EcoPlus

Buon 2014: avanti, pensiamo al futuro!

Riportiamo ampi stralci della Lettera di Auguri per il nuovo Anno del Presidente del GIA, Enzo Calvi, pubblicata sul N°6 del NOTIZIARIO che è anche lettera di impegni e progetti per il futuro del Gruppo Italiano Attacchi.

14_auguri.jpg
Uno sguardo agli eventi del 2013.

 Il 2013 si è chiuso; tutto sommato il Gruppo Italiano Attacchi può ritenersi soddisfatto di quello che ha prodotto. Chi ha partecipato, in tutto o in parte, alle attività messe in campo, ha la possibilità di valutare direttamente il positivo ed il negativo di quello che è stato fatto, chi è stato, invece, un po’ in disparte può averne cognizione leggendo l’editoria prodotta.


Ma guardiamo ora al futuro e, più precisamente, a  quello che andremo a fare nel 2014, con l’intento di adeguatamente onorare l’anno in cui il Gruppo Italiano Attacchi festeggerà il suo 40° compleanno, essendo stato fondato nel 1974.

Alla luce della attività svolta negli scorsi anni, ed in particolare, nello scorso 2013, il perseguimento degli obiettivi della nostra Associazione (vedasi l’art. 2 dello Statuto)  che deve essere sempre presente ai Soci GIA ed a chi ne organizza l’attività, dovrà prevedere ulteriore sviluppo delle iniziative in tutti i settori di attività:


Nel Turismo e Tempo Libero, per dare sempre più opportunità di pratica, di aggregazione e di diffusione della disciplina degli attacchi coinvolgendo la più larga base possibile di quegli appassionati il cui scopo, principale o secondario che sia, è quello di godersi i piaceri del guidare cavalli attaccati a carrozze attraversando gli spazi naturali e culturali, di cui la nostra nazione abbonda.


Nello Sport, per offrire le più ampie possibilità di competere a chi ha l’adrenalina necessaria per confrontare se stesso ed i propri cavalli con altri avversari di gara e che vuole gratificare se stesso ed il proprio team degli sforzi imposti dalla preparazione alla pratica sportiva. Il tutto, per quanto ci riguarda, in primo luogo, in ambito amatoriale, lasciando alla FISE l’ambito agonistico, rispetto al quale ambito ed alla quale FISE , come sempre, faremo ogni sforzo utile alla costituzione  del connubio e dell’unità di intenti tra amatoriale ed agonistico, come condizione necessaria ed indispensabile per la crescita quantitativa e qualitativa dello sport italiano degli attacchi.


Nella Tradizione, continuando nell’incremento delle occasioni in cui sia attuata la pratica della cultura che questo settore contiene e che sempre più va diffusa negli appassionati delle forme, delle modalità e dei valori che la Tradizione contiene. Uno degli aspetti a cui si deve porre più attenzione è la guida tradizionale classica, che va recuperata e praticata, in quanto forme più sportive di guida rischiano di farne perdere la conoscenza ed il mantenimento nel tempo.


Nell’Editoria, per rendere sempre migliore ed efficace quello che già esiste,  in particolare il Sito Web ed il NOTIZIARIO, aggiornandoli e ampliandoli sempre più, incrementando i rapporti editoriali già esistenti nazionali ed internazionali e riprendendo, con nuove ed aggiornate edizioni , la stampa dei testi divulgativi del Gruppo Italiano Attacchi. 
Con il piacere di Augurare a tutti un Buon Anno 2014,
                                                                                                           Enzo Calvi

Enzo Calvi
Fonte: www.gruppoitalianoattacchi.it

Commenti

ATTACCHI: leggi anche...