Cover Technology

Partito da Cracovia il "Viaggio della Misericordia
a cavallo"

Dopo la benedizione presso la Basilica della Divina Misericordia del Cardinale Stanislaw Dziwisz, i primi "cavalieri-pellegrini" sono partiti. Il viaggio arriverà in Vaticano il 26 giugno 2016

viaggio-misericordia-est1.jpg viaggio-misericordia-2(1).jpg
Il Vescovo di Cracovia presenta il Viaggio della Misericordia a cavallo viaggio-misericordia-3.jpg viaggio-misericordia-4.jpg

Cracovia - Cavalli, carrozze, pellegrini e cavalieri, ma anche molti fedeli e curiosi si sono ritrovati giovedì 9 marzo presso la famosa Basilica della Divina Misericordia di Cracovia, per inaugurare, con la benedizione del Cardinale polacco Stanislaw Dziwisz il “Viaggio della Misericordia a cavallo”, organizzato dalla Fitetrec Ante per celebrare in sella e attraverso le meraviglie del Creato il Giubileo straordinario indetto da Papa Francesco.


Il Cardinale  Stanislaw Dziwisz ha  benedetto anche il logo della Via della Misericordia, disegnato in duplice copia dal Maestro d’ Arte Stefano Trotta anch’esso presente: uno di essi resterà nella Basilica della Divina Misericordia l’altro, invece, sarà portato in dono a Papa Francesco all’arrivo a Roma, in piazza san Pietro.


Presenti alla celebrazione, oltre alle istituzioni locali e alle Federazioni equestri polacche, il presidente della Federazione italiana turismo equestre e Trec Ante Alessandro Silvestri e l’ideatore, nonché organizzatore e coordinatore del viaggio, Riccardo Scorsone.


Dopo la benedizione è avvenuto il passaggio attraverso la Porta Santa della Basilica dei 24 cavalieri e cavalli  di cui 6 quelli che percorreranno questo primo tratto del “Viaggio della misericordia a cavallo” su terra polacca, per arrivare in Slovacchia il 13 marzo prossimo e lasciare la continuazione del pellegrinaggio in sella al nuovo gruppo di cavalieri che percorrerà la tratta slovacca.


Al fianco dei “cavalieri della Misericordia” c’erano anche i cosiddetti Cavalieri delle montagne di Cracovia, con i costumi tradizionali, e quelli militari nei vestiti storici dalla metà del XX secolo. In sella, tra loro, anche il vice parroco della Basilica della Divina Misericordia, Adam Stefan Sapieha.


Dopo la cerimonia tutti i cavalieri sono partiti, seguiti da quattro carrozze delle quali la prima portava anche il Cardinale Stanislaw Dziwisz e i nostri rappresentati italiani, verso la  vicina Cattedrale di Giovanni Paolo II, dove il Cardinale è sceso di carrozza salutando il gruppo che ha proseguito verso l’ Abbazia Benedettina di Tyniec sede della prima tappa del viaggio.


Nel pomeriggio presso la Basilica della Divina Misericordia è stata officiata dal Vescovo di Cracovia una messa nella cappella italiana, solo per i partecipanti al viaggio ed è stato presentato ufficialmente il logo della “Via della Misericordia”, che rimarrà in questo luogo santo.


“La sera”, racconta l’organizzatore del viaggio Riccardo Scorsone, “ci siamo ritrovati tutti insieme per la cena del pellegrino, tra di noi c’era anche il Vescovo che ha in consegna il santuario della Divina Misericordia.


Abbiamo chiacchierato, cantato e fatto fratellanza tra di noi”, conclude Scorsone entusiasta, insieme al presidente Fitetrec Silvestri, della partenza di questa importante iniziativa. Il “Viaggio della Misericordia a cavallo” ha avuto inizio.

Redazione
Fonte: FITETREC ANTE

Commenti

EVENTI: leggi anche...