Nord Piave

Terre del mais: i CAITPR a Vigone il 17-18 Ottobre.

Un appuntamento per gli appassionati della razza nel Nord Ovest ed in particolare in Piemonte.

terredelmais1.jpg terredelmais2.jpg terredelmais3.jpg terredelmais4.jpg
FOTO VALENTINA MADELLA

Un’iniziativa del tutto nuova che coinvolge il CAITPR. Ed è già la seconda novità del 2015.

 

Dopo “La cena sotto le stelle” di Vescovato del Luglio scorso, ecco TERRE DEL MAIS a Vigone in quel di Torino. In questo secondo caso si tratta di una manifestazione già affermata e che ha raggiunto la 17^ edizione. Era qualche anno che gli appassionati piemontesi del CAITPR ci parlavano di questa manifestazione come di un possibile polo interessante per la presentazione della razza nel Nord ovest. Quest’anno, grazie all’interessamento diretto della D.ssa Silvia Mellica, che si è affacciata alla nostra razza da poco ma con grande entusiasmo con tutto il Suo team, si è riusciti ad organizzare una presenza organica con una collaborazione molto positiva tra gli allevatori locali e ANACAITPR.

 


Un po’ di timore per il doversi presentare in una “piazza” già affermata e dove i cavalli ed i Team professionisti sono di casa (quest’anno ad esempio il Gruppo Giona), ma poi si è messo a punto un palinsesto di CAITPR Show di ottima fattura. Questo grazie alla disponibilità dei vari gruppi locali CAITPR ad iniziare dal team Bianciotto, il decano di quell’area, per proseguire con il grande impegno del Team Mana/Gariglio, fino a giungere alla disponibilità del Gruppo Mellica, l’ultimo arrivato ma con una passione molto grande . Tra l’altro tutto un insieme di team che rivedremo a Fieracavalli Verona.


Una presentazione che non ha trascurato la razza e l’allevamento: Zarina, fattrice pluricampionessa della Mostra nazionale, ha fatto da “modella” quale soggetto rappresentativo del CAITPR moderno e che ha permesso allo speaker, Fulvio Rossignoli (che ha sostituito molto bene e con la sicurezza del veterano la voce titolare del CAITPR, Mario Rocco, che ha dovuto dichiarare forfait all’ultimo momento) di evidenziare quali siano le caratteristiche tecniche di un CAITPR al giorno d’oggi. Ma non solo Zarina; in campo anche Bea cm e Carlotta dell’allevamento Mana/Gariglio che sono anch’essi soggetti ai top di qualità della razza assieme a Tilly di Silvia Mellica.


Interessanti e per niente banali anche gli attacchi proposti: un carro agricolo ottimamente curato sempre dal Gruppo Mana/Gariglio ha aperto le sfilate. Il carro agricolo, legato alle origini della razza ed alla sua vocazione agricola storica, è stato accompagnato da un simpatico tandem a razza mista, condotto da Paolo Vicario, con un soggetto Haflinger in volata e una fattrice CAITPR al timone. Un’anteprima di Fieracavalli dove sarà presentato questo stesso tandem e, forse, un unicorno con le due fattrici del Gruppo Mellica al timone e la fattrice Haflinger, peraltro dello stesso allevamento, di volata. Altrettanto pregevole il tiro a 4 d’impronta classica del Team Bianciotto.

 

Quest’ultimo il gruppo, “storico” del Piemonte e a cui dobbiamo in parte questa coagulazione progressiva di altri Team attorno alla razza CAITPR, ha voluto cambiare il modo di proporsi al pubblico. Infatti, il gruppo di Italo Bianciotto, è diventato famoso per le evoluzioni in velocità con le due pariglie, di cui una nelle mani di Italo e l’altra con Paolo Vicario alla guida, ha voluto quest’anno cambiare “registro” presentando un equipaggio, potremmo dire, d’eleganza che rivedremo a Verona in Fieracavalli, anche se qualche passaggio in velocità con il tiro a 4 e maratona l’ha comunque eseguito, quasi a non voler smentire il suo clichè.

 

Ma non è tutto, perchè i vari Team hanno comunque effettuato anche presentazioni di tipo sportivo con le classiche pariglie in velocità che tutti conosciamo bene. Va detto poi che alla sfilata della domenica mattina si è aggregata anche una fattrice a sella presentata da Dajana Curatolo (anche Lei presente nel 2014 a Fieracavalli). Un programma, quindi, articolato e anche ben curato dove la varietà di proposte si è abbinata ad un’ottima qualità di presentazione complessiva. Una bella immagine per la razza. A manifestazione terminata, si può dire che l’obbiettivo dichiarato era quello di inserirsi un po’ in punta di piedi, come si conviene a dei nuovi arrivati che entrano in un evento già molto affermato. In effetti ci siamo trovati a lavorare in un ambiente ottimamente strutturato ed organizzato sia sotto gli aspetti generali, sia per quel che riguarda la gestione del settore equestre.

 

Oltre tutto, estrema è stata la cordialità con si è stati accolti. In ogni caso, lo scopo ben preciso era di far apprezzare la professionalità dei nostri Team e (un po’) della nostra organizzazione, in modo che Terre del Mais possa accogliere ancora il CAITPR e divenire un futuro punto fermo nel calendario di razza. tutto ciò senza voler competere con i professionisti equestri. Speriamo di essere riusciti in questo intento e di poter creare un polo di promozione della razza e di aggregazione per i nostri appassionati nel Nord Ovest dove ogni anno sono sempre più i fan del CAITPR. Non si può chiudere il Report, però, senza ringraziare tutti i gruppi CAITPR che hanno lavorato tutti decisamente molto bene, gli Organizzatori che ci hanno accolto così bene e con estrema cortesia e competenza, ma soprattutto la D.ssa Mellica di cui è l’idea di portare il CAITPR SHOW a Vigone 2015.

Redazione
Fonte: ANACAITPR

Commenti

EVENTI: leggi anche...