Cover Technology
Grande interesse per l"obiettivo sicurezza" centrato dalla fiera di Sant'Alessandro

Grande interesse per l"obiettivo sicurezza" centrato dalla fiera di Sant'Alessandro

La tradizionale fiera dedicata all'agricoltura, zootecnia, equitazione,  prodotti alimentari tipici, e giardinaggio, promossa da Fiera di Bergamo e Promoberg, tenutasi dal 31 agosto al 2 settembre, ha dimostrato tutto il suo valore anche in termini formativi. Tra i 40mila visitatori, molti quelli che hanno partecipato agli work shop dedicati alla sicurezza dei trattori e delle macchine agricole usate, e al convegno sui lavori in quota.

 

Promossa l’Agricoltura sicura della Fiera di Sant’Alessandro. Durante la tradizionale “tre giorni” organizzata da Bergamo Fiera Nuova e Ente Fiera Promoberg, hanno riscosso molto successo le iniziative in tema di prevenzione e sicurezza nel settore agricolo.
 

In particolare,“Come adeguare i trattori e le macchine agricole usate”, il tema del workshop pubblico promosso, in collaborazione con Bergamo Fiera Nuova e Promoberg, da un pool di tutto rispetto, che compone il tavolo tecnico del nostro territorio in tema di sicurezza in agricoltura: Inail, Asl, Regione Lombardia Bergamo, Provincia di Bergamo, Coldiretti, Confagricoltura, Confederazione Italiana Agricoltori, Unione Professionisti Agri Garden, e Associazione Bergamasca Imprese Agromeccaniche.
 

Il professor Renato Delmastro, del CNR di Torino, ha evidenziato quanto sia importante mettere mano a circa il 50% dei trattori circolanti in Italia, che, in base a recenti stime, non sono a norma in tema di sicurezza.  

Ciò nonostante il Decreto Legislativo n°81 del 2008 imponga ai proprietari di vecchi trattori non a norma e ancora in servizio, di procedere all’adeguamento con i requisiti minimi per garantire la sicurezza dell’operatore. Il dato è preoccupante, perché se non la totalità, quanto meno un fetta ampia di tale percentuale è alla base dei numerosi incidenti che si registrano in agricoltura.

Sinistri purtroppo non di rado anche mortali, e che vedono loro malgrado protagonisti, non soltanto chi per professione coltiva la terra, alleva il bestiame, produce ortaggi o opera in ambienti specialistici quali frutteti e vigneti, ma anche il vasto mondo degli hobbysti.

Data la situazione, diventa vitale abbinare alla conoscenza dei mezzi, la loro rispondenza ai requisiti chiesti dalle normative in materia di sicurezza sul lavoro e dal Codice della Strada.  Il tema era stato al centro di un convegno andato in scena nel febbraio scorso sempre al Centro Congressi della Fiera di Bergamo. Nell’occasione fu presentato un opuscolo informativo, frutto del lavoro del tavolo tecnico, intitolato “Come adeguare i trattori e le motoagricole  usate ai requisiti minimi di sicurezza”,  destinato sia agli utilizzatori di macchine agricole per una corretta informazione, sia ai Rivenditori e Riparatori per un’opportuna conoscenza relativa all’adeguamento.

Forti della precedente positiva esperienza, gli stessi attori hanno riproposto con maggior forza il tema all’interno della Fiera di Sant’Alessandro, e i risultati gli hanno dato ragione. Molti infatti, sia tra gli operatori sia tra i visitatori, quelli che si sono portati a casa il messaggio e la documentazione, per mettere in sicurezza il proprio mezzo agricolo. Tra questi anche l’onorevole Antonio Di Pietro, che, durante un’approfondita visita alla manifestazione, anche davanti alle telecamere dei giornalisti presenti ha tenuto a sottolineare quanto sia fondamentale lavorare in sicurezza, e mettere quindi a norma i vecchi trattori circolanti. 

 

Delmastro ha approfondito, davanti a numerosi utilizzatori, rivenditori e meccanici d’officina, tutta la parte teorica riguardante le varie normative, entrate in vigore anche recentemente.
 

Dopo le parole, particolarmente apprezzata anche la dimostrazione pratica messa in campo dallo stesso Delmastro, grazie alla parte espositiva che comprendeva diversi macchinari agricoli nei tre stadi: i macchinari “non a norma”, quelli “messi a norma”, e, infine i “nuovi di fabbrica”, in modo da identificare le varie fasi di sicurezza.

 

Il progetto conferma quanto gli enti preposti, le Associazioni di Categoria, Fiera di Bergamo e Promoberg, abbiano in questa occasiono fatto fronte comune per rendere il primo settore sempre più sicuro. Perché, come rimarcato dalla dottoressa Aurelia Lavore, durante la conferenza stampa di presentazione della manifestazione, anche se il numero di decessi in agricoltura sta diminuendo, la prevenzione rimane un punto strategico, da mettere in pratica tutti insieme: perché l’incolumità fisica e la salvaguardia della vita sono beni irrinunciabili.

 

Interesse anche per il convegno organizzato da ALV (Associazione Linea Vita-www.lineavita.org), in collaborazione con la casa editrice EmmeV.


L’incontro, dedicato a tutti gli operatori del settore agricolo, ha affrontato temi di primaria importanza, quali: la PREVENZIONE CONTRO LE CADUTE DALL’ALTO, la FORMAZIONE NEI LAVORI FORESTALI, la NORMATIVA SULL’UTILIZZO DELLE PIATTAFORME, e la SICUREZZA DELLE MACCHINE AGRICOLE.

 

 

 

Ufficio Stampa Fiera di Sant'Alessandro

Commenti

EVENTI: leggi anche...