla su menzionata Assicurazione, in caso negativo prenda in seria considerazione l`eventualità della stipula di una polizza di R.C. per cavalli….i costi sono variabili da Compagnia a Compagnia e dalli ipotesi che Lei desidera siano contemplate.
Per ogni ulteriore chiarimento mi può contattare in studio allo 051-346389 o all`indirizzo mail: virginia.polidori@libero.it.
Le porgo cordiali saluti,
Avv. Virginia Polidori.

  • Devi essere loggato per poter scrivere un commento
Mostro 1 risultati
La tua risposta

Prego per rispondere.