Equidomus
Razze equine
Salernitano
Vedi la foto Gallery
con le immagini dei cavalli inviate dai lettori del portale.
LUOGO DI ORIGINE:
ITALIA (Campania)
ATTITUDINI:
Sella, è un buon saltatore
POPOLAZIONE:
Cavallo di interesse nazionale.
ALTEZZA AL GARRESE:
Oltre 163 cm
MANTELLO:
Nella razza non c'è un mantello predominante.
CARATTERISTICHE:
Tranquillo ed equilibrato ma energico.
STANDARD DI RAZZA:
Sono in corso indagini preliminari per la definizione dello Standard, ma in generale il Salernitano ha un bella testa che mostra l'influenza spagnola, occhi vivaci e narici ampie.
Il collo è lungo e ben attaccato e il garrese è abbastanza pronunciato e uscoloso.
Le zampe sono armoniose, dotate di giunture valide, stinchi sottili ma ben resistenti, tendini ben staccati e asciutti e piede con unghia di buona consistenza.
DATI STORICI:
L'origine dei cavallo Salernitano è legata alla particolare posizione geografica della Piana dei fiume Sele ed alle alterne vicende storiche che l'hanno interessata.
La sua formazione risale ad epoche antichissime ed un peso determinante ebbero le importazioni di stalloni berberi effettuate dai Saraceni e dalle dinastie che anche in seguito regnarono su tutto il mezzogiorno d'Italia.
Il risultato genetico è stato rappresentato da uno dei piu' riusciti ibridi, ottenuto, oltre che con l'uso sistematico di stalloni di origine orientale, soprattutto con l'utilizzo di stalloni laziali, anglo-normanni, trottatori francesi e russi, hackney e purosangue inglesi (stalloni inglesi furono introdotti per la prima volta dai Borbone nel 1860 nella Tenuta di Carditello).
All'inizio del secolo il cavallo Salernitano si presentava come un soggetto di buoni diametri, rustico, resistente, nevrile, con buone dosi di sangue e fondo che lo facevano figurare come uno dei più tipici rappresentanti dei dolico-mesomorfi da sella, caccia, corse e concorsi ippici.
Equigomma NonsoloCavallo Cover Technology Horse Point Luce EcoPlus Zooriz Gianni Guidolin Bianchi carrozze Sartore Pierluigi & C. Oli essenziali