Equidomus

PSSM: una malattia genetica sempre più attuale.

Ormai tutti i proprietari di Quarter horse conoscono la famosa HYPP (Hyperkalemic periodic paralysis o Paralisi periodica da eccesso di potassio) trasmessa dai discendenti di IMPRESSIVE, ma non tutti sanno che esistono molte altre malattie genetiche trasmissibili.

pssm.jpg pssm2.jpg

Poiche’ trasmettere un difetto crea non solo sofferenza all’animale ma anche indebolimento della razza e perdite economiche per gli allevatori, la AQHA investe continuamente sulla ricerca e la prevenzione di tali malattie.

 

Ad oggi e’ disponibile un pannello completo di 5 differenti malattie genetiche ereditarie che permette a tutti i proprietari di Quarter horse di verificare la “salute” del proprio animale.

 

Le 5 malattie testate tramite esame del DNA sono:


- HYPP;

 

- GBED (Glycogen branching enzyme deficiency);

 

- MH (Malignant hyperthermia);

 

- HERDA (Hereditary equine regional dermal asthenia);

 

- PSSM (Polysaccharide storage myopathy).

 

La GBED e l’HERDA sono 2 malattie recessive ossia entrambi i genitori devono trasmettere il gene mutato affinche’ il soggetto presenti la malattia con i suoi sintomi.

 

La GBED e’ causata da un malfunzionamento nell’utilizzo e nell’accumulo del glicogeno nel cervello, nei muscoli e nel fegato, pertanto i soggetti malati muoiono appena nati, o nascono morti o abortiti. E’ una malattia letale per la quale non esiste terapia.

 

L’HERDA e’ determinata da un difetto nella struttura del collagene, componente di tessuti quali la pelle, i muscoli e la cartilagine. Gli animali sembrano sani, ma appena la pelle e’ soggetta a qualche sfregamento quali i finimenti o la sella, ad esempio, si lacera immediatamente e le ferite non guariscono. L’animale puo’ sopravvivere ma e’ inutilizzabile e scartato dalla riproduzione.

 

L’ HM, l’HYPP e la PSSM sono tutte malattie dominanti, cio’ significa che basta un solo gene su due che sia mutato affinche’ il cavallo sia malato e presenti i sintomi della patologia. Questo ci deve rendere ancor piu’ attenti sul riconoscimento di tali malattie e sull’esclusione dei soggetti malati dalla riproduzione. La PSSM e’ forse la malattia di piu’ difficile riconoscimento clinico da parte sia del proprietario che del veterinario.

 

Il Quarter Horse per il tipo di lavoro che svolge e la sua morfologia e’ molto predisposto a patologie muscolari come la mioglobinuria o acidosi lattica o tying-up. Ma a volte dietro questi “blocchi muscolari” si nasconde la PSSM! Tale patologia e’ causata da un eccessivo accumulo di glicogeno e di un polisaccaride nel muscolo. Questo determina una sintomatologia che comprende rigidita’ muscolare (soprattutto a carico del treno posteriore), sudorazione, tachicardia, contrattura dell’addome, urina rossa o color caffe’, dolore e rifiuto al movimento.

 

A volte i cavalli si mettono distesi e si rotolano o tentano di urinare spesso senza riuscirvi. I sintomi possono variare ma spesso sono sovrapponibili a quelli di una mioglobinuria e a volte a quelli di una leggera colica. La differenza principale e’ che si presentano ripetutamente e quasi sempre poco dopo l’inizio dell’esercizio; in genere bastano 10-20 min. di passo o trotto o a volte anche appena escono dal box!

 

Esiste la PSSM di tipo 1 che non colpisce solo il Quarter Horse ma anche il Paint, l’Appaloosa e molte razze di cavalli da tiro , soprattutto Percheron (nei cavalli testati vi e’ una positivita’ del 60%) e Belgi (40%) e quella di tipo 2 (non ancora mappata geneticamente e percio’ diagnosticabile solo tramite biopsia muscolare), che non presenta differenze sostanziali e colpisce Quarter horse, Arabi e Purosangue. Per ottenere una diagnosi basta effettuare una biopsia muscolare o, per la PSSM tipo 1, semplicemente un test genetico tramite l’invio di crine ad un laboratorio idoneo.

 

Vi sono alcune linee di sangue che presentano una prevalenza di geni PSSM quali: Three Bars, Joe Hancock, Zippo Pine Bar e Dreamfinder. I cavalli malati non guariscono ma possono essere gestiti benissimo con una dieta corretta ed un esercizio appropriato. Per prevenire ulteriori episodi il cavallo PSSM dovrebbe essere mosso tutti i giorni, anche solo 10 min di esercizio sono estremamente benefici. La ripresa del lavoro dopo ogni episodio acuto deve essere molto graduale. La dieta poi e’ fondamentale poiche’ bisogna minimizzare l’apporto di carboidrati presenti in grosse quantita’ nell’amido che si trova ad esempio nei semi di mais, grano, avena, orzo e melassa.

 

Tali alimenti esacerbano i sintomi di PSSM, percio’ le calorie vanno somministrate sottoforma di grassi (olio di colza, di soia, di semi di lino). Bisogna optare per mangimi molto ricchi di grassi e poveri di carboidrati, inoltre e’ consigliabile aggiungere un supplemento elettrolitico con molta vit. E e Selenio.

 

Con una dieta appropriata il cavallo PSSM migliora di circa il 50%, con anche l’esercizio corretto il miglioramento raggiunge valori del 90% e nel 75% dei casi non si verificano piu’ episodi di tying-up. La gestione e’ sicuramente impegnativa ma se corretta i cavalli malati possono diventare degli ottimi cavalli da trail, pleasure e ranch!

 

Per gli appassionati del Quarter Horse:

Tutti possono consultare la rivista on line della AIQH gratuitamente visitando il sito ufficiale dell'Associazione

www.aiqh.it

Redazione
Fonte: Articolo di di Isabella Maffei, Medico Veterinario
Quarter Horse Magazine Italy

Commenti

VETERINARIA: leggi anche...

INSTAGRAM TAKİPÇİ SATIN AL UCUZ twitter TAKIPCI AL elektronik sigara likit