Cover Technology

RIO2016: Paralimpiadi. Gli azzurri combattono
a Deodoro

Dopo Ferdinando Acerbi, anche Francesca Salvadè e Silvia Veratti concludono con buone percentuali il Team Test olimpico

rio-1.jpg

E dopo Ferdinando Acerbi ecco Francesca Salvadè e Silvia Veratti. Nella terza giornata di gara del paradressage alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro ieri, martedì 13 settembre, è toccato alle due amazzoni entrare in campo nell’Team test Championship del grado II.

 
In sella a Muggel 4 (Prop. Cianfanelli-Ricci-Salvadè- Salvadè) Francesca nella sua prima prova valida per la competizione a squadra ha fatto registrare la buona percentuale del 69,147. La sua prestazione è valsa la nona posizione del grado. Poco più tardi, è stata la volta di Silvia Veratti su Zadok (Prop. Silvia Veratti-Alessio Corradini), ultimo binomio a entrare rettangolo.

 
Con l’ottimo punteggio percentuale del 69,441 l’amazzone italiana ha concluso la sua competizione odierna al sesto posto. Al comando della prova la britannica Natasha Baker in sella a Cabral (71,882%). Al termine della prima delle due gare valide per l’assegnazione delle medaglie a squadre l’Italia occupa al momento la nona posizione della classifica provvisoria con 208.588, a un soffio dal settimo posto. Guida la Gran Bretagna con 225.884.

 
Domani giorno di pausa per i nostri atleti, che scenderanno nuovamente in campo giovedì 15 settembre (Salvadè e Veratti nel grado II ore 10 ora locale brasiliana, le 15 in Italia e Acerbi alle 14, ora locale brasiliana, le 21 in Italia) per affrontare l’Individual Championship Test. Solo al termine di questa prova saranno assegnate le medaglie a squadre, quelle individuali tecniche e sarà possibile conoscere i binomi qualificati per la finale artistica in programma venerdì 16 settembre.



 

> Classifica

Redazione
Fonte: F.I.S.E. - Federazione Italiana Sport Equestri

Commenti

EVENTI: leggi anche...