Equidomus
Oli Essenziali per il cavallo: Come e quali oli essenziali per i cavalli. A Roma il primo incontro di presentazione in Italia

Oli Essenziali per il cavallo: Come e quali oli essenziali per i cavalli. A Roma il primo incontro di presentazione in Italia

Ospitato dal centro Università dell´Equitazione si è tenuto a Roma il primo incontro di presentazione su "Oli Essenziali e Cavalli" in Italia.

_2017/oli-1-ok.jpg


_2017/IMG-20191204-WA0008-2-ok.jpg


_2017/IMG-20191204-WA0007-3-ok.jpg


_2017/IMG-20191204-WA00052-ok.jpg


_2017/IMG-20191204-WA0004-1-ok.jpg


Esperti del settore, veterinari, osteopati, istruttori e cavalieri fra il pubblico. Dopo la parte teorica, Elena Traversa – amazzone ed esperta di Aromaterapia applicata ai cavalli – ha concluso la presentazione con l’applicazione di diversi tipi di oli essenziali su un cavalla del centro, scelta per le varie problematiche fisiche e mentali che la caratterizzano. Particolari ringraziamenti vanno all’istruttrice del Centro, Gaia Vitale, e alla veterinaria Angela Mascioni che hanno reso possibile l’incontro. 


Per dimostrare in pratica l’efficacia degli Oli Essenziali di Grado Terapeutico Puro Certificato (Certified Pure Therapeutic Grade – CPTG®), le presentazioni vengono preferibilmente organizzate in centri ippici che mettano a disposizione i cavalli ospiti. La partecipazione all’evento è gratuita.


Gli Oli Essenziali CPTG sono oli di origine naturale estratti dai semi, dalla corteccia, dagli steli, dalle radici, dai fiori e da altre parti delle piante, tramite vapore o distillazione a freddo: possiamo definirli la “Farmacia delle piante”, ovvero le sostanze con cui le piante si curano. Rispetto agli estratti di erbe officinali gli oli essenziali sono dalle 50 alle 70 volte più concentrati: ne basta una sola goccia per raggiungere e apportare beneficio a tutte le cellule del corpo. In forma diluita sono molto efficaci sui cavalli e sugli animali da compagnia.


La presentazione sull’uso degli Oli Essenziali CPTG si articola sui seguenti punti:

- Negli animali gli oli essenziali penetrano nell’organismo più rapidamente: 
per questo motivo vanno diluiti in olio vettore (olio di cocco frazionato, di mandorla o extravergine di oliva) in grado maggiore rispetto all’uomo – a seconda della specie, della razza, dell’età (giovani, adulti, anziani) e dei sintomi che vogliamo curare. La quantità di gocce di olio essenziale da diluire nell’olio vettore cambia a seconda delle esigenze.


- I metodi di applicazione per il cavallo (le quantità variano a seconda dell’olio o delle miscele indicate…) sono: l’uso aromatico (tramite inalazione); l’uso topico (massaggi e applicazione sui punti diriflessologia, sopra ogni zoccolo e sulle orecchie); e l’uso interno (somministrazione di gocce per bocca).


- L’aromaterapia, in particolare, può essere un metodo valido per aiutare a risolvere problemi fisici e mentali del cavallo. 
Nei cavalli l’olfatto è uno dei sensi più sviluppati. Infatti i cavalli possiedono una superficie sensitiva olfattoria molto estesa – la loro mucosa olfattiva è ricca di recettori che captano informazioni dall’ambiente esterno – inoltre attraverso l’olfatto il cavallo avverte se è in presenza di predatori, di cavalle in calore, di cavalli malati etc.


In aromaterapia si presentano gli oli al cavallo da vicino, e si osservano le reazioni…

Segnale POSITIVO: leccare, masticare, cercare di mangiare/prendere il flacone.

Segnale NEGATIVO: allontanare la testa, indietreggiare, allontanarsi.


- Alcune precauzioni per l’uso! Considerata la sensibilità della pelle del cavallo è consigliato diluire sempre gli oli essenziali durante l’uso topico: se si verifica una reazione, si applica una quantità supplementare di olio vettore per diluire l’olio essenziale – Non risciacquare con acqua la superficie trattata. Se si utilizza internamente, sono considerate dosaggio terapeutico da 1 a 3 gocce di olio, a seconda del peso. Anche se usiamo un olio raccomandato per il trattamento di un disturbo specifico, è sempre consigliato continuare a osservare le reazioni del cavallo durante la somministrazione.N. B.: Gli oli essenziali affiancano ma non sostituiscono le cure veterinarie. Si consiglia di consultare sempre il veterinario prima di iniziare il trattamento.


- Indicazioni per il Kit oli ideale.
Gli oli essenziali possono sostituire o integrare una serie di prodotti tradizionali nel nostro Kit per il pronto soccorso e per il grooming. Ecco gli oli base consigliati per mantenere la salute dei nostri cavalli:


- Oli essenziali per mantenere la salute (efficaci su Sistema immunitario, Sistema digestivo, Apparato muscolare, Sistema nervoso):  Peppermint, On Guard, Lemon, Digest Zen, Balance, Lavender, Frankincense, Aroma Touch, più Deep Blue Rub.


- Oli essenziali per il pronto soccorso (Gestione del dolore, tagli e ferite, coliche e disturbi digestivi): On Guard, Lemon, Digest Zen, Oregano, Lavender, Wintergreen, Aroma Touch.


- Oli essenziali per pelle, mantello e zoccoli (Manto lucido, grooming della criniera, irritazioni della pelle e problemi dello zoccolo): Oregano, Rosemary, Lavender, Melaleuca, Cedarwood, TerraShield.


- Scelta degli oli essenziali e delle miscele di oli per particolari patologie e stati mentali. Indicazioni e cautele nella somministrazione. Per esempio, ecco una lista di alcuni oli da non usare nelle cavalle in gravidanza: Eucalipto globulus. Lavanda stoechas. Maggiorana. Incenso. Ginepro. Rosmarino. Basilico.  Salvia.



Per porre quesiti sull'utilizzo corretto degli oli essenziali doTERRA scrivere a Elena Traversa nella rubrica L'ESPERTO RISPONDE del sito www.ilportaledelcavallo.it


Per acquistare gli oli essenziali doTERRA chiamare il numero 335 81 98 669 o scrivere a: smilingoak2014@gmail.com

Redazione

Elena Traversa
Esperta di oli essenziali, a cosa servono e come usarli



Fonte: INFORMA 05-2019 | Settembre - Ottobre

Commenti

VETERINARIA: leggi anche...