EcoPlus

Tradizione e continuità: il V Concorso La Venaria Reale è un brillante successo

Raimundo Coral Rubiales fornisce un resoconto dettagliato dell'evento che, il 16 e il 17 giugno, ha visto partecipare più di cinquanta attacchi provenienti da cinque diversi paesi

_2017/gia_gruppo_italiano_attacchi_venaria_reale_2018.jpg
Foto: Massimo Sardo.
Il V Concorso La Venaria Reale ha brillato di una luminosità difficile da dimenticare. Nonostante abbia una vita breve - cinque anni nel mondo della Tradizione sono ben pochi - ha raggiunto in questo periodo un livello più alto delle Dolomiti. Non è un caso che più di cinquanta attacchi provenienti da cinque diverse nazionalità vi abbiano preso parte il 16 e 17 giugno. Un successo di questo Concorso Internazionale, il più prestigioso in Italia e uno dei più importanti in Europa, che si svolge alla Reggia di Venaria e al Parco La Mandria.
 
La Prova di Presentazione è iniziata Sabato 16 per giudicare le nove Categorie presentate, oltre alle classiche: Singoli, Pariglie e Tiri a 4, dalla Spagna due attacchi con tre cavalli affiancati (potencia o eveque), un Coach italiano, un tiro a 4 con finimenti a la calesera proveniente dall’Andalusia con borlajes rossi e gialli, e infine c’era anche un attacco “a la posta” con postiglione e picador, che ha finito per incantare il pubblico.
 
La Giuria internazionale era composta interamente da membri della Associazione Internationale di Attacchi di Tradizione AIAT: presidente Raimundo Coral (ESP), accompagnato da Bernard Puteaux (FRA) e Eduardo Cruz (POR).
 
Il triumvirato dei giudici si è sempre trovato in situazione difficile, perché la qualità degli attacchi presentati era ad un livello superiore, tipico di Concorsi di questa importanza. Basti sottolineare che il Trofeo delle Nazioni AIAT 2018 è stato assegnato con meno di un punto di differenza tra le nazioni di Spagna e Svizzera. In questa occasione il premio è andato alla nazione spagnola rappresentata da Jacinto Planas Ros con il suo attacco a 3 cavalli e José Borrego Hernandez, che guidava un Omnibus privato con un “finimento a la posta”.
 
Grazie al lavoro instancabile del Gruppo Italiano Attacchi, molti ostacoli sono stati superati, per esempio l’attacco a 4 a la calesera a potuto alla fine partecipare improvvisando un attacco per il test di Maneggevolezza per la gioia del pubblico. Il premio Best in Show per il migliore punteggio in Presentazione è andato a Fiorenzo Erri con la sua coppia di cavalli spagnoli e a guidare un Curricle a Pompe.
 
Oltre ad aver partecipato con questo attacco, per questa occasione, ha anche guidato una singolo con la sua carrozza americana ed il suo sforzo è stato piacevolmente compensato. Alla fine premi per i partecipanti e complimenti a tutti i responsabili e gli addetti, che hanno moltiplicato i loro sforzi, in modo che tutto si svolgesse in modo ordinato

Redazione
Fonte: Raimundo Coral Rubiales, Real Club de Enganches de Andalusia, Presidente di Giuria
GIA - Notiziario 3/2018

Commenti

ATTACCHI: leggi anche...