Cover Technology

L´Esercito Italiano al carnevale romano

esercito-a.jpg esercito-1.jpg esercito-2.jpg

L’Esercito Italiano parteciperà agli eventi equestri che si svolgeranno dall’11 al 21 febbraio nell’ambito del Carnevale Romano 2012, seppur in misura minore rispetto alla scorsa edizione.

 

Il tradizionale appuntamento folcloristico, che trae origine dal medioevo, nel tempo si è caratterizzato rispetto a similari manifestazioni italiane  da una marcata presenza dei nobili destrieri.

 

In questo contesto, a rappresentare la prima Forza Armata sarà un’unità d’eccellenza nel panorama dell’equitazione: il Reggimento Lancieri di Montebello (8°), costituito nel 1859 durante le guerre d’indipendenza, cittadino onorario della Capitale per i fatti d’arme di Porta San Paolo e custode, assieme alle altre unità analoghe, delle tradizioni della cavalleria dell’Esercito Italiano le cui origini risalgono a più di trecento anni fa.

 

L’11 febbraio, in apertura delle manifestazioni, sfileranno la fanfara a cavallo e una quartina di lancieri in rappresentanza dell’unità quindi, il giorno successivo, a Piazza del Popolo, lo Squadrone darà  vita al tradizionale “Carosello di lance”, una dinamica e coordinata serie di movimenti effettuati governando il cavallo con  una sola mano (l’altra tiene la lancia lunga oltre due metri) e che culmina nella travolgente carica di cavalleria.

 

Il giorno 16 febbraio, nel corso di uno spettacolo di arte equestre, un militare del reggimento interpreterà i  “quadretti Caprilliani”, ovvero, una rievocazione, in uniforme d’epoca di speciali esercizi di salto  agli ostacoli (il salto di una sedia, di una tavola imbandita, di una bicicletta ) ideati dal capitano di cavalleria Federico Caprilli (1868-1907) a dimostrazione dell’efficacia del suo rivoluzionario “metodo naturale”, universalmente riconosciuto quale fondamento dell’equitazione mondiale.

 

Il Gruppo Squadroni a Cavallo dei “Lancieri di Montebello” svolge da anni un’intensa attività di riabilitazione equestre per  giovani diversamente abili presso il Centro Ippico Militare “Generale Giannattasio” ubicato nelle strutture dell’ Ippodromo di Tor di Quinto.

IL CAPO UFFICIO COMUNICAZIONE
(Col.a. (c/a) s.SM Marco MARINI)

Commenti

EVENTI: leggi anche...