Guidolin Equibar
Razze equine
Appaloosa
Vedi la foto Gallery
con le immagini dei cavalli inviate dai lettori del portale.
LUOGO DI ORIGINE:
STATI UNITI
ATTITUDINI:
L'Appaloosa, anche se considerato unanimemente il cavallo western per eccellenza, è molto valido per tutte le specialità dell'equitazione: dal salto agli ostacoli al dressage.
POPOLAZIONE:
Cavallo di interesse internazionale.
ALTEZZA AL GARRESE:
La struttura morfologica ideale degli Appaloosa prevede un'altezza media al garrese di circa 140-150 cm e un peso di 430-530 kg,
MANTELLO:
Presenta sei mantelli macchiettati caratteristici: il fiocco di neve, il leopardo, il brina, il marezzato, il coperta macchiata e il coperta bianca.
ll contorno occhi, i genitali e le labbra devono tendere al rosa, mentre i pigmenti del mantello devono essere particolarmente evidenti intorno alle narici.
Le macchie scure del mantello si possono trovare sia sulla parte posteriore sia, di piccole dimensioni, sulla parte anteriore che gradualmente diventano sempre più grandi intorno ai fianchi. Le stesse macchie possono essere a loro volta a forma di goccia o di diamante e di diverso o uguale colore rispetto al mantello.
I puledri nascono senza macchie, infatti compaiono solo posteriormente e sono sempre di colore diverso da quelle dei genitori.
CARATTERISTICHE:
Docile e tranquillo ma vivace
STANDARD DI RAZZA:
Cavallo agile e resistente, possiede una testa piccola e ben attaccata, il collo lungo e muscoloso e le orecchie piccole.
La criniera è corta e rada, il garrese è mediamente rilevato e la linea dorso-lombare è breve e diritta. La spalla è diritta, buono è lo sviluppo scheletrico, il ginocchio è asciutto, gli arti piuttosto corti ma le cosce sono muscolose e lo zoccolo è striato.
DATI STORICI:
Nel 1730 i Nez-Percé iniziarono l'allevamento di questi straordinari cavalli, apprezzati per il carattere docile e mite, per la predisposizione al lavoro e quindi per la grande resistenza sia nell'affrontare la caccia sia nell'affrontare i lunghi ed estenuanti viaggi sulle montagne.

Il nome Appaloosa deriva dal fiume Palouse, negli Stati Uniti nord-occidentali, che attraversava il territorio dei Nez-Percé. Nell'ottobre del 1877, il Gran Capo Joseph e la sua tribù si arresero all'esercito degli Stati Uniti. Questa tribù di pellerossa fu quindi esiliata nell'Oklahoma e portò con sé 1100 dei propri cavalli Appaloosa accuratamente selezionati.

Con il passare degli anni questi bellissimi cavalli chiazzati si sono quasi completamente estinti e sono sopravvissuti soltanto grazie al loro aspetto spettacolare, che ne hanno fatto animali assai ricercati per circhi e rodei.

La selezione proseguì ad opera dei bianchi e la razza raggiunse così la stabilizzazione.

Nel 1975 l'allora governatore dell'Idaho, Cecil Andrus, ha nominato l'Appaloosa cavallo simbolo dello stato.
Equigomma NonsoloCavallo Equitation Technofitness Cover Technology Horse Point Luce EcoPlus Zooriz Gianni Guidolin Bianchi carrozze Sartore Pierluigi & C.