Nord Piave

Trofeo Equitazione di Campagna, a Ferrara la prima tappa.

Domenica 5 maggio al centro ippico Le Pradine prenderà il via il Trofeo delle Scuole di Equitazione di Campagna, organizzato dalla Fise dell´Emilia Romagna. Le sette tappe in programma prevedono la prova di endurance, quella di lavoro in piano e, novità di quest´anno, anche la prove di campagna.

Istituito dal Comitato Fise Emilia Romagna, il Trofeo è un’occasione per i tecnici di attivare percorsi didattici orientati all’agonismo anche nell’ambito delle discipline di pertinenza dell’equitazione di campagna, e per ampie fasce di appassionati un'opportunità di avvicinarsi alle competizioni in maniera spontanea e naturale. L’obiettivo è raggiungere una formazione qualificata e interdisciplinare, che consenta, a chi lo desidera, di passare dalla semplice passeggiata ad attività più articolate.

 

«Affrontare un'esperienza agonistica rappresenta un  momento educativo e formativo – sottolinea Tiziano Bedostri, referente regionale per l’equitazione di campagna -, soprattutto per i giovani, perché consente loro di dimostrare e verificare il grado di abilità e competenze raggiunte. Una verifica che coinvolge anche la figura del tecnico, quale elemento di supporto, stimolo e protezione dell’allievo».

 

La scelta di aggiungere alla prova di endurance, a partire dall'edizione 2012, quella di lavoro in piano e, a partire da quest’anno, la prova di campagna (con  modesti ostacoli naturali e passaggi tecnici semplificati) risponde proprio all'esigenza di formare cavalieri orientati ad affinare la tecnica equestre, sempre nell’ottica del rispetto del cavallo. E per rendere ancora più completa la formazione dei tecnici, nel 2012 presso il circolo ippico Il Cinghio, sotto la guida di Antonio Broglia, si è tenuto un corso di preparazione alla conduzione di attacchi, un settore che rende l’equitazione di campagna accessibile davvero a tutti.

 

Tornando al Trofeo, la formula semplificata consente anche ai cavalieri meno esperti o molto giovani di avvicinarsi alle competizioni, inmaniera spontanea e naturale.  Una formula appetibile che l’anno scorso ha visto ben 484 binomi cimentarsi nelle sei tappe del circuito. «Un vivaio di piccoli, spesso piccolissimi atleti da cui possono emergere i campioni di domani – sottolinea Bedostri -, ma anche di oggi, a giudicare dalle medaglie d’oro e di bronzo vinte dall’Emilia Romagna ai Campionati Italiani Endurance Pony 2010 e il bronzo conquistato nella prova di endurance delle Poniadi 2012. Ottimi risultati che ci fanno ben sperare anche per l’edizione 2013, ormai ai nastri di partenza».

 

Le prossime tappe:
2-giu    C.I. Valganzole Sasso Marconi (BO)
30-giu  C.I. Gese – San lazzaro di Savena (BO)
4-ago C.I. Imolese Imola
25-ago C.I.Ospitalazzo Loiano (BO)
22-set  C.I. Villaseta Casina (RE)
13-ott  Paparazzi Beach di Milano Marittima (RA)

 

Per partecipare alla prima tappa si può scrivere a gio.effe81@virgilio.it

Ufficio stampa
Fonte: Fise Emilia Romagna

Commenti

EVENTI: leggi anche...